13C: Inter-Cagliari 2-2

MARCATORI: 10′ Palacio (I), 43′ pt e 21’st Sau (C); 38′ st (aut.) Astori (I).
INTER (3-4-3): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan Jesus (28′ st Coutinho); Zanetti, Gargano, Cambiasso, Nagatomo; Palacio, Milito, Cassano (37′ st Alvarez). (Castellazzi, Belec, Silvestre, Mariga, Pereira, Mbaye, Duncan, Jonathan, Romanò). All: Stramaccioni.
CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Astori, Avelar; Ekdal, Conti, Nainggolan; Cossu; Sau (29′ st Ibarbo), Nenè (37′ pt Pinilla). (Avramov, Thiago Ribeiro, Dessena, Perico, Casarini). All. Pulga.
ARBITRO: Giacomelli di Trieste.
NOTE – Pomeriggio nuvoloso, terreno in buone condizioni. Espulso al 46′ st il tecnico dell’Inter Stramaccioni per proteste. Ammoniti: Cambiasso (I), Sau (C), Gargano (I), Nainggolan (C), Astori (C), Ekdal (C), Conti (C). Recupero 2′ pt, 3′ st.

Rammarico e polemiche, ovvero i soliti sentimenti dopo una gara che con un arbitro più attento si sarebbe vinta, fermo restando che nel 2-2 finale, il Cagliari non ha poi demeritato, in una gara avvincente, con almeno una dozzina di palle gol da una parte e dall’altra, macchiata all’ultimo dall’errore del giovane arbitro Giacomelli, che ha ignorato un rigore netto per l’Inter per fallo di Astori su Ranocchia. Errore grave, di cui si parlerà per tutta la settimana.
Ma l’Inter, nonostante i rientri di Ranocchia e Samuel, è tornata a rischiare troppo dietro, con Handanovic che nel primo tempo l’ha salvata in almeno tre occasioni.
In avvio, dopo la prima palla-gol per Milito, ecco il vantaggio di Palacio, al suo quinto centro in campionato, ottavo consecutivo, decimo complessivo, suggerito dal solito assist di Cassano.
Ma Handanovic, di lì a poco, ha fatto molto più del previsto, due volte su Nené e una su Astori, prima di essere bucato in chiusura di tempo da Sau, assistito da Cossu, con il Cagliari addirittura in dieci, perché Pisano era a bordo campo a farsi medicare.
Nella ripresa Cassano ha provato subito a mandare in porta tutti, a cominciare dal sempre tonico Nagatomo, bravo a crossare per Milito. Il Principe però, con Agazzi battuto, è riuscito a mangiarsi da due passi un gol più facile da segnare che da sbagliare. Un erroraccio che a bocce ferme ha finito per pesare, soprattutto quando Pinilla, subentrato a Nené, si è arrampicato su un cross dalla sinistra prendendo il palo con una girata da campione: sulla respinta Sau, dopo un evidente controllo col braccio sfuggito a Giacomelli e all’addizionale Marrazzo, un altro di quelli che non vedono mai niente, ha trapassato l’intera difesa nerazzurra. E un altro grosso rischio l’ha poi sventato Samuel.
Mentre il Cagliari si è subito coperto con Dessena per Cossu cambiando Sau con Ibarbo, l’Inter si è affidata all’assalto all’arma bianca con Coutinho e Alvarez per Juan Jesus e Cassano. Da un cross di Alvarez, deviato nella propria porta da Astori, la gara è sembrata poter volgere a favore dell’Inter. Agazzi però ha parato tutto, compiendo addirittura due miracoli su Ranocchia e Coutinho, prima dell’episodio incriminato col fallo di Astori su Ranocchia in area sarda, che ha portato all’espulsione di Stramaccioni e alla rabbia di Moratti. Per l’Inter è il primo pareggio in campionato. Sul conto della pessima direzione di Giacomelli, che verrà sicuramente fermato, pesa anche un recupero ridicolo, limitato a soli 3 minuti nella ripresa, malgrado quattro sostituzioni e l’ingresso dei barellieri.
Sul sito della Juve, dopo le lamentele dell’Inter, è comparsa la solita relazione di Palazzi, l’arcinoto punto di vista di parte, quello dell’accusa. Si sa che per certi juventini Palazzi era il cattivo magistrato al soldo di poteri occulti quando ne chiedeva la retrocessione in Serie C o avanzava dubbi sulla moralità calcistica di Conte e di Bonucci, mentre invece diventa santo quando ha scritto il suo punto di vista sull’Inter, quello di un PM.
Sul sito dell’Inter ora non devono replicare! Farlo seriamente significherebbe pubblicare una moltitudine di sentenze di ogni ordine e grado dalla fine degli anni ’90 ad oggi: attenzione però, non relazioni di parte di magistrati, ma sentenze di giudici! Si potrebbe pescare a piacimento nel codice di giustizia sportiva e in ogni codice di giustizia ordinaria: codice penale, codice di prodcedura penale, codice civile, codice di procedura civile, forse pure il codice della navigazione. Ma guai a scendere a certi livelli! Peggio del ridicolo, c’è solo il patetico. Meglio chiedersi perché nell’intero globo terracqueo, appena una squadra ha un favore arbitrale, i tifosi dell’altra intonino subito il coro “come la Juve, voi siete come la Juve!”  E, naturalmente, massimo rispetto per Palazzi, magari anche quando chiedeva per la Juve la serie C e pene assai severe per alcuni suoi storici protagonisti!

81 Commenti su 13C: Inter-Cagliari 2-2

  1. Che altro dire se non: peccato! Anche in questo caso ha ragione il nostro Presidente, fermo restando che il silenzio stampa mi sa più di ripicca infantile che di qualcosa di utile. E, in ogni caso siamo ancora secondi, ricordiamoci da dove e come siamo partiti

  2. Stavolta dico che i nostri (Milito ha fallito 4 occasioni) hanno sbagliato più del solito ed il Cagliari ha meritato. Capisco però il Presidente Moratti quanto tira in ballo le ultime 3 gare. I rigori si DEVONO dare quanto ci sono e NON VANNO dati quando…non ci sono. Le partite si vincono anche per…queste decisioni,al di là dei meriti e della qualità del gioco espresso. Sento parlare di moviola! Resto perplesso QUANDO dopo avere visto e rivisto le immagini le opinioni dei singoli…non s’incontrano, avendo tifo differente gli uni dagli altri. Allora, a cosa serve …la moviola?

  3. Rigore non concesso a parte, questa Inter non può concedersi il lusso dell 3 punte
    Ad maiora! E sempre Forza Inter!!!!!!

  4. pasquale somenzi // 18 novembre 2012 a 21:15 // Rispondi

    Non e’ mai esistita la certezza che l’Inter avrebbe vinto in casa per l’eternita’
    e quindi prima o poi il primo pareggio casalingo di Stramaccioni in campionato
    sarebbe arrivato.
    Dopo 22 giornate (quindi numericamente piu’ di un girone) e’ la prima volta
    che con Stramaccioni l’Inter non vince in campionato per 2 giornate consecutive
    ed oggettivamente non e’ facile trovare allenatori anche famosissimi che al loro
    esordio nelle prime 22 partite di campionato sono riusciti a fare altrettanto.
    Nella gestione Stramaccioni inoltre sembra ci sia un’allergia per i 3 risultati
    piu’ classici del calcio, ossia 0-0 / 1-0 / 1-1, infatti l’unico 0-0 c’e’ stato l’anno
    scorso a Firenze, 1-0 si e’ verificato solo contro squadre con tifoserie gemellate
    (Milan e Partizan) ed infatti i pareggi sono stati:
    7 aprile: Cagliari-Inter 2-2 cn. Trieste
    22 aprile: Fiorentina-Inter 0-0
    30 agosto: Inter-Vaslui 2-2
    20 settembre: Inter-Rubin 2-2
    18 novembre: Inter-Cagliari 2-2
    Tra campionato e coppa sono 12 partite consecutive che l’Inter va in gol, ma
    sono anche 6 partite consecutive che subisce reti.
    Per concludere ricordo che Inter- Cagliari ha un solo precedente finito 2-2
    esattamente il 30 novembre 1996 con andamento analogo, infatti sblocco’ nei
    primi minuti Ganz, il primo tempo fini’ 1-1 col pareggio di Muzzi , Silva porto’
    in vantaggio il Cagliari nel secondo tempo e pareggio’ nel finale Djorkaeff.
    Chiudo con un ringraziamento a Roberto per i complimenti al mio commento
    precedente.
    Pasquale.

  5. Ricordo che l’anno scorso dopo un filotto di vittorie consecutive (7?), sor Claudio der testaccio disse: “adesso arriva il difficile”.
    Non sarà l’allenatore più titolato della storia, ma l’esperienza da tecnico alla fine, purtroppo, gli ha dato ragione.
    Dopo Torino ci siamo (quasi) tutti (io per primo) montati la testa; dopo bergamo e oggi siamo tornati con i piedi per terra.
    E non parliamo di episodi che considero argomento risibile, utile solo agli ascolti tv e vendita quotidiani (a proposito, silenzio stampa e dichiarazioni presidente, piccola caduta di stile); se punti in alto, col Cagliari in casa devi vincere, al di là di tutto, stop. Abbiamo preso 2 gol e senza l’alibi Silvestre, a cui manca solo di essere incolpato per la crisi economica e per l’uragano Sandy.
    Abbiamo invece oggettive carenze di organico (su tutte play basso e vice milito) che le 10 vittorie consecutive ci avevano fatto dimenticare.
    Oggi sono riemerse come Mont Saint Michel con la bassa marea.
    Comunque l’obbiettivo di quest’anno deve realisticamente tornare ad essere quello di riascoltare quella musichetta tanto brutta, ma che trasmette sempre forti emozioni.
    Stramala

    • Silvestre da me viene incolpato solo di non aver avuto un buon approccio nel suo primo anno con l’Inter e di non essere stato, almeno fino ad oggi, un marcatore attento. Forse sei tu che ti illudi ad ogni partita di essere campione d’Italia per poi tornare al terzo posto alla prima sconfitta. Io fin dall’estate ho sempre parlato di Inter competitiva per l’alta classifica, sulla carta inferiore a Juventus e Napoli che, al di là dei valori, sono insieme da più tempo e quindi avvantaggiate. Poi se stai nell’alta classifica fino a primavera ci può stare tutto perché nel calcio non sempre vince il più forte, altrimenti l’anno scorso avrebbe vinto il Milan. Ma io le uniche sentenze che seguo con attenzione sono quelle dei tribunali, a proposito di Juve, non quelle dei tifosi a metà novembre
      GLR

  6. Partita molto difficile da decifrare il Cagliari ha buone individualità da centrocampo in su e su queste ha impostato la partita, la difesa a 3 con i titolari questa volta non è stata proprio impeccabile, il problema è che andrebbe anche coperta in un certo modo e al momento l’unico che nonostante gli impegni ravvicinati continua ad avere gamba mi sembra sia Nagatomo mentre Gargano e Cambiasso appena l’infermeria si svuoterà avrebbero bisogno di un pit-stop, cosa che potrebbe essere fatta anche da Zanetti se lo si spostasse in mezzo al campo (dove magari riesce anche risparmiarsi qualche corsa) inserendo Pereira a sinistra.
    Riguardo l’arbitraggio, forse era meglio mandare Baresi in sala stampa perché Stramaccioni si era visto subito che rischiava qualcosa più del deferimento anziché fare il silenzio stampa.

  7. luke, toronto // 18 novembre 2012 a 22:21 // Rispondi

    Secondo me questa squadra non puo supportare il tridente d’attacco e si era visto anche contro Atalanta. Peccato per i punti persi, ma Atalanta e Cagliari sembravano il Barcellona non e che il buon Strama ha sbagliato qualcosa? Il rigore era netto come lo era quello di Catania contro di noi, quindi io tutto questo accanimento di Moratti contro gli arbitri non lo capisco(io vivo in Canada e certe cose non le so spiegare). Non e meglio strigliare la squadra e non dargli dei alibi. Atalanta e Cagliari una Inter decente li deve battere e basta

  8. le ultime due gare son costate 3 punti pesantissimi. A Torino però l’Inter ha dimostrato che, se segni, puoi essere più forte anche dei torti: e invece Milito ha ripreso a sbagliare a raffica gol pesanti come il piombo. Oggi, poi… Ma cos’ha???
    Capitolo torti: ho letto una dichiarazione del tipo “attaccarsi all’episodio del rigore è riduttivo”. Riduttivo un par di ciaspole! Era un rigore grande come il Duomo, e l’han visto tutti. Gli arbitri che hanno fatto la storia (Agnolin, Lo Bello, Michelotti, Casarin) rigori così li davano anche al 95’, ma posso capire che per la attuale classe arbitrale (veramente scadente) si tratti di finezze impensabili…
    Moratti ha ragione da vendere e c’è chi vuole un calcio così, un calcio dove il gol di Muntari (il caso più eclatante) non viene dato perchè nel 2012 la tecnologia per correggere l’incapacità è bandita.

  9. Oggi condotta di gara dell’Inter mediocre. Per vincere occorre grinta e concentrazione per tutta la partita, non solo con la giuve ma anche con squadre di caratura inferiore.
    Non voglio a tutti i costi frignare, la mia è solo una constatazione: siamo tornati ai tempi di quando dovevamo vincere per salire in vetta e regolarmente finiva come nelle ultime 2 partite.
    In merito al Direttore di gara è evidentemente un incapace. Se è poi vero che al 91′ ha detto “zitti voi dell’Inter” allora…..
    Resta il fatto che nei 4 anni magici anche qualche risultato falsato dalle decisioni arbitrali non ci ha impedito di vincere a maggio.

  10. Non ci arrabbiamo più del dovuto, per ora.
    Sarebbe stata una domenica diversa, dal punto di vista calcistico, se avessimo vinto ma, alla fine siamo secondi. Concordo che il Cagliari ha meritato il pareggio ma, nel calcio certi episodi contano più di altri, se vinci 4-0 e ti negano un rigore netto o di danno un rigore nullo contro è un conto, se ti negano un rigore evidente all’ultimo minuto quando con fatica stai pareggiando è un altro. In passato era peggio, ora credo sia solo incompetenza ma, credo che un presidente, un allenatore, una squadra che a ben vedere in tre partite ne hanno viste di ogni un pò le palline possano anche girare. Detto ciò animo e coraggio perchè c’è ancora molto da fare.
    Saluti e FORZA INTER

  11. Dopo l’impresa di Torino nella ultime due partite la squadra mi semba in leggera frenata, al di là degli episodi arbitrali sfavorevoli. Credo pesino più gli infortuni e la carenza di ricambi all’altezza a centrocampo che un vero rilassamento psicologico (che non vedo) o un calo di condizione (in fondo si è sempre segnato nel finale).
    Non credo sia utile radicalizzare le polemiche, ma in coincidenza di decisioni arbitrali consecutivamente contrari la sottolineatura presidenziale è opportuna.
    Resta una classifica molto buona (+ 3 in media inglese).
    Milito ha avuto la possibilità di volgere la partita a nostro favore, ma non l’ha colta e quindi la partita è rimasta in bilico grazie ad un Cagliari organizzato che ha ben giocato mettendo costantemente in difficioltà il nostro lato destro difensivo e meritando complessivamente il pareggio.
    Guardiamo avanti perché comunque c’è da restare ottimisti.
    Henryk, Roma

  12. Un Inter a tratti inguardabile,soprattutto nel primo tempo. Confusa imprecisa e pasticciona in difesa, deludente in mezzo e sprecona davanti (oddio Milito oggi!). il Cagliari non ha demeritato il pareggio, tuttavia l’ultimo quarto d’ora l’abbiam fatto piu’ che bene .Speriamo di rimetterci in carreggiata quanto prima, oggi era una buona occasione per avvicinarci alla vetta e l’abbiamo sprecata. Sull’arbitraggio c’e’ poco da dire. se fino ad un mese fa avevamo poco da lamentarci, nelle ultime giornate se ne stanno vedendo di tutti i colori, spero finisca presto questo trend anche perché i signori che sono in vetta stanno ricevendo un trattamento di tutt’altro tipo. mi auguro che nelle prossime giornate si riequilibri tutto perche’ cosi’ non va affatto bene.

  13. Io dico: va bene cosi. Magari, a maggio, rimpiangeremo i due punti persi oggi ma onestamente non sarebbe stato giusto per il Cagliari uscire da SanSiro con zero punti e, soprattutto, questi sono i pareggi su cui una squadra – e un allenatore al suo primo campionato completo – puo’ costruire il proprio futuro imparando a non fare piu’ certi errori. Forza Ragazzi!

  14. Senti dire che il Cagliari ha meritato il risultato per la bella partita…Ok va bene, ma a casa mia vale il risultato sul campo e se c’è un rigore e sul primo gol c’è un tocco di braccio, da ridire ne abbiamo solo noi!
    La sfacciataggine dell’arbitro che non si è preoccupato di sentire i colleghi al momento del possibile rigore, ma forse il giudice di linea ha facoltà di andare oltre il suo ruolo solo quando c’è la Juve!!!!!
    I dubbi di una possibile malafede purtroppo rimangono!

  15. Stefano il "Cipe" // 18 novembre 2012 a 23:27 // Rispondi

    Ho come l’impressione che la squadra non giochi con tranquillita, che non abbia ben chiaro le proprie potenzialità. Se poi ci si aggiunge il dato di fatto degli errori arbitrali (troppi a nostro sfavore, francamente!) non è difficile capire che in campo sia necessaria più personalita e meno errori.
    AMA la PAZZA.

  16. piuttosto che lamentarsi di un rigore a ridosso della linea dell’area al 90esimo, bisognerebbe che qualcuno spieghi come mai in due partite si sono presi 5 gol. poi ci sta il rigore, ci sta l’errore , ci sta tutto, ma se invece di trovarsi sul 2-2 si stava sul 2-0 la partita si portava a casa….

  17. Premetto che il Cagliari non ha rubato nulla. L’Inter era in emergenza a centrocampo e non aveva cambi li in mezzo per aiutare Cambiasso e Gargano palesemente in difficoltà oggi. In sostanza poca protezione alla difesa. Siamo stati pericolosi nel finale quando l’abbiamo buttata in caciara. Che grinta però. Siamo una buona squadra non ancora equilibrata.
    P.s. Gli episodi nel calcio fanno la differenza. L’arbitro può sbagliare fischiando punizione dal imite, non può non fischiare…sarà scarso dai….

  18. Un vero peccato – non si sa se siano due punti persi o uno guadagnato, prestazione dell’arbitro esclusa ovviamente…il gioco però, un po’ è mancato e il centrocampo non copre a sufficienza la difesa, che oggi, pur coi due rientri importanti, ha ballato parecchio – non mi piace parlare degli assenti, ma forse il buon Wesley potrebbe tornare utile, per fare più gioco e dare più qualità al centrocampo – siamo sempre li e, sistemando alcune cose, non si può che migliorare ancora

    • Toh, adesso manca Sneijder! Non mi riferisco nello specifico a Franco, ma ad altri post che stanno arrivando a getto continuo da parte di chi lo voleva rottamare fino a ieri! Incorreggibili! Incorreggibili davvero, anzi tifosi, per cui si cambia idea ogni 90 minuti! E vai….
      GLR

  19. Marco dal Canada // 19 novembre 2012 a 00:17 // Rispondi

    Mi dispiace dirlo, ma avete un calcio corrotto fino al midollo, da noi queste cose non esistono, perche’ usano la tecnologia (football). Non avendo la moviola i soliti imbroglioni possono fare cio che vogliono!

  20. E’ vero che gli errori dei nostri sono stati enormi però se c’è un rigore netto come quello su ranocchia lo devi dare. poi spiegami cosa c’entra il comunicato Juve dopo lo sfogo del ns presidente che non ha mai menzionato il nome Juventus? forse la coda di paglia?
    ciao e forza Inter sempre

    • Comunicato? Quello è un comunicato? Riportare la relazione di Palazzi su Calciopoli? Relazione di parte che manco hanno capito, una semplice relazione dell’accusa insomma e non una sentenza dopo un regolare processo o almeno confronto tra le parti. Fanno scompisciare dal ridere: per loro Palazzi quando gli condanna Conte o chiede la serie C è cattivo, ma diventa un esempio quando parla dell’Inter! Guai a scendere a quel livello! Sul sito dell’Inter non potrebbero pubblicare una semplice relazione d’accusa ma almeno una decina di sentenze dagli anni ’90 ad oggi di tutti i codici: codice di giustizia sportiva, codice civile, codice penale, procedura civile e procedura penale. Oddio forse pure il codice della Navigazione. E in tutto il mondo, appena una squadra ha un favore arbitrale gli cantano “come la Juve, siete come la Juve!”
      GLR

      • Ti faccio i complimenti Gianluca, le polemiche fanno parte di questo nostro calcio, rigori dati non dati, arbitri che sbagliano, giornalisti tifosi ecc., ma non si potrà mai migliorare la mentalità di questo sport (chiamiamolo ancora così) se chi deve dare l’esempio non sa riconoscere le istituzioni e peggio ancora non sa distinguere le nozioni elementari di come è costituito un procedimento che sia penale o civile o sportivo.

  21. accetto e capisco errori sul fuorigioco, in mischia ed altro, ma ieri il sestetto di arbitri ha lasciato volontariamente campo libero ai picchiatori del cagliari e non ha volutamente visto un rigore SOLARE: questo mi provoca nausea e pensieri poco positivi per questo calcio, dopo la mancata espulsione di lichtsteiner credo ci sia premeditazione.

  22. Claudioeffedeejay // 19 novembre 2012 a 01:11 // Rispondi

    Ma quando ti fai prendere a pallate a S.Siro dal Cagliari bisognerebbe avere la decenza di non lamentarsi dell’arbitro. L’errore più grande della domenica lo fa Milito divorandosi un gol già fatto. Se ci volesse la frusta per l’arbitro per il rigore non fischiato su Ranocchia, per l’attaccante argentino ci vorrebbe la forca. Il diritto di lamentarsi a volte bisogna anche meritarselo sul campo. La squadra è stata inguardabile con un primo tempo penoso in cui il Cagliari ha avuto il 60 % di possesso palla e Handanovic sembrava l’orso del Luna Park.
    Dopo l’ 1 a 3 di Torino mi aspettavo un sussulto da parte di ambiente e squadra e invece gioco e “palle” sono rimaste alla Pinetina. Moratti ha paura di essere tornato a prima del 2006: anch’io, ma in tutti i sensi però.

    • Handanovic preso a pallate? Nel primo tempo hanno avuto tre occasioni, e allora? Milito, dopo tutto quello che ha fatto per l’Inter, tra cui una fantastica doppietta nel salottino della Juve quindici giorni fa, alla forca per aver sbagliato un gol che segnava pure mia nonna? Quando dico che vorrei altri tifosi per l’Inter, mi riferisco proprio a questo genere di mail. Questa l’ho comunque pubblicata per farvi vedere come si cambia opinione in base al risultato di una partita. Criticare la squadra va benissimo, sono i toni che a volte lasciano basiti!
      GLR

      • Grande GLR … L’INTER va amata sempre sia quando perde che quando vince è come la vita prendi la botta e ti rialzi, ne prendi un’altra ti rialzi più forte di prima e poi va finire che vinci tutto (2010 TRIPLETE) e dei nemici non ve traccia. Il rigore non dato, il fallo di mano con gol (mentre YUTO è stato espulso nel derby per lo stesso tocco solo che non interrompeva un passaggio ma se l’ è aggiustata) Vabbè non è giusto ma la vita non è giusta perchè nessuno ha detto che debba esserlo .
        P.S. gli errori degli arbitri ci stanno ma perchè alla giuve non ci sono mai e ci sono solo favori . Ciao e FORZA INTER SEMPRE

  23. Nonostante anche oggi sia stata un’inter sprecona e che ha rischiato troppo dietro, vorrei sapere quanti ad agosto ci avrebbero dati secondi a 4 punti dalla juve dopo 13 giornate. E’ una squadra ancora in costruzione ma la cui identità si intravede già e a me piace molto. Non credo minimamente alla teoria del complotto quanto invece alla scarsità e mediocrità sia degli arbitri che dei loro designatori. Il bello è che una volta al mese dobbiamo sorbirci l’intervento di braschi in tutte le trasmissioni televisive per tentare goffamente di farci credere che i nostri arbitri sono tra i migliori d’europa: ma tenere la bocca chiusa e lavorare di più per migliorare l’operato di questi signori che vengono pagati migliaia di euro a partita è una cosa così scandalosa?
    Stramala!

  24. Giudico il silenzio stampa voluto da Moratti la cosa più giusta. Piuttosto che dire cazzate a caso è meglio fare silenzio per un po’ di tempo. Non vorrei si cadesse nelle solite provocazioni di Agnelli, Marotta, Bonucci, Conte e gente del genere. Parli degli arbitri e rispondono loro, come se fossero tutt’uno. Invito gli interisti a non comprare fiat e non solo perchè fanno macchine di bassa qualità, ma perchè sono legati a quelli là e domenica prossima tifare Vettel contro Alonso, perchè vedere un marchio fiat battuto da chi fa le lattine di bibite energetiche, ti fa capire quanto sono di tolla le “zucche” (inteso di teste vuote) di quelli là.

  25. Ragazzi calma e gesso!!!! Dopo 10 vittorie consecutive e dieci fuotri casa, ci puo’ stare una leggera flessione, anche perchè, non dimentichiamo che siamo una squadra in costruzione e che tutto quello di buono che otterremo quest’anno sara’ appunto un qualcosa di inaspettato e non pronosticabile. Detto questo è innegabile che gli errori arbitrali ci sono, non li ho contati ma credo che dall’inizio della stagione siamo quasi pari.
    La classe arbitrale si sta dimostrando insufficiente a reggere lo stress e le mille polemiche e non credo ad un disegno preordinato per favorire una societa’ in particolare.

  26. mamma Viviana // 19 novembre 2012 a 08:02 // Rispondi

    Ciao Gl, errori arbitrali a parte, io ho visto alla fine di tutto una partita anche gradevole giocata con intensità da tutte e due le squadre e una bella grinta dei nostri che come domenica, a parte” il ciclone” Silvestre, hanno lottato con il coltello tra i denti per portare a casa il risultato.
    bacioni mamma Viviana

  27. Secondo me la partita di ieri, sia pur condizionata dall’episodio del rigore netto non assegnato, ha segnato un passo indietro della squadra: al di là dell’errore di Milito sotto porta (grave sì, ma occhio a condannarlo senza appello perchè sta giocando sempre e non può essere costantemente fresco, attento e reattivo!), credo che l’aspetto peggiore sia stata la fase difensiva. Ho visto un reparto meno attento del solito, con qualche sbavatura persino da Samuel (e questa è una notizia!).

  28. Secondo me oggi è un punto guadagnato, e potevano essere anche tre se l’arbitro infame avesse fischiato quel rigore clamorosoi! purtroppo abbiamo regalato un paio di palle gol di troppo, ma era inevitabile con un centrocampo messo così male, nemericamente intendo! Sarebbe servito un super portiere, e handanovic lo è stato e un attaccante spietato, ieri il killer milito non era in giornata! Siamo a 4 punti di distacco e ci può stare ma occorre ricominciare a far risultato da subito, dalla uefa!
    Per quanto riguarda il silenzio stampa della società, boh non l’ho capito se poi moratti va ai microfoni e fa tutto sto casino.
    Il comunicato juve è qualcosa di talmente stupido che non merita attenzioni. La dirigenza bianconera è una barzelletta!

  29. Settimana scorsa ho scritto che torti e favori si compensano nell’arco di un campionato lungo come il nostro, e ne sono ancora convinto, spero non tanto di passare all’incasso nei prossimi match ma almeno di avere arbitri degni di questo nome. Il nostro mister che apprezzo molto come tecnico è da qualche domenica che non ha un profilo basso e umile come quando è entrato nell’olimpo del calcio e che apprezzavo tantissimo, ci sta che alzi un pochino la cresta e si faccia sentire quando reputa di essere soggetto a torti ma adesso forse sta facendosi troppo prendere dagli eventi. L’atteggiamento di ieri quando è stato espulso non mi è piaciuto.

  30. A mio parere la Juve non è la più forte, ma soltanto la meno scarsa. La squadra bianconera vince basandosi sulla corsa costante e sulla forza dei nervi. Insomma, i suoi giocatori devono dannarsi l’anima, perché, Andrea Pirlo a parte, grande classe non ne vedo.
    Il pareggio dell’Inter di ieri è stata un’occasione sprecata (ahi ahi ahi, caro Principe…), ma 4 punti rimangono un distacco ragionevole, e allora… forza ragazzi!
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara

  31. A prescindere dal rigore non dato, l’Inter col Cagliari deve vincere, non ci sono storie. Oltre agli errori sotto porta, ritorno su un mio cavallo di battaglia, prendiamo troppi goal, bucati al centro ed il primo di Sau ne è un esempio lampante.
    Bisogna cercare di intervenire su questo aspetto e migliorarlo, anche se a parziale scusante c’erano le non perfette condizioni di Ranocchia e Samuel.

  32. Ci sono quelli per cui dovremmo fare 114 punti tutti i campionati e fare 133 goals a campionato. Chi solo avesse guardato qualche partita del Cagliari saprebbe che è una ottima squadra che corre e lotta e ha una buona tecnica. Quindi nulla di stupefacente se ieri ha fatto una ottima partita dove non ha demeritato il pareggio. Ma resta il fatto che ieri al 91′ c’era un fallo per noi evidentissimo (in area o meno quello magari si poteva anche tollerare l’errore) e che il recupero dato nel secondo tempo è ridicolo. Sabato 6 minuti nella partita delle 18,00 (in parte giustificati dalle perdite di tempo del portiere della Lazio) ieri 3 minuti con 4 cambi e Pinilla che ha perso almeno 2 minuti e Agazzi che ad ogni rinvio perdeva 30 secondi.
    Ecco dove sta l’incazzatura. Poi il resto è noia, e film già visti.
    L’Inter sarà anche arruffona ma alla fine crea molte occasioni, a volte non le trasforma ma se le crei prima o poi…

  33. mattia cardinali // 19 novembre 2012 a 10:15 // Rispondi

    Se l’Inter non gioca 90 minuti come il Barcellona è una squadraccia e non ha diritto a lamentarsi degli arbitraggi, anche se le fanno un gol irregolare e le negano un rigore solare. Ma siamo impazziti? Almeno i tromboni di regime hanno un tornaconto personale, gli antitifosi nerazzurri no. Non mi piace parlare degli arbitri, quindi parliamo di sfortuna: si è perso e pareggiato per sfortuna, considerando che l’Inter sta giocando falcidiata dagli infortuni (oltre ai vari indisponibili, Ranocchia, Samuel e Cambiasso non sono al 100 per 100). Come fai a sopportare tante cazzate degli antitifosi interisti?

    • Infatti appena vedo post farneticanti o troppo lunghi o scritti in un italiano alla Conte o alla Marotta li piallo alla seconda riga. Altrimenti ne avrei minimo 7-800 ad ogni editoriale. Ne pubblico uno ogni tanto, giusto per divertimento!
      GLR

      • Caro Gianluca per ragioni di tifo siamo distianti anni luce e giustamente difendiamo le rispettive squadre da tutto e tutti ma una cosa non riesco a comprendere, o forse sì: perchè ogni volta che scrivi dello Juventus Stadium lo definisci “salottino” ? Sono convinto che tu lo faccia per sminuire quando fatto dalla Juventus e questo da te non me l’aspettavo.
        Con stima

        • Perché è bello e piccolino, come un salottino. Ma lo dico con ironia. In realtà ho sempre riconosciuto che Torino in questo si è dimostrata molto più avanti di Milano
          GLR

          • è davvero un salottino. i 51000 spettatori di un qualsiasi inter cagliari di una qualsiasi domenica autunnale non ci starebbero nello juventus stadium. così, per dire.

  34. Che si metta sta STRABENEDETTA moviola in campo come nel rugby, tempo effettivo di gioco e microfono dell’arbitro con audio in diretta e tutta sta manfrina è finita!
    Abbiamo giocato una partita mediocre, forse perchè dopo 8 settimane di alti, è fisiologico avere dei bassi…quindi abbiamo pareggiato meritatamente e con l’aiuto di Astori (ieri potevano starci per ore davanti alla porta a tentare…).
    Un appunto a Strama…la squadra non sempre è in condizione di reggere le 3 punte…

  35. Forse sarò l’unico, ma non ho visto affatto una brutta Inter, abbiamo ballato troppo in difesa, è vero, ma alla fine Agazzi è stato il migliore in campo e il grave errore di Milito ( oltre a quello dell’arbitro) ha pesato sul risultato finale. La juventus, senza dubbio, è molto più solida di noi, quindi alla fine dovrebbe rivincere lo scudetto, ma il Napoli a differenza tua non la vedo più forte dell’Inter e il teorema che le squadre più rodate partono sono più avvantaggiate è smentito dal campionato straordinario che sta facendo la Fiorentina, squadra cambiata per 10/11.

  36. Certo che gli amici gobbi sono davvero incorreggibili, e l’atteggiamento della tifoseria è perfettamente consequenziale a quello della dirigenza, valida dal punto di vista delle scelte tecniche e sportive, ma estremamente carente per quanto concerne la gestione diciamo così…politica! Marotta, Conte, Agnelli e company si comportano come i peggiori ultras, e non basta lo stadio salotto all’inglese per acquisire fair play. Mi fanno ridere quelli che dicono che comunque il risultato è giusto, ma che cosa vuol dire? Il rigore andava comunque dato, avremmo vinto magari immeritatamente ma comunque regolarmente. Gli scudetti del resto si portano a casa anche vincendo partite malgiocate, e questo alla juve è capitato una infinità di volte. Lo sfogo di Moratti è del tutto comprensibile, non sono complottista, ma tira una brutta aria. Ciao GLR alla prossima (vittoria)!

  37. con una panchina come quella della Juve quel rigore l’avrebbero dato…sai come sarebbero schizzati in campo a protestare???

  38. Strano che dopo la sconfitta di Bergamo e il pari di ieri qualcuno non abbia ancora criticato Branca per il mercato estivo, o Moratti per aver dato via Mourinho, o per altre puttanate del genere. Non hanno ancora tirato fuori il nome da 80milioni che vorrebbero a gennaio? Tornando al rigore sacrosanto di ieri è stata una svista (l’ennesima) che ci ha tolto punti. Capisco Moratti e l’incazzatura di un uomo che se avesse in tasca tutto quello che ha speso per l’inter sarebbe l’uomo più ricco del mondo però dobbiamo stare più calmi.
    Il capolavoro noi lo abbiamo già fatto vincendo a Torino nonostante le “sviste” arbitrali. .
    Forza Inter

  39. Massimo Inter // 19 novembre 2012 a 11:41 // Rispondi

    L’Inter ha pareggiato in casa con il Cagliari e…apriti cielo.E’ vero, c’era un rigore per noi, ma l’Inter ha dimostrato più volte di poter competere fino alla fine. Quindi, anzichè spianare i fucili alla Pinetina, massima fiducia alla squadra. Il tempo e le occasioni per rifarsi ci sono e l’Inter ha tutte le carte in regola per rimontare. Già solo il fatto che la squadra se va sotto, si da’ da fare e rimonta o addirittura vince, fa solo capire che gli attributi ci sono. Ripeto:tempo e occasioni non mancano!

  40. Ciao Gianluca a proposito di tifosi interisti, spesso condivido le tue opinioni sul fatto che una buona parte di tifosi cambia rapidamente opinione su giocatori, allenatori, dirigenti, ecc.. passando da un estremo all’altro. Così come condivido in toto la replica a “Claudioeffedeejay”. Ma in merito al suddetto signore credo che si tratti di un gobbo ancora avvelenato per la profanazione dello Juventus Stadium. Ciao

  41. troppe volte ci si dimentica che nel calcio come in tutti gli altri sport esistono degli avversari…ieri il cagliari ha giocato una partita sontuosa..a viso aperto..senza barricate ma intelligentemente chiusi per poi ripartire negli spazi per andare a far male all’avversario…insomma nonostante l’inadeguatezza arbitrale non hanno rubato proprio nulla strameritando il punto preso
    la moviola in campo credo non la metteranno mai..azzererebbero tutte le polemiche che sono il sale del carrozzone che sta intorno al calcio giocato

  42. 1—Dal 1960 in avanti tutte le volte che una squadra si avvicina alla Juve o lotta con questa x lo scudetto viene sistematicamente penalizzata in tutti i sensi anche Roma, Milan. Fiorentina etc
    2A— A prescindere degli errori arbitrali. (anche il 2do gol del Cagliari andava annullato) L’Inter gioca male come gli anni scorsi il centrocammpo e sempre in mano agli aversari e in questo modo i difensori già scarsi o logori concedona una quantità industriale di palle gols agli avversari.
    2B— Come dicevo alcune settimane, fa Milito sta passando i suoi 4 mesi annuali che non segna nemmeno a porta vuota(solo su rigore con brividi), xkè lo fanno giociare? xkè non c’è il sostituto, in compenso abbiamo tanti 3/4rtisti: Cassano, Snejder, Cou, Alvarez
    2C– Ma Alvarez e COU sono da INTER ? quando lo sapremo ? Forse mai (io personalmente penso di no) Gargano sbaglia il 50% di passaggi
    Saluti Flora

  43. Ciao GLR,
    Sinceramente il punto di vista “il rigore c’era, ma abbiamo giocato male quindi non lamentiamoci” mi pare davvero la quintessenza del gatto nero (non a caso è l’argomento principe di chi interista non è, oggi). Esistono fisiologicamente in un campionato (anche quello del Triplete, lo dico a beneficio degli smemorati, che invito a rivedere, ad esempio Cagliari-Inter 1-2) quelle 10 partite in cui non meriti limpidamente di vincere e un episodio come un’autorete, un rimpallo in area che ti libera l’attaccante, un palo interno anziché esterno ti fanno fare punti. Se le vinci tutte e 10, vinci lo scudetto; se ne vinci 0 vai a malapena in europa league. L’anno del Triplete (in cui la fortuna non ci è stata obiettivamente nemica) le vincevamo tutte e 10; l’anno scorso le abbiamo perse quasi tutte (poi saremmo al max arrivati quarti perché eravamo una squadra più debole, ma non cambia il senso).
    Quest’anno dispiace notare che un errore plurimo dell’arbitro (il 2-1 del cagliari era irregolare) ci costa 2 punti. Ci saranno partite che vinceremo (o abbiamo vinto) per un favore arbitrale? E sia. Ma questa storia del gioco mi pare una colossale cazzata: abbiamo una rosa da 3-5° posto e siamo secondi, e senza torti o favori saremmo a -1 dalla squadra più forte. Mi pare andare al di sopra delle proprie possibilità. Se giochiamo male noi, che pure stiamo al di sopra delle aspettative, chissà come giocano male la Juve, il Napoli, la Roma, il Milan, che sono al di sotto…
    Saluti
    Lucio

  44. da juventino dico che Moratti deve smetterla di fare riferimenti a cose che non esistono più e l’inadeguata ‘comunicazione della Juve’ (ma come può una società seria rispondere a Cassano?) non può usare Palazzi solo quando fa comodo.
    Ciao Gianluca, sei sempre er mejo, come direbbe il tuo mister.

  45. Il calcio è ormai ridotto ad uno spettacolo in costume da sportivi, quindi aspettarsi correttezza ed etica è da ingenui. Tuttavia ogni tanto riesco ancora ad intristirmi un po’. Ad esempio ieri: a prescindere dalla prestazione della squadra, siamo stati affossati da un signore che, banalmente, non era all’altezza di dirigere quella partita. Come lui, parecchi altri.
    La professionalità, tra gli arbitri come in molti altri campi, non è più un requisito essenziale e questo è triste.
    Così come è triste dover prendere delle posizioni chiassose e scomposte per provare a far capire che non si è completamente fessi e che almeno si prova a far sentire la propria voce. Purtroppo, nel nostro paradiso di evasione e di regole disattese, la correttezza ed il fair play sono segni di debolezza. Da qualche parte bisognerà pur iniziare la risalita, certo che è dura….

  46. Ahioi, l’Inter non avrebbe comunque meritato la vittoria.
    E’ palese l’incapacità cronica della nostra classe arbitrale a fare ciò che a loro è richiesto: assicurare il rispetto delle regole. Ed è ugualmente evidente anche la (volontaria?) incapacità delle società di calcio a fornire i giusti mezzi per permettere agli arbitri di fare il loro lavoro — come ad esempio la moviola in campo e il time-out mutuato dalla pallacanetro.
    ciao

  47. L’unica cosa che dà veramente fastidio sul rigore negato è che in 3 arbitri non sono neanche riusciti a vedere che era fallo!!! Ci poteva anche stare che dessero la punizione dal limite piuttosto che il rigore, ma non dare neanche il fallo è da matti!!!!
    E’ normale che poi si insinua in testa qualche brutto pensiero…
    Mattia da Pavia

  48. Sulla gara di ieri sarei un po’, come dire, salomonico, nel senso di dividere in due la faccenda. La squadra non è brillantissima per vari motivi e qualche scelta tattica che continua a lasciarmi perplesso. Ho già scritto altre volte che non l’ha ordinato il dottore di giocare con tre punte tutte le partite lasciando in pratica il centrocampo in mano ad avversari che corrono di più. Aggiungiamoci qualche errore madornale sottoporta e il gioco è fatto.
    Poi c’è il discorso arbitraggi: sarà anche un caso, ma appena ti avvicini alla Juve te ne combinano di cotte e di crude. Sarei pronto a scommettere che faranno qualche scherzetto anche ai cugini di campagna domenica prossima.

  49. Uno vorrebbe parlare solo di calcio, evitare di fare il tifoso becero, giustificare l’arbitro quando vede Silvestre che da dietro si avventa sull’avversario ed é tratto in inganno dal movimento scomposto, oppure quando non vede Asamoah in fuorigioco di un metro e mezzo, ma oggettivamente come si fa a giustificare il fallo non visto ieri (non dico rigore, ma almeno la punizione dal limite la fischi)? E il fallo di mani di Sau, di cui nessuno parla, con l’assistente di porta la a tre metri? E Lichtsteiner che fa quel fallo da rosso sotto gli occhi del guardalinee?
    Signori, qua ci si sta giocando un campionato, ci vorrebbe assoluta cautela, a maggior ragione verso squadre che vengono da serie di partite sfortunate con gli arbitri. Se é vero che l’errore arbitrale fa parte del gioco mi piacerebbe vedere qualche errore anche nei confronti dei nostri diretti avversari. Invece a noi nel dubbio ci fischiano contro, ad altri tirano fuori una Catania! E il dottor Galliani stia al suo posto, altrimenti gli facciamo rivedere il video del derby di ritorno dell’anno scorso, che siamo riusciti a vincere nonostante le ingiustizie (come amava dire il suo presidente).
    Dopo questa doverosa premessa, pare evidente che Strama debba rivedere un po’ l’assetto tattico, perché la in mezzo si aprono troppe voragini, Zanetti non ce la fa a coprire tutta la fascia, la difesa é nuovamente troppo esposta a rischi.

  50. Nessuna squadra puo’ reggere 3 giocatori che non tornano a meno che questi non capitalizzino ogni azione. Purtroppo quello di Bergamo non è stato un episodio.

  51. Ciao Gian Luca.
    Meritare o non meritare, questo è il dilemma. MA CHI SE NE FREGA. Se c’è un fallo evidente (tranne che per Chirico e famiglia…) da rigore al 90° si da e la partita cambia risultato definitivamente, poi semmai si discute sui meriti, ma intanto i tre punti li prendo. Certo che la coda di paglia dei gobbi è infinita. FORZA MORATTI.

  52. ma tutte queste considerazioni sul merito del cagliari fanno ridere. Il calcio non è la ginnastica artistica o i tuffi dove una giuria sentenzia se hai fatto bene o male l’esercizio. Nel calcio vinci se segni un gol in più degli altri. Punto. E poi nessuno dice che Agazzi ha fatto il fenomeno come e più di Handanovic ieri. e allora?
    Il rigore c’era e andava decretato. Di partite vinte senza “meritare” nella storia del calcio planetario ce ne sono a milioni perchè deve passare il messagio che solo l’inter deve legittimare la vittoria giocando meglio dell’avversario?
    Il giocare bene non è mai stata nel calcio una condizione necessaria nè sufficiente per vincere. La juve ha preso a pallate la lazio sabato, ha vinto?

  53. Moratti nel dopo gara: “Macché disegno, è l’incapacità!”
    Il nostro presidente ha assolutamente ragione: un arbitro bravo e in malafede avrebbe dato punizione dal limite :)
    Sempre forza Inter Stramala

  54. Ciao Gianluca la faccio breve. “E’ SEVERAMENTE VIETATO AVVICINARSI ALLA JUVE!!!”
    Capisci ammia aaaaaa. (non conosco bene il siciliano spero di aver reso bene l’idea).
    Ciao e forza INTER!!!!!

  55. CIao Gianluca, complimenti per le tue analisi.
    Volevo ringraziare a Stramaccioni per gli ottimi risultati fin qui raggiunti.
    L’unico neo per me sono le 3 punte in quanto questo modulo è dispendioso soprattutto quando la stagione è lunga e l’età media dei giocatori è alta.
    Quando si passerà al piu’ consolidato 4-4-2?
    Anche Mou il primo anno ci provo’ e poi sappiamo quando dopo cambio’ come è andata.
    Saluti
    Massimo

  56. Lasciando da parte arbitri & affini, vorrei ricordare che se ha frenato l’Inter (4 punti in tre partite), lo stesso ha fatto la Juve, e che di partite contro squadre di medio-bassa classifica i gobbi ne hanno pareggiate parecchie anche lo scorso anno.
    Ora abbiamo un calendario favorevole e due partite europee da turnover totale, mentre loro hanno Milan, derby e due impegni europei da giocare alla morte: non mi stupirei se a Natale ci trovassimo una sorpresina sotto l’albero…
    Semprechè la sorpresa non la faccia la Fiorentina! 5 vittorie di fila (di cui due senza Jovetic), niente coppe tra i piedi, tanti giovani e un tecnico che sembra uno Strama con + esperienza…

  57. Silvio da Torino // 19 novembre 2012 a 18:11 // Rispondi

    A parte il rigore non dato al Catania, non ricordo altre situazioni favorevoli per noi.
    In queste ultime tre partite invece l’escalation contro di noi è stata preoccupante ed è giusto lamentarsi. La Juventus si lamentò l’anno scorso alla prima giornata dopo un 4-1 al Parma. Quello che mi preoccupa un pochino sono le possibili ritorsioni contro di noi dopo le parole del Presidente. E non dite che è una cosa che non può verificarsi.
    Per tornare alla squadra mi sembra che dopo la partita con la Juventus ci sia stato un pò un calo, probabilmente anche psicologico, ed il gioco viene un pò meno fluido. Però il rigore bisognava darlo ed avremmo parlato di una ottima rimonta contro un’ottima squadra. Io continuo a crederci. Forza ragazzi e forza mister.
    A presto a tutti e sempre Forza Inter.

  58. Sembrerebbe che contro la juve abbiamo giocato 270 minuti al posto di 90, tanta è la stanchezza fisica e mentale delle partite successive. Il tridente, quando c’e’ ruggine a centrocampo, non viene retto dagli altri sette e succede un primo tempo come contro il cagliari, ottima squadra.

  59. 1- con il rigore oggi nessuno muoverebbe critiche, giocando bene o male , stare a meno due dalla juve farebbe un altro effetto
    2- dato oggettivo è il gran numero di gol che stiamo riprendendo a incassare, oltre anche ad un elevato numero di palle gol avute dal cagliari (personalmente ho visto un pessimo Ranocchia)
    3- credo che a Gennaio più che la riserva di Milito occorra un centrocampista di livello assoluto (Gargano è inguardabile) che faccia coppia con Cambiasso e magari gli dia l’occasione per ricaricare le batterie
    in ogni caso questa è una squadra da 3° posto che con un po di fortuna e qualche risultato negativo della juve, magari a maggio si gioca lo scudetto.
    inoltre metterei in evidenza il gran numero di assenti che non consente a Strama di dar un po di respiro ai 7/8 giocatori che giocano sempre ogni 3 giorni

  60. Michele Sartorio // 19 novembre 2012 a 19:02 // Rispondi

    Credo che la squadra sia un po’ in calo fisico. Zanetti e Cambiasso li vedo un po’ più lenti rispetto a un mese fa e i potenziali cambi sono tutti rotti (Mariga, Stankovic, Guarìn e Obi). Penso che la partita con la Juve sia stata il top della forma fisica ma purtroppo anche l’inizio di un certo calo fisico. Dato che noi non siamo esperti di dopping o cose simili, gli effetti spiacevoli li vediamo subito in gara. Ieri si è’ rischiato troppo con il Cagliari che tutto sommato non ha rubato nulla. Il discorso arbitri e’ sempre quello. Nel dubbio ci fischieranno contro 3/4 volte su 5, quindi mettiamocela via. Per vincere lo scudetto dobbiamo avere un GAP di forza tale da superare anche questo perché se siamo sul filo del rasoio sappiamo bene come va a finire. Gianluca ma riusciamo a recuperare qualcuno a centrocampo? Perché qualche ragazzo della primavera non viene utilizzato da Stramaccioni (Ducan) in caso di emergenza? Eppure dicono che siamo il settore giovanile più forte ma vedo tanta paura da parte del tecnico a provare qualche ragazzo nuovo che magari ha fatto molto bene in tornei tipo la Champions giovanile.
    Saluti, Michele.

  61. Tre partite di fila con evidenti torti arbitrali sono effettivamente troppi: spero che la squadra continui tuttavia a dare il massimo e non si lasci avvilire dalle ingiustizie subite. Ripartiamo da Parma, sperando (ma non troppo) che il Milan faccia qualcosa contro la Juve.

  62. AngeloCurvaNord // 19 novembre 2012 a 21:01 // Rispondi

    Sulla partita nulla da dire, io vedo giocare l’Inter bene da tante partite e mi piace come si difende e come fraseggia con tanti giocatori quando attacca. Ranocchia che va a fare il centrocampista sui lanci lunghi di Handanovic (bravo Strama).

  63. C’è un grosso problema consistente nel fatto che i giocatori dell’Inter portano palla, ad oltranza, perdendola poi in tentativi nel saltare l’avversario e, una volta fallito, incassano il gol in contropiede come il secondo del Cagliari. Chi si incarica di esortarli a PASSARE LA PALLA ?
    Saluti a tutti gli interisti e a Gianluca.

  64. Credo sia la prima volta che ti sento così arrabbiato…
    Personalmente sono preoccupato sia per il clima che si respira nel mondo del calcio sia , e soprattutto, per l’ennesima dimostrazione della deriva etica e culturale del nostro paese.
    Moratti si sfoga a caldo per un rigore solare e subito viene aggredito e giudicato dalla mass-a media. (neanche fosse il primo: galliani addirittura minacciò Braschi alla seconda giornata; stessa cosa, con un messaggio mafioso nei confronti della Federazione – che ha in ballo una contesa giudiziaria con la juve-, fece Conte). La Juve pubblica un altro messaggio intimidatorio alludente (sempre uno stile da padrino), con l’evidente intento di giocare con la pancia dei propri tifosi…. e tutto tace.
    Peggio di tutto, milioni di tifosi si aggrappano alla relazione truffaldina di Palazzi, ignorando una ventina di sentenze e soprattutto ignorando quel che per anni hanno detto i nostri occhi.
    Come si può rinunciare in questo modo alla propria obiettività, al proprio raziocinio, alla propria dignità, solo per difendere un gruppo di amministratori corrotti e corruttori (che in più depauperano il bene collettivo, come successo con la Continassa)?

    • Ma figurati…Ci rido sopra. Mi arrabbio per altre cose, mai per il calcio, che è un gigantesco carrozzone dove ognuno da anni va in scena con la sua parte. I dirigenti più nemici d’Italia dovresti vederli quando si ritrovano per parlare di diritti-tv o altro: non crederesti ai tuoi occhi! E’ tutto un circo!
      GLR

  65. Paolo Assandri // 20 novembre 2012 a 10:32 // Rispondi

    Non ho mai sopportato il complottismo, non ci credo ed è più forte di me. Sarò un interista anomalo ma credo che gli unici fattori decisivi per vincere siano la competenza e i soldi. Detto questo la Juve è sempre stata molto potente, come lo era l’Inter di Mou, il Milan di Allegri e di Ancelotti. Le squadre che vincono sono tutelate inconsciamente dagli arbitri.
    Col Cagliari abbiamo imbarcato sugli esterni, non è possibile che se uno mette due traversoni da 50 metri, in superiorità, non prende la palla. Comunque siamo forti e ci riprenderemo, ci servono Guarin, Obi e Mudingayi come il pane per dar fiato al centrocampo. Farei anche un po’ di turnover in avanti con Cou e Alvarez, Milito e Cassano hanno anche il diritto di essere stanchi.
    Paolo

    • Sottoscrivo ogni parola! Perché non ricevo sempre mail come questa? Perché, ognuno ha la sua opinione, direte voi. D’accordo ma in questa ci sono certamente più contenuti e spunti di riflessione rispetto a molte altre.
      GLR

    • sottoscrivo in pieno le tue parole!!! AMALA!!!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili