15C: Inter-Palermo 1-0

MARCATORE: 29′ st (aut.) Garcia.
INTER (3-4-1-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; Zanetti (19′ st Nagatomo), Gargano, Cambiasso (36′ st Mariga), Pereira; Coutinho; Palacio, Milito (19′ st Guarin). (Castellazzi, Belec, Silvestre, Benassi, Mbaye, Duncan, Jonathan, Romanò, Livaja). All: Stramaccioni.
PALERMO: (3-4-2-1): Ujkani; Munoz, Von Bergen, Garcia; Morganella, Barreto, Kurtic, Pisano; Ilicic (31′ st Budan), Brienza (23′ st Giorgi), Dybala (34′ st Zahavi). (Brichetto, Benussi, Cetto, Viola, Milanovic, Labrin, Arevalo Rios, Sanseverino, Goldaniga). All: Gasperini.
ARBITRO: Bergonzi di Genova.
NOTE: pomeriggio freddo, terreno in buone condizioni. Ammoniti Barreto (P), Pereira (I), Garcia (P), Kurtic (P)e Samuel (I). Recuperi: 0′ pt, 2′ st.

“Dobbiamo capire se il nostro è un calo momentaneo o se stiamo regredendo”. Andrea Stramaccioni la gara di San Siro col Palermo ieri l’aveva presentata così. La risposta, dopo il fortunato successo di misura grazie ad un’autorete dell’argentino Garcia, è che l’Inter è migliorata solo dal punto di vista del risultato, che nel nostro calcio non è molto, ma tutto. Per il resto la squadra col Palermo non è regredita, ma non è certamente migliorata e aveva un bisogno disperato di rimettersi in corsa con una vittoria dopo due punti nelle ultime gare. Si resta a -4 dalla Juve e a -2 dal Napoli, malgrado una partitaccia simile a quella di Parma, una prestazione certamente inferiore a quella che col Cagliari era valsa solo un pareggio. E’ migliorata la fase difensiva, ma vai a capire se per meriti dell’Inter o per demeriti del Palermo dell’ex Gasperini, il peggior allenatore della storia nerazzurra, numeri alla mano.
Stavolta Stramaccioni ha scelto Pereira per la sinistra e Coutinho per innescare gli attaccanti, con Gargano a far legna in mezzo al campo. A parte quest’ultimo, che perlomeno sgroppa, degli altri due non vi è stata traccia per tutta la gara. La manovra è sempre stata piuttosto lenta e prevedibile e la flessione atletica, anche per aver cominciato la stagione per primi ai primi di agosto, ora è sotto gli occhi di tutti.
Quanto alla cronica assenza di un regista e a quella di Sneijder, bentornati sul pianeta Terra ai soliti tifosi campioni di coerenza: fino a qualche settimana fa, quando l’Inter era arrivata a vincere 10 partite di fila, l’unico regista citato in questo sito era Spike Lee e si benediceva l’infortunio dell’olandese. Ora, ovviamente, è tutta un’altra musica: quanto ci mancano un regista e quanto Sneijder! Dovessi mettere insieme tutte le cazzate che leggo da anni, poi puntualmente smentite dagli stessi che me le scrivono ad ogni partita, potrei dare alle stampe una collana in 10 volumi! L’Inter  è dall’addio a Thiago Motta che manca di un regista e Sneijder è dalla scorsa primavera che fa l’indiano sul suo contratto: ora che i suoi 500.000 euro al mese sono diventati insostenibili, si è cercata la rottura anche mediatica, proprio sperando qualcuno corra a prenderselo. Ricordo agli smemorati che Sneijder è stato informalmente in vendita per le ultime due estati, senza che si sia mai visto alcun compratore. Io, però, fosse stato a disposizione, l’avrei sempre voluto in campo, anche quando si sono vinte 10 partite, non solo oggi. Oggi è troppo comodo e non tocca a me onorargli quel folle stipendio varato nel giugno 2010, quando sembrava che la crisi non avrebbe mai toccato il mondo del pallone. In quell’estate, dall’altra parte del Naviglio davano, e li danno ancora, gli stessi 6 milioni di euro a Robinho e quasi il doppio a Ibra, a i dimostazione che i dirigenti ‘incapaci’ non sono sempre e solo i nostri.
Intanto, senza Sneijder e senza Cassano, ci si deve accontentare una volta di Alvarez e l’altra di Coutinho, ancora sottotono, come Palacio, a sua volta in calo aerobico. Alla fine, a parte un paio di fiammate di Milito e una conclusione di Guarin, subentrato a Zanetti, l’Inter ha trovato il gol solo alla mezz’ora della ripresa grazie ad un’autorete di Garcia, spaventato oltremodo da un lancio di Ranocchia. Qualcosa in più ha dato Nagatomo, subentrato a Milito, mentre nel finale si è rivisto almeno Mariga, al posto di Cambiasso, giusto per gestire l’imprevedibile vantaggio. Se non altro è crollato un altro cavallo di battaglia dei soliti ‘so tutto io’: stavolta nel giro di un quarto d’ora sono stati sostituiti sia Zanetti che Cambiasso, con la fascia da capitano che nel finale è arrivata addirittura a Samuel, diffidato, ammonito e quindi prossimo allo stop da parte del giudice sportivo. Ma di buono c’è che ogni partita è diversa dalle altre e magari nello scontro diretto col Napoli l’Inter ritroverà un po’ di verve.
(continua)

 

62 Commenti su 15C: Inter-Palermo 1-0

  1. pasquale somenzi // 2 dicembre 2012 a 20:55 // Rispondi

    E’ tornato l’ 1-0 casalingo di campionato, risultato che l’Inter non registrava
    dal 23 ottobre 2011 contro il Chievo (unica vittoria casalinga per 1-0 nello
    scorso campionato).
    Nei confronti casalinghi col Palermo l’Inter riesce ad andare regolarmente
    a segno: infatti l’ultimo 0-0 è datato 16/02/1969.
    Il Palermo invece segnava continuamente dopo che aveva perso 3-0 il 21/01/06
    L’ultimo precedente di Inter-Palermo finito 1-0 risale ad una Coppa Italia
    del 1 settembre 1976 con gol di Mazzola su rigore, così come l’ultimo 1-0
    di campionato risale al 29 ottobre 1961 con gol di Corso, anche in quella
    circostanza su calcio di rigore.
    Preoccupa ora e’ il reparto offensivo in quanto tra le partite con Cagliari, Rubin, Parma e Palermo sono intercorsi 349 minuti (+ recuperi) in cui l’Inter ha segnato solo 2 gol su autoreti. E se domani si vede qualche bianconero con il numero 30 e’ solo per ricordarci che sono passati 30 giorni da quando han perso lo scontro diretto!
    Pasquale.

  2. In mancanza di “Zorro” Cassano, ci pensa il sergente Garcia! 😀 Lo scorso anno con Gasperini si perdeva, quindi direi che oggi ci abbiamo guadagnato… 😉
    Per quel che (non) si vede, comincio a credere che Cassano sia per l’Inter di vitale importanza. Con lui in campo, contro Atalanta e Cagliari l’Inter ha comunque creato occasioni, e solo dubbie decisioni ci hanno privato di 2 o 3 punti in più. Senza di lui il buio totale.

  3. Andrea Ibiza // 2 dicembre 2012 a 21:24 // Rispondi

    Prendiamoci questo regalo di Natale anticipato confezionato ad arte dalla premiata ditta Ujkani Garcia e baciamoci i gomiti (in situazioni come queste non riesco a dare la colpa al solo difensore). Il resto è stato davvero poca roba: una squadra che inizia evidentemente ad accusare le fatiche di una stagione iniziata molto presto, soprattutto negli elementi più maturi. Una squadra in cui, oltre ad un vice milito, manca come il pane di un cervello a centrocampo, senza i quali credo, a mente lucida, Stramaccioni stia facendo oltre il massimo.

  4. bisogno disperato della sosta natalizia! Dobbiam tener duro fino a Natale e cercare di non perdere troppi punti, li vedo davvero cotti, in piu’ ci sono degli infortuni che non permettono di dar riposo ai soliti che giocano. In attacco Milito ha bisogno di un degno sostituto e Livaja non puo’ esserlo! Sneijder: grottesca la gestione della vicenda tanto quanto assurdo e’ l’urlo di dolore di certi tifosi che gridano il nome dell’olandese dopo averlo dimenticato per tre mesi. considerando che in tre anni ha giocato solo un anno in modo serio e professionale mi sento di dire che se resta ne son felice, ma se dovesse esser ceduto, tante grazie per quello che ha fatto, gliene saremo sempre grati, ma amici come prima.

  5. Un colpo di fortuna inaspettato. Partita dai toni grigi.
    W Inter

  6. Si tiene buono solo il risultato. La squadra è in netta difficoltà fisica vuoi per il fatto che la stagione è iniziata preStissimo, vuoi per la miriade di infortuni che ha costretto Strama a schierare sempre gli stessi che ora paiono abbastanza cotti. Quando non siamo al 100% emergono tutti i limiti della squadra

  7. Garcia, uno di noi!!! certo che battere l’ex allenatore dell’Inter (1 punto in 5 partite) con un’autorete, e’ roba da Agatha Christie.
    i nostri centrocampisti sono gente che fa legna ma al momento di passare la palla in modo preciso, e fare qualche lancio decente…

  8. Teniamo buono il risultato,fondamentale per tenere invariate le distanze: Cassano ci sara’ con il Napoli e qualcosa in attacco ci guadagnamo certamente. dobbiamo tenere fino alla sosta Natalizia.
    Gianni

  9. Finalmente un po’ di fortuna anche per noi !!
    Preferisco vincere su autorete che con gol in fuorigioco o con rigori fasulli.
    E in più siamo ancora terzi e da soli !!!

  10. La classifica è ancora buona nonostante il gioco e l’organico a disposizione. Si arrivasse al mercato di gennaio in “questa situazione”, per dare consistenza a posizioni da Inter, URGE intervenire “cum granu SALIS” con realismo e capacità di migliorare i punti deboli. Buon lavoro a Società e Squadra…di questo c’è sicuramente bisogno.

  11. Se la Beneamata è in evidente calo fisico per aver iniziato la stagione in anticipo, non capisco il perchè il buon Strama insista nel fare giocare due punte più un trequartista! Infoltisca il centrocampo per proteggere meglio la difesa. In attesa che la forma fisica torni ai livelli ottimali giochi con una punta e un trequartista o con due punte.
    Non vorrei che il 3-4-3 stia diventando un dogma da non poter abiurare!
    FORZA INTER!!!!!!

  12. Onestamente preferisco giocar male come ieri e portare a casa i 3 punti, detto questo sono veramente deluso da Coutinho, mi aspettavo qualcosa in più sia da lui che da Pereira invece sembra che anche loro come Silvestre, Jonathan, Alvarez ed io ci metto anche Gargano non sono giocatori da Inter.

    • ..se avessimo tolto anche Gargano dalla formazione di ieri… era l’unico assieme al reparto difensivo che si dava da fare e spesso in più settori del campo per sopperire a chi “trotterellava” per il campo o sbagliava i passaggi a centrocampo.
      C’è qualcuno in grado di spiegare cosa significa “essere da Inter”?

      • La solita frase fatta da bar: quando arrivò Milito mica era da Inter e figuriamoci Palacio! Da Inter sono quelli che guadagnano 10 milioni di euro all’anno. Peccato non si possano più prendere
        GLR

        • Ricordo come fosse ieri le mail dei vari bauscia: abbiamo sostituito ibra con il centravanti del Genoa!
          Pazzesco! Il centravanti del Genoa per cui tutti gli allenatori si toglierebbero metà stipendio pur di averlo in squadra, una vera leggenda dell’Inter! Altro che il pensionato parigino!

  13. Se l’inter non gli può più garantire certi emolumenti cerchino almeno di non svalutare Sneijder come han fatto con altri e di venderlo per una buona cifra, invece di pagargli buonuscite. mettere in tribuna sneijder contribuisce a farne diminuire il valore. facciano i manager una volta nella loro vita.

    • Della situazione di Sneijder sono informati dalla scorsa primavera Ferguson, Mancini e Leonardo. Negli anni ’90 uno si svalutava se andava in tribuna. Oggi a svalutare Sneijder è il suo ingaggio. Per due estati non ha avuto alcun compratore. Ora vediamo, se forzando la mano in vista dell’imminente mercato di gennaio, qualcuno di decide. Anche se lo si vende a 5 milioni si fa una plusvalenza, visto che il suo costo di 15 milioni è già stato ampiamente ammortato in bilancio. Il vero guadagno, come nei casi Eto’o, Maicon e Julio Cesar, è il risparmio dell’ingaggio: al lordo qui sarebbero almeno 30 milioni di euro.
      GLR

  14. 3 punti importantissimi x il ns. campionato!!! Per il resto squadra molto affaticata e con poche idee. Gargano corre x due e contro il Napoli fara’ un partitone.

  15. Fossero tutte cosi le partite dell’Inter ci farei la firma, quello che conta è il risultato una vittoria anche così solleva il morale, l’importante non è partecipare, è vincere.
    Piu capita e meglio è!

  16. Napoleone diceva: “io cerco generali bravi ma soprattutto fortunati”. quelli di ieri sono stati 3 punti d’oro. In certi momenti un brodino caldo va benissimo, l’importante è ricordarsi alla prossima occasione di “non prendere troppo freddo” lasciando scoperto “la pancia “del centrocampo e facendo prendere ” freddo alla testa” (il nostro attacco)

  17. Ugo da Forlì // 3 dicembre 2012 a 10:14 // Rispondi

    si tratta ‘solo’ di un normale calo fisico per una squadra che dai primi di agosto gioca gare ufficiali.
    A mio parere la differenza la può fare la capacità di gestire la pressione e la concentrazione durante questo naturale momento di scarsa brillantezza.
    Se poi riusciamo a non allontanarci dalla vetta allora saremo un osso duro per tutti.
    Ugo da Forlì

  18. Vittoria vitale per il morale che per una squadra nuova è tutto se non quasi!
    A differenza di Parma, Stramaccioni ha provato a cambiare uomini e sistema di gioco e la fortuna (1 volta!!!) c’ha sorriso.
    Ricordiamoci da dove eravamo partiti e dove siamo ora, dove noi giochiamo male, siamo cotti, manchiamo di qualità mentre tutti incensano il Napoli (che domenica potremmo sorpassare nuovamente), la Fiorentina (a -2), la Lazio (a -2),la cinica (ora) Roma di Zeman (a -5) ed il rilanciatissimo Milan del Faraone ( -10)…..
    Caso Snejider? Sinceramente lo considero un buonissimo giocatore ma non un top player, nel senso che da solo nn decide un partita come poteva essere Eto’o o Milito e di lui si ricorda solo l’anno del Triplete dove era parte di una squadra gloriosa…finito quell’anno è stato più in infermeria e a maledire i compagni ogniqualvolta non gliela passassero sui piedi!
    Quindi se resta non ci disperiamo ma se va via altrettanto; alla società contesto solo l’uscita infelice di Branca che ha creato scompiglio (mediaticamente non vedevano l’ora) ma nella sostanza cambia poco!
    Avanti Inter

  19. Non voglio entrare nella questione sneijder non conoscendo la situazione nei minimi dettagli, ma non pensi che il nostro direttore tecnico marco branca sia incappato nell’ennesimo clamoroso autogol (a livello comunicativo questa volta) dopo la paradossale e comica situazione dello scorso agosto quando non si accorse che forlan non poteva fare le coppe europee? non sarebbe il caso di allontanarlo definitivamente da una societa’ prestigiosa e importante come l’inter?

    • Branca non agisce di testa sua ma è il braccio armato di Moratti, nel bene e nel male. Perché non scrivevi di mandarlo via quando l’Inter vinceva 10 partite di seguito?
      GLR

  20. AngeloCurvaNord // 3 dicembre 2012 a 11:29 // Rispondi

    Questa partita sarebbe stata difficile vincerla anche con Cassano e Snejder assieme… Il Palermo senza attaccanti “veri” si e’ giustamente difeso. Siamo poco intensi, quello si! Ma la condizione si puo’ ritrovare.

  21. Ciao GL, d’accordo su tutto, sono sicuro che domenica col napoli, l’inter giocherà una grandissima partita e vincerà. Su Sneijder è da tanto tempo e da tante persone, che credo informate, che sento parlare di comportamenti “particolari” fuori dal campo, anche Gasperini ieri ha dichiarato quasi con lapsus che “il problema di Wes si conosceva da due anni”, e così altri… Sembra che si voglia nascondere qualcosa. E’ chiaro che non mi aspetto che tu ci dica tutto però una briciolina sarebbe apprezzata.

    • Il problema è semplicissimo: Sneijder in rapporto a quel che c’è in giro oggi è un grande calciatore ma non sempre concentrato solo sul calcio. E spesso si vede. Era così anche al Real. Oggi è un lusso che l’Inter non può più permettersi.
      GLR

  22. Come si usa dire dalle mie parti “ciapa e porta a cà!”.
    Che ci sia un calo fisico è evidente e non solo da ieri…in ogni caso non sono del tutto preoccupato, anzi, credo che col Napoli la squadra possa fare una buona partita.
    La vittoria di ieri, per come è arrivata, spero possa dare una sveglia e far ritrovare un pelo di consapevolezza.
    Io di questo inizio campionato non posso far altro che essere contento, mai mi sarei immaginato di essere “solo” a meno quattro da “quelli là”. Bisogna sempre tenere a mente il vero obiettivo stagionale…e siamo li, pensare allo scudetto non è un reato ma direi che è prematuro e bisogna essere obiettivi: per ora siamo inferiori a chi ci sta davanti…vedremo dopo Febbraio…!
    Per quanto riguarda Wes….peccato…ma non sono abituato a strapparmi la pelle per chi va via, se dovesse invece rimanere la sua mano la darà sicuramente.
    Pereira: non è Jonathan eh, però per ora è una bella delusione…
    Forza Inter e un saluto a tutti

  23. Se me lo consentite vado un po’ controcorrente… non sarà stata la partita dell’anno, ma a mio avviso, il solo problema di ieri è stato l’attacco, perche’ la squadra non gioca affatto male (come invece accadeva lo scorso anno di questi tempi). Si arriva spesso al tiro o sottoporta o comunque al limite dell’area con azioni potenzialmente pericolose ma non segnamo, tutto lì… Le ultime prestazioni negative, inclusa l’Europa League, nascono tutte dalla poca precisione o convinzione davanti ai numeri uno avversari, non altrove (tolto lo svarione incomprensibile di Parma sul gol…). Resto fiducioso.

  24. Stramaccioni che glorifica la prestazione di Pereira dicendo che lo abbiamo portato via alla concorrenza e che per gli anni futuri con lui e Nagatomo siamo a posto per la fascia sx. Dopo la prestazione col Palermo mi chiedo se ci sono o se ci fanno (intendo dire la societa’ e/o dipendenti Inter)!!
    Ma che, siamo tutti rincoglioniti e non sappiamo piu’ distinguere i veri brocchi dai normali giocatori di calcio ? Come si fa a rilasciare certe dichiarazioni? Ribadisco il mio concetto: Pereira come Alvarez, Coutinho, Jonathan e Silvestre non sono da Inter! O continuiamo a prenderci in giro? Non parlo quindi della mancanza di Snejider o di Cassano (peggio per loro) ma di gente che sia degna di vestire la maglia di chi in passato ha fatto la storia per i colori nerazzurri !!!

    • Io a volte mi chiedo se uno ragioni prima di scrivere: secondo te Stramaccioni dovrebbe presentarsi in conferenza-stampa dicendo: “Sapete qual è il problema? Pereira è una merda e i ricambi di questa squadra fanno schifo!” Secondo te Allegri cosa pensa di Traoré e di Zapata? Pereira al Porto era ben altro giocatore e si spera che torni quello visto allora. E forse continui a non capire che non ci sono più i soldi per gente “che sia degna di vestire la maglia di chi in passato ha fatto la storia per i colori nerazzurri” e bla, bla, bla. Questi sono: prendere o lasciare
      GLR

      • Beh, GLR, mi hai fatto sorridere…In effetti se Strama si presentasse in conferenza dicendo quel che hai scritto tu… 😀
        Però poteva semplicemente non dire nulla almeno sui giocatori, dal momento che è innegabile che la figura fatta ieri, e non solo ieri, era palliduccia assai. Tra i tanti punti che ha perso per strada, solo i tre che veramente lasciano basiti. E cioè quelli della sconfitta col Siena in casa. Dove sarebbe la malconcia e raffazzonata Inter? Ad un punto dalla Juve!

  25. Consentimi solo di fare una dedica a GASP! Credo che si meritasse quanto meno di perdere proprio in quel modo per la sua tragica presenza sulla nostra panchina!

  26. Proseguo con la linea dell’ottimismo. Nessun problema con l’arbitraggio (scusa se insisto, ma, dopo quella serie, mi ero davvero spaventato…); loro zero tiri in porta e zero situazioni pericolose; due sostituzioni (Guarin e Nagatomo) che hanno contribuito a cambiare un po’ la partita (se non altro, verve e maggior dinamismo); Samuel in crescita continua; anche con un Cambiasso un po’ appannato, il centrocampo ha tenuto.
    Resto convinto che Coutinho debba giocare, ma non come trequartista. Non ha ancora la capacità di far girare la squadra. Avrebbe più senso, secondo me, tenerlo come terza punta “larga” (alla Ronaldinho del vecchio Barcellona, per intenderci) con compiti limitati di copertura.
    Come sempre, ognuno ha la sua da dire, dallo sprofondo del suo divano…
    E tant’è. Evviva l’Inter.
    J.B.

  27. Nemmeno io vedo Sneijder come un problema. L’Inter a mio avviso ha pagato e non poco l’assenza di Cassano, capace di dare imprevedibilità alla manovra d’attacco. Nagatomo per me è indispensabile. Guarin deve mettersi in testa, con quel fisico, di poter fare tranquillamente anche la fase difensiva. Senza Samuel contro il Napoli non farei la difesa a 3. Sei d’accordo?

    • Ricordo che senza i titolari a Bergamo Stramaccioni ha varato la difesa a quattro e ha perso dopo 10 vittorie. E tutti l’hanno criticato per non aver arretrato Cambiasso confermando la difesa a tre. Decida lui.
      GLR

  28. Mi sembra che il primo nostro problema sia nella qualità mediocre dei calciatori che schieriamo. Proverei a dare spazio fin dall’inizio ai pochi che hanno mezzi tecnici di buon livello. Quindi, fin dalla prossima, dentro Sneijder, che da questo punto di vista credo sia indiscutibilmente il migliore.
    Tanto lo paghi nè più nè meno di prima, quindi: perchè privarsi della sua classe? Se poi a Gennaio o Giugno lo vorranno vendere (ahimè…) liberi di farlo!

  29. parafrasando un motto: meglio un Gargano vivo che uno Snejider su twitter. Come giocatore non si discute ma il rapporto ingaggio/presenze (moltiplicato per il coefficiente “gioco per la squadra”) è insostenibile. Mi spiace tantissimo, perché il Wes del 2010 era da pallone d’oro ed è un giocatore di classe assoluta. Però la sua mancanza di continuità viene anche da una mancanza di umiltà che l’Inter attuale non si può (più) permettere. Spero vivamente non venga rimpiazzato da uno Snejider in sedicesimo: a noi servirebbe, molto più modestamente, un Manicone. A trovarne, beninteso.

  30. personalmente penso che mai come quest’anno la società si stia comportando bene.
    E’ indubbio che Branca abbia fatto la sua “uscita” d’accordo con la società, per mettere SneiJder alle strette.
    Quelli che pensano che abbia agito di sua spontanea volontà vogliono credere che a quei livelli la comunicazione venga gestita in maniera maccheronica.
    Per il resto occorre dare fiducia, ma senza sperare di vincere lo scudetto. Quest’anno andrà bene se si arriva terzi.

  31. che palle questo caso snejider!!! se alla fine le uniche offerte arrivate negli ultimi anni sembrano russe e turche evidentemente il giocatore ha un valore assoluto ma esprime un valore reale ben al di sotto. Personalmente, con a disposizione Cassano Palacio e Milito lui va in panca, se ne manca uno lui gioca, perchè Coutinho è giocatore da spiaggia, pagato come tale, e alvarez è un investimento effettuato in stato di narcosi.
    Sneijder in che condizioni è oggi?
    Balle raccontate ai giornalisti a parte, Strama lo vede tutti i giorni e a me sembra uno che ha staccato la spina da un bel po’, al punto che non mi meraviglierei dopo, averlo visto in campo, di sentire la solita lagna: “ora capiamo perchè Strama non lo faceva giocare.”

  32. brutta partita ma con vittoria, direi che comunque la si vede è andata bene…
    Credo che oggi l’Inter non possa fare a meno di Guarin e Naga, oggi sono coloro che danno spinta ed un pizzico di imprevedibilità. Invece tutta da decifrare questa involuzione.
    Ricordiamoci che questa Inter nelle mani di Strama è in costruzione, se dovesse arrivare alla fine del campionato tra le prime 3 è comunque un successo…Non dimentichiamoci gli ultimi 2 anni.
    Il caso Sneijder lo vedo così: la società ha sbagliato quando gli ha fatto firmare un contratto di quella portata…Il calciatore se ama davvero l’Inter è crede nel progetto potrebbe allungare il suo contratto, sicuramente non chiederà l’elemosina per campare ma anzi si potrebbe rilanciare come talento sul campo visti gli ultimi due anni…Ci vuole solo buon senso.
    Forza Inter sempre

  33. Per quelle che erano le prerogative di inizio campionato bisogna essere strama-contenti di essere a -4 dalla juve con il conforto dei risultati degli scontri diretti.
    Finalmente si è pure smesso di chiederci chi ci ha guadagnato tra Milan e Inter dello scambio pazzini-cassano!
    Accettabile il calo fisico delle ultime partite, se devo trovare una pecca è la mancanza di un identità, non di gruppo, ma di squadra che dovrebbe supplire alle assenze

  34. una cosa su cui si può essere contenti è il non aver concesso la benchè minima palla gol al palermo (che non aveva Miccoli, ma Dybala, Brienza e Ilicic hanno fatto molto bene nelle ultime uscite). Anche noi non siamo riusciti a creare alcuna nitida palla gol, con il più pericoloso che è risultato essere Ranocchia. Il punteggio più giusto sarebbe dovuto essere il pareggio, ma se ci fosse stata una squadra che avrebbe dovuto portare a casa i 3 punti quella è l’Inter. Aspetto con ansia il ritorno di Cassano in quanto Milito sta tirando il fiato e Coutinho deve ancora entrare nei meccanismi da trequartista. Quando l’Inter di Mourinho vinceva grazie ad un autogol, diceva che era la dimostrazione di una grande squadra che riusciva a vincere anche quando non lo meritava. Io penso questo anche per l’Inter di Strama. Forza ragazzi!!!!

  35. Caro GLR, finalmente un po’ di fortuna, abbiamo riscosso il credito. Complimenti a zanetti per la grande professionalità e l’atteggiamento positivo dopo la sotituzione. Personalmente non ho una grande simpatia per sneider, speriamo che lo vendano e che non se ne patli più, ora abbiamo bisogno di giocatori motivati anche se meno dotati tecnicamente, credo che sarà una stagione dove bisogna lottare. magari anche solo per un piazzamento e cercare di creare qualcosa per il futuro

  36. Massimo Inter // 3 dicembre 2012 a 15:23 // Rispondi

    Sono sempre stato un fortissimo estimatore di Wes e, fosse per me, giocherebbe anche con una gamba sola, sempre e ad ogni partita. Ma il ragionamento che l’Inter ha applicato a Julio Cesar e Maicon, lo stanno applicando a Wes e quindi è da accettare. Purtroppo, non essendoci acquirenti, l’ Inter è stata costretta a rendere la vicenda pubblica per ampliare il raggio e sperare in un compratore. Wes andrà via a basso costo e l’Inter risparmierà l’ingaggio. Rimarrà però una squadra che potrà ambire poco in Italia e nulla in Europa, anche perchè dubito che altri giocatori forti verranno in futuro sapendo di avere uno stipendio basso. E’ una crisi che sta colpendo l’Inter ma anche tante altre squadre italiane, sia chiaro.

  37. A me Pereira e Coutinho non son dispiaciuti. Nessuno dei due è un fenomeno ma non mi sembra abbiano fatto né meglio né paggio degli altri…In particolare Pereira è stato legnato per quasi tutta la partita dalla difesa palermitana eppure ha continuato a correre x tutti i 90 minuti… Se non altro il cuore ce l’ha messo, con un po’ di continuità secondo me migliorerà parecchio. Stessa cosa vale x Coutinho… I numeri per farci divertire ce li ha, bisogna sostenerli anche e soprattutto moralemente data la giovane età!

  38. non è una questione di sneijder, cassano o di schemi….bisogna essere onesti e riconoscere che con questa rosa (parlo di tutti e 22 i giocatori) si arriva terzi se si ha un po’ di fortuna altrimenti quarti o quinti…speriamo in qualcosa nel mercato di gennaio…

  39. Fabio Primo // 3 dicembre 2012 a 18:21 // Rispondi

    Coutinho molto negativo: gioca sempre per tentare il numero personale e non per la squadra.
    Pereira sente il salto di categoria: il campionato portoghese non è paragonabile al nostro per intensità e difficoltà. Manca la qualità a centrocampo ma davanti alla difesa, sneijder non c’entra. Manca una prima punta che dia il cambio (strama l’ha ribadito anche ieri….).

    • Però è anche vero che Cou gioca relativamente poco e che tutte le volte che gioca tutti si aspettano da lui che faccia grandi cose in campo perché era (ed è) una grande promessa…Se non avesse tutta questa pressione secondo me farebbe molto meglio, alla fine quando è andato in prestito probabilmente si sentiva meno responsabilità addosso e giocava tranquillo, qui si vede che cerca di dimostrare il suo valore per meritarsi il ruolo di titolare. Con un po’ più di fiducia…Visto tra l’altro che si è deciso di silurare Wes…

      • Per il solito fatto che giochi nell’Inter, da qualsiasi giocatore ci si aspetta sempre l’inimmaginabile. Qui non siamo alla Fiorentina o alla Lazio. Qui a Coutinho, come a Pereira o ad Alvarez, come pure a Jonathan e a Silvestre, si chiede di essere campioni. E’ il fascino e la condanna di giocare nell’Inter
        GLR

        • però così non si permette ai giovani di crescere… è un po’ come volere la botte piena e la moglie ubriaca: si punta sulla crescita dei giovani ma allo stesso tempo si pretende che siano già dei campioni… a questo punto o si prende gente del calibro di Neymar (ma come hai tante volte sottolineato i soldi ormai son finiti), oppure si scommette davvero sulla crescita nel medio-lungo periodo di alcuni giovani di prospettiva… Sono d’accordo che Silvestre debba già dimostrare di essere all’altezza data l’età e mi sembra anche che si possa dire che Jonathan non abbia margini di miglioramento da grande squadra ma io spero davvero che Strama sappia fare un buon lavoro su Cou, Pereira, Livaja (e magari anche Alvarez) per tirarne fuori qualcosa di buono… Ovviamente questa è soltanto la mia opinione, non sono un esperto, non pretendo di esserlo ma trovo l’esperimento dell’Inter di quest’anno estremamente interessante!

  40. Cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno anche se come al solito i media stanno cercando di farcelo vedere mezzo vuoto. Sneijder sono già 2 anni che mi ha stancato, contro il Chievo quando s’è fatto male ho detto “oooooh meno male che si è infortunato almeno siamo in 10 contro 10 a correre”. Ma qual’è la squadra che con tutti i problemi che si ritrova (infortuni, calo di condizione fisica e Sneijder) è terza in classifica a 4 punti dalla Juve? Due punti in più sarebbero bastati per far tacere molte persone. Con i giocatori che abbiamo a disposizione per ora mi ritengo soddisfatto della posizione in classifica. C’è chi farebbe carte false, e le sta facendo, (rigori regalati e gol in fuorigioco) per essere al nostro posto, invece si trova a -10. FORZA INTER!!!

  41. Di una cosa sono contento… finalmente coutinho e pereira hanno fatto una partita completa! Anche perchè coutinho era stato preso per fare la riserva di sneijder e visto che quest’ultimo non gioca, il brasiliano aveva ed ha pieno diritto di giocare a scapito dell’impalbabile Alvarez.

  42. Mauro Cozzi // 3 dicembre 2012 a 22:20 // Rispondi

    Quanti fenomeni da bar… Dopo la Juve abbiamo incontrato Atalanta Cagliari Parma e Palermo. Evidenzio che l’Inter ha giocato nove partite ufficiali in più di queste squadre. É chiaro che è in difficoltà fisica e si trova senza cambi soprattutto a centrocampo per i numerosi infortuni, ma manca di cambi di qualità sia dietro che davanti. In altre parole se salta un titolare si scende di livello. Veniamo da un settimo posto e senza soldi veri la classifica mi sembra tanta roba. Mi accontenterei di sfangare fino a Natale, ma forse capisco poco…

  43. Credo che questa sia una stagione in cui ci toglieremo alcune soddisaìfazioni tipo vincere il derby oppure stravincere a Torino contro la juve e ci prenderemo alcune delusioni tipo perdere con il Siena o l’ Atalanta la cosa + importante però è quella di seguire un progetto di crescita che porti la squadra a poter vincere qualcosa di importante in 2 o 3 anni, quindi almeno per quest’anno cerchiamo di fare delle critiche costruttive e non facciamo i soliti interisti che una domenica Ranocchioa e una schiappa e la domenica dopo è un fenomeno e comunque sempre Forza Inter

  44. La squadra è un misto di giocatori calcisticamente vecchi e di giovani di belle speranze. I primi saranno presto sostituiti perchè il gioco del calcio lo prevede, i secondi cresceranno imparando che il gioco del calcio è collettivo. Quasi tutti pretendono di portare palla da un’area all’altra e di scavalcare due o tre avversari messi ordinatamente in fila: ma nessuno glielo dice? La causa maggiore di certe debacle è costituita dalla mancanza evidente di un regista, per cui tocca ad un difensore il lancio lungo nella speranza che un rimpallo ci favorisca oppure la solita sgroppata da applausi di qualche vecchio.

  45. mamma Viviana // 4 dicembre 2012 a 08:09 // Rispondi

    Per quanto riguarda Sneijder, dobbiamo ricordare e ricordagli che in qualsiasi caso l’Inter resta ,non ”va via” e se nella storia della Beneamata siamo sopravissuti a mille cessioni dolorose, si vivrà anche la sua partenza. piuttosto, come dici tu, cerchiamo di essere coerenti come tifosi, visto che passare dalle stelle alle stalle è il nostro sport preferito. bacioni mamma Viviana

  46. non credo nella storia del calcio di aver mai sentito un brasiliano e un olandese ridursi ingaggi o rinunciare a soldi.
    Sneijder è come Julio Cesar (che piange e scrive lettere strappalacrime ma non rinuncia ad 1 euro!), Maicon, Lucio ecc ecc….. tutti attaccati al Dio denaro. però non so se è più “pesante” pagare l’ingaggio di Sneijder o di queste 5 Pippe: Silvestre, Mariga, Jonathan, ALVAREZ e Coutinho.

    • Sembrerà incredbile ma, a conti fatti, tra ammortamenti nell’attuale bilancio e previsioni di spesa nei prossimi costa ancora di più Sneijder
      GLR

  47. Claudioeffedeejay // 4 dicembre 2012 a 14:20 // Rispondi

    I problemi dell’Inter sono i continui infortuni e i ricambi non all’altezza. Purtroppo i soldi per fare due squadre di pari livello non ci sono più e quindi bisogna sperare in qualche rientro e magari che a Vinovo qualche bicipite femorale cominci a fare i capricci.
    Un curioso dato statistico: dopo la vittoria a Torino, l’Inter , prima di domenica, aveva racimolato un punto contro Atalanta, Cagliari e Parma. Queste squadre, dopo il mach contro i nerazzurri, hanno sempre e solo perso. Quantomeno strano!!

  48. Paolo Sabiu // 4 dicembre 2012 a 18:57 // Rispondi

    Ma qualcuno che dicesse: ‘mettiamoci in tasca ‘sti 3 punti d’oro e infischiamocene di quello che ha detto Strama in conferenza… del tira e molla con Sneijder… della boutade di Branca… di Pincopalla, ecc.!’ L’importante è rimanere lì, o no?
    Rimanere contenti per una vittoria, specie se sofferta, non frega più a nessuno??
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara

  49. Dopo la serata del triplete NULLA è più stato come prima? Sicuramente il genietto ha vissuto la sua annata magica, ma chi lo critica dimentica che le caratteristiche che l’han reso tanto celebre sono di dare la palla a chi scatta aggredendo gli spazi vuoti

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili