rec16C: Inter-Cesena 3-2

Trainata da Eto’o, l’Inter scala la classifica e il faticoso 3-2 sull’ottimo Cesena vale la quinta vittoria su cinque partite della gestione Leonardo, la quarta consecutiva in campionato, in ogni caso la più sofferta.
Dall’undici nerazzurro iniziale salta a sorpresa Ranocchia per un incredibile vuoto legislativo nel regolamento. Andrea una gara della 16.a giornata l’ha già giocata con la maglia del Genoa e all’Inter, all’ultimo istante, viene il dubbio che non possa giocarne un’altra, seppure di recupero. Lo scandalo sta nel fatto che il calcio, la quarta industria del Paese per volume d’affari, sia affidata a dilettanti allo sbaraglio, incapaci di codificare che un calciatore ceduto in una sessione di mercato invernale possa comunque disputare una partita rinviata. L’Inter domanda a destra e a manca, ma nessuno ha una risposta certa e Leonardo preferisce spegnere qualsiasi dubbio .
L’approccio nerazzurro alla gara è comunque ottimo. Al quarto d’ora, nel giro di un minuto, Eto’o parte da sinistra, si accentra, scambia con Milito e spostandosi a destra azzecca il diagonale per il suo 24° gol stagionale e sempre da sinistra avvia l’azione del raddoppio, pescando Pandev che assiste Milito per il 2-0 a porta vuota.
L’unica partita chiusa però è proprio quella di El Principe che per un fastidio all’adduttore lascia il posto a Biabiany. Non è la stessa cosa, come Materazzi anziché Ranocchia vicino a Lucio e il doppio vantaggio nerazzurro viene azzerato nel giro di sei minuti prima da Bogdani e poi da Giaccherini. Dopo i due gol incassati con la difesa schierata, l’Inter deve ricominciare tutto da capo. Lo fa ad un soffio dall’intervallo col gol di testa di Chivu, sul cui caschetto Maicon, ancora lui, pennella la palla del match. Grandissima serata del romeno che, oltre al primo gol stagionale, si spara la fascia avanti e indietro, nemmeno avesse improvvisamente smesso di patire il ruolo sulla fascia sinistra. Stavolta tra i migliori in campo c’è pure lui. Il 3-2 all’intervallo sarà anche il risultato finale, perché nella ripresa l’Inter cala vistosamente, Pandev viene beccato dal pubblico e Biabiany finisce sostituito da Obi. Eppure il quarto gol potrebbe arrivare con Eto’o, che scuote la traversa, con Maicon che conclude centralmente un triangolo con Pandev e proprio col macedone che spara altro da due passi. Dall’altra parte Budan, subentrato a Bogdani, ha un paio di opportunità per riequilibrare la gara con l’Inter che negli ultimi venti minuti non pare neppure con un uomo in più, almeno finché Cordoba non rileva Pandev e va a puntellare la difesa. Intanto capitan Zanetti si gode le 520 gare con la maglia nerazzurra, primato in solitudine, con la solita prestazione tutto cuore.
E l’espulsione di Giaccherini a venti minuti dalla fine non dispiace certo ai rivali del Milan attesi domenica a San Siro proprio dal Cesena, che magari proprio lì si riprenderà quel che loro speravano  prendesse stasera. La decisione dell’arbitro Russo resta certamente fiscale, ma è mica la prima volta che un calciatore viene punito per aver proseguito un’azione fermata da un fischio: accadde a Ibrahimovic, quand’era ancora nerazzurro, all’Olimpico di Roma il 20 dicembre 2006 in Lazio-Inter 0-2. Lo svedese, già ammonito, si ritrovò espulso proprio per aver provato un tiro dopo che l’arbitro Rocchi aveva fischiato. E un’altra espulsione per mera perdita di tempo l’aveva già patita a Parma da parte dell’arbitro Saccani nel recupero di Parma-Inter 1-2 il 12 novembre dello stesso anno.
Ora l’Inter è a -6, ma di rimonta parlatene voi, se vi fa piacere. Io continuo a parlare di rincorsa e di rimonta parlerò solo se dopo il recupero della partita di Firenze il distacco non sarà tornato in doppia cifra. Non è scaramanzia, ma lapalissiana abitudine al primato, per cui chi sta davanti è sempre favorito. Vero che l’Inter abbia una voglia pazzesca di provare a vincere un campionato snobbato per tre mesi e il senso di rivalsa di Leonardo è evidente, ma l’interista gli annunci in pompa magna li dà solo a traguardi raggiunti, altrimenti sarebbe solo ridicola propaganda, da lasciare a coloro che hanno bisogno di convincere soprattutto se stessi. Difficile pensare di accorciare ulteriormente già domenica: sulla carta con Udinese-Inter e Milan-Cesena la giornata è favorevole ai rossoneri. In caso contrario, felicissimo di sbagliarmi.

38 Commenti su rec16C: Inter-Cesena 3-2

  1. Andrea V. Ft.Lauderdale // 20 gennaio 2011 a 01:13 // Rispondi

    Quando Tagliavento ha espulso sneijder per gli applausi nel derby tutti a dire che aveva solo applicato il regolamento. Stasera Giaccherini e’ stato ammonito giustamente e da regolamento per calciare in porta a gioco fermo e tutti a gridare arbitro venduto e sudditanza psicologica… fate voi!

    • La prima ammonizione di Giaccherini era per una simulazione che non ha fatto.
      Il secondo giallo è fiscalissimo, giusto solo per il regolamento.
      Da interista sono contento, ma francamente gli arbitri italiani conrinuano a non avere un metro di giudizio unico e standard.

      • Bisogna semplicemente essere onesti, l’espulsione di Giaccherini è ingiusta punto e stop. A parti invertite mi sarei incazzato tantissimo.
        Una cosa che non è stata sottolineata è che a giovarsene è stata l’Inter per una ventina di minuti, mentre il Milan gioverà di questa espulsione per oltre novanta minuti…….. non aggiungo altro.

  2. …mettiamogli il fiato sul collo a quelli che lo scudetto l’avevano già messo in bacheca!!!
    … ma se succede…
    forza inter!!!!!!!

  3. pasquale somenzi // 20 gennaio 2011 a 01:22 // Rispondi

    La partita contro il Cesena e’ stata per l’Inter la 19esima di questo campionato e
    questo mi ricorda analogamente la 19esima dell’anno scorso, ancora piu’ sofferta
    pero’, trattandosi di Inter-Siena 4-3. Siena che poi nella giornata seguente perse
    4-0 contro il Milan: fara’ lo stesso il Cesena?
    Inter – Cesena 3-2 fini’ cosi’ anche il 11/10/1981 con gol subito di Schachner ed
    a cavallo del 20mo, nell’arco di 7 minuti segnarono Altobelli, Beccalossi e Pasinato
    Pensando alla trasferta di Udine mi vien da pensare che 2 giornate fa l’Udinese
    incontro’ il Milan che era la difesa meno battuta del campionato e segno’ 4 reti,
    poi ha affrontato il Genoa, a sua volta diventato la miglior difesa del campionato
    e gli ha segnato 4 gol, ora avrebbe dovuto incontrare l’Inter, a sua nuova volta
    difesa meno battuta del campionato, ma grazie ai 2 gol del Cesena, non lo e’ piu’.
    Da notare che l’Inter nella sua storia ha giocato ad Udine solo 3 volte nel mese
    di gennaio (2 in campionato ed 1 in coppa Italia) ed il risultato e’ sempre stato
    di 0-0
    pasquale.

  4. marco ferrara // 20 gennaio 2011 a 02:08 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, partita simile alle ultime, con cose molto buone ed altre molto meno. La vittoria era fondamentale ed é arrivata, ma dobbiamo cercare di evitare certi cali di concentrazione non appena trovato il vantaggio!! Forse lo stavamo dicendo troppo ad alta voce che gli infortuni ci stavano dando una tregua ed ecco l’ennesimo a milito (anche se questo non dovrebbe essere così grave), dispiace, poiché “el principe” dava proprio la sensazione di essere finalmente tornato ai suoi livelli, riprendendo anche a segnare con una certa regolarità!! Ottimo e mi fa davvero piacere dirlo pure chivu, di fatto decisivo per la vittoria!! Ora sotto con l’udinese, partita difficilissima e primo vero banco di prova per le nostre ritrovate ambizioni!! Un abbraccio e….SEMPRE FORZA INTER!!

  5. ciao Gianluca,
    non vorrei compiere un delitto di lesa maestà criticando Leo, ma non era più logico sostituire Milito (purtroppo ho avuto l’impressione che non si tratti di una cosa così lieve e anche se lo fosse la frequenza è preoccupante per il futuro) con Mariga, mandando Pandev a fare la seconda punta e Stankovic il trequartista??
    credo che la partita di oggi abbia dimostrato chiaramente che serve una punta di livello. Biabany, dispiace dirlo, non è da Inter (almeno per ora) e Pandev può andare bene come quarta punta ma non certo come prima sostituzione di Milito e Eto’o (ruolo che lo scorso anno aveva Balotelli….un’altra cosa!) e men che meno come trequartista. Io darei qualche chance in più ad Alibec, che potrebbe amalgamarsi bene con Eto’o in caso di emergenza.

  6. Ciao Gianluca ci avevi visto bene sulla difficolta’ di questa partita,anch’io avevo un po’ di timore che la prendessimo alla leggera e difatti dopo i 2 gol lampo del principe e del re leone(straordinario) abbiamo avuto un black-out e un calo di concentrazione evidente che dovremmo cercare di evitare perche’ va bene oggi con il Cesena domani non lo so….pero’ la cosa piu’ importante erano i 3 punti,la grande squadra vince anche soffrendo e non giocando sempre bene,anche perche’ la partita l’abbiamo aperta e riaperta noi che e’ un po’ nel dna pazzo dell’inter…Ieri ero allo stadio e sinceramente per quanto io lo adori penso che Materazzi sia stato davvero inguardabile,grazie di tutto ma basta non e’ ora che smette???Pandev che fine ha fatto???e’ diventata una cosa davvero irritante!!!Mi e’ piaciuta invece la grinta e la voglia che ci ha messo obi quando e’ entrato a differenza di Biabiany che ti da quell’impressione di aver talento ma fino a qui non ha dimostrato un bel niente!!!Ora tutti a Udine…partita difficilissima!!!E AVANTI CON LA “LEO”MUNTADA!!!

  7. Ciao Gianluca a parte che certe partite matte sono successe anche con il Mou mi ha fatto paura lo schieramento difensivo . Noi a Materazzi gli vogliamo bene ma non è più in grado di difendere la retroguardia in modo decente e manda in confusione anche Lucio e chivu. Vista “indisponibilità” di Ranocchia non era logico mettere Lucio e Chivu centrali con Santon a sinistra? E poi perchè dare dosso sempre a questo ragazzo chei errori cosi grossi non ne fa tanti anzi per me goca molto bene ,perdere un talento cosi giovane sarebbe un delitto ,non ha fatto un errore incredibile Lucio domenica? e Pandev qust’anno ne fà a iosa , a lui invece non viene perdonato niente lo si paragona sempre alle prestazioni del suo esordio ma gli lasciamo il tempo di recuperare pienamente dal suo grave infortunio?

  8. Stamattina tre tifosi dei cuginastri non si sono visti al Bar.Cominciano a sentire puzza di Pirelli che sgommano?

  9. glr volevo chiederti cosa pensi di obi? a me piace tantissimo, anche ieri è entrato e ad un certo punto ha seminato da solo tutta la difesa del cesena mettendo in mezzo una palla che goran doveva solo appoggiare in rete… e non è la prima volta che gli vedo fare numeri quest’anno… fra i giovani che ha l’inter, piuttosto del tanto decantato coutinho che francamente lascerei al campionato brasiliano, mi sembra quello su cui cominciare a puntare seriamente…

  10. Roberto Scibe // 20 gennaio 2011 a 08:54 // Rispondi

    Non credo che la prossima domeica recupereremo altri punti ai cugini: già 5 vittorie di fila mi sembrano un traguardo notevole per chi – fino a poco prima – contava i suoi titolari prima in infermeria e poi sul campo.
    Ma il sogno di arrivare comunque all’ultima giornata, all’ultimo minuto, magari grazie ad un rigore dubbio o ad un autogoal stupido, e portare via lo scudetto a:
    – uno zingaro irriverente
    – un pelato trafficone e presuntuoso
    – una squadra che tra qualche mese avrà tra le sue file il più fulgido talento italiano – nei piedi – (e il più marcio nella testa) scoperto da noi
    – un presidente che ha cacciato ignominiosamente Leo (forse su suggerimento di qualche sua donnina?)
    – ….
    mi solletica mica poco…
    Roberto

  11. Caro GianLuca,
    leggo con piacere sempre le tue analisi.
    Credo peró che, attualmente, il neo piú grande di questa Inter sia la tenuta difensiva. Dall’infortunio di Samuel, ogni volta che gli avversari arrivano dalle nostre parti tremano le gambe, per non parlare di Materazzi francamente (ormai?) inguardabile.
    Lo stesso Lucio senza Samuel a fianco sembra dare meno sicurezze. Cordoba sta facendo benissimo, ma la sensazione di una difesa ballerina c’é. Ieri il Cesena é arrivato nel primo tempo 3 volte e ha fatto 2 gol e un quasi gol.
    Speriamo che le cose si mettano a posto nella fase difensiva, perché altrimenti si vanifica tutto quanto di buono sta facendo la squadra.
    Forza inter
    G

  12. ciao glr!
    ieri sera ho ritrovato la stessa inter delle stagioni passate: quando una partita si deve vincere questa squadra la vince, gli alibi stanno a zero. a quelli che sottolineano la prestazione non brillante come con il bologna ricordo che stiamo giocando due volte a settimana praticamente da inizio anno, che stiamo partecipando alla serie A (giudicato da tutti il campionato più difficile per la qualità e l’organizzazione delle provinciali) e che il principe milito, a prescindere dai gol, per i suoi movimenti e per come fa giocare la squadra è imprescindibile tanto quanto ibra nei cugini. fino a quando è stato in campo lui…ragazzi che godimento! ci rendiamo conto che stiamo ammirando l’inter più forte della storia?quindi dov’è il problema? 3 punti servivano e 3 punti sono arrivati (ricordiamoci brescia, lecce e chievo di quest’anno).
    forza ragazzi

  13. Materazzi non può più circolare!

    • NINO da Lecco // 20 gennaio 2011 a 11:28 // Rispondi

      Capisco il tuo, il nostro, risentimento verso Matrix – Ma ricordiamo il suo passato di gran combattente difensore – Siamo stati anni fa Campioni del Mondo anche per opera sua – E poi tiene in piedi lo spogliatoio – Perdoniamolo!!

  14. BIabany certo non è milito
    Materazzi (adesso) non è Ranocchia
    Se ci metti anche che sembrava chiusa la partita dopo 15 minuti… posso AMMETTERE una flessione.
    Mi preoccupa di più il fatto di prendere almeno 1 gol a partita… MANNAGGIA!
    Mi disturba, molto anche!
    Comunque mi piace tantissimo vedere l’inter che come l’anno scorso corre e che a folate mette a paura all’avversario che non sa più dove girarsi per controllare maicon da una parte, eto’o dall’altra e milito in mezzo: ci fosse anche Sneijder!
    Comunque forza inter!
    P.S.: pronostico milan cesena: X2

  15. Io sinceramente non riesco a capire se lo fanno per tattica o veramente ma, all’Inter serve assolutamente una punta di buon livello.
    Tolto Eto,o e Milito non abbiamo attaccanti.
    Pandev e Biabiany….Toto’ avrebbe detto: “ma mi faccia il piacere…”
    Non voglio pensare ad un infortunio di Eto,o…addio a tutto.
    Biabiany mi indispone, corre, entra in area e mai tenta il dribbling risolutivo e appoggia la palla al giocatore piu’ vicino: si chiama mancanza di personalità-
    Pandev…basta guardarlo in faccia, mi sembra stralunato e, quando si è trovato a poter calciare in porta ha fatto un tiro simile a quelli dei pulcini che hanno 12/14 anni.
    Per esempio uno Sculli, pur non essendo un fenomeno, poteva essere un buo rincalzo.

  16. Buongiorno Glr io penso che stiamo facendo benissimo , la mancanza di Julione Samuel Snejder nn e’ semplice da sopportare , domenica una gara difficile che ci dira molto su dove possiamo arrivare , in questo campionato l’inter fuori casa con avversarie di livello e’ andata male, certo che milito sempre infortunato nn e’ un bene ci vuole una punta forte fisicamente che venga dalla panca, biabany coutihno pandev nn fanno goal …mi spiace per muntari brutto carattere ma giocatore utile ho capito che verra ceduto perche nn spendere quei soldi per castagnois ..anche maccarone nn sarebbe male,nn ha un grande palmares ma la butta dentro tu che dici ? forza inter

  17. GLR credo che i problemi della difesa dell’Inter siano da imputare alla mancanza di due pilastri come Julio Cesar e Walter Samuel. Mi spiego: l’assenza di Julio si sente soprattutto a livello psicologico. Castellazzi sta facendo bene, ma quando ci sono palle sporche è insicuro e si becca i rimproveri della difesa che si sente meno tranquilla. Mentre l’assenza di Samuel si sente soprattutto perchè è il difensore in grado di pressare “alto”, seguire l’attaccante fin sulla linea mediana mentre Materazzi non ha la condizione per farlo e Cordoba si fida troppo della sua velocità (il suo limite da sempre) lasciando giocare troppo gli avversari. Secondo me Ranocchia per caratteristiche è più adatto a sostituire Lucio che Samuel, pur reputandolo la migliore soluzione nel parco centrali difensivi nerazzurri.

  18. Ciao GLR,
    mi fa piacere che almeno tu hai iniziato l’editoriale con lo scandalo Ranocchia, è inammissibile questo vuoto legislativo, e soprattutto che a fronte di chiarimenti da parte dell’Inter non sia stata ricevuta alcuna risposta dalla Lega.
    Anche nel Cesena c’era un caso analogo, Dellafiore, che nella sedicesima giornata era in panchina in Palermo-Parma, ieri è subentrato a gara in corso, chissà se ci saranno sanzioni per il Cesena ? Spero si chiarisca la problematica, anche perché nel recupero di Firenze si corre il rischio di non poter utilizzare ancora Ranocchia.

  19. Il campionato italiano non sarà più quello qualitativamente elevato di una volta, ma tatticamente è ancora il migliore. Leo è, ovviamente, molto intelligente e preparato e lo sa benissimo che i tre attaccanti (specie quando non tutti sono prolifici in zona gol) sono sempre un rischio. Lo sa lui e e ne è partecipe la squadra perchè fortunatamente è ritornata l’empatia tra le varie componenti. Mi auguro che anche i tifosi facciano la loro parte e in tal senso le critiche a Materazzi oltre che ingenerose mi sembrano persino stupide. Non bisogna essere dei genialoidi per prevedere che ad Udine verrà riproposto il nostro jolly preferito: il micidiale rombo.

  20. Caro GLR,
    credo che dare addosso a Materazzi sia molto facile, mi pare ovvio che sia presentabile solo per la coppetta italia, ma credo che un altro giocatore sia responsabile alla pari dei problemi di ieri sera ed è il mio amico-nemico Stankovic, un uomo che girava con la lingua a penzoloni per il campo per tutta la serata. Ti invito a notare, nelle azioni dei gol del cesena, il mancato pressing sul portatore che ha lanciato nelle due occasioni gli attaccanti bianconeri, non gli ha fatto manco il solletico, anzi, l’ha invitato al lancio facile….
    E’ a centrocampo che dobbiamo chiudere e ripartire, ci serve un uomo che faccia legna, Stankovic ha più bassi che alti, Motta è fragile, Cambiasso da solo o con un commovente Zanetti non può farcela, piuttosto OBI dal 1° minuto….

  21. Caro Gian Luca,
    rincorsa o rimonta che sia ;-), da -13 si è potenzialmente a -3. Ma questo rilassarsi ogni volta che ci si porta avanti di un paio di reti comincia a diventare un caso da psicanalizzare!
    Milito poi sta tornando alla grande ma… è di cristallo, e Pandev e Biabiany è ormai assodato che non offrono garanzie sufficienti. Nessuno pretende da Moratti spese folli come ai tempi di Vieri, ma in attacco uno come Sanchez servirebbe eccome, anche per la Champions: con la difesa che fa acqua si è obbligati a segnare un gol in più di quelli che si prendono, e l’unico affidabile al 100% è Eto’o. Suazo? Alibec? Mah… Ci sono uno scudetto da tenere sulle maglie ed una Champions da onorare: se dalla cessione di Muntari si ricavasse qualcosa in doppia cifra, credo che da dopo Udinese-Inter (prima non ce lo avrebbero dato mai…) sarebbe il caso di chiudere per il cileno, se si vuole vincere qualcosa almeno in Patria. 😉
    Per finire: se il Cesena correrà come ieri e il Milan sarà ancora “piantato sulle gambe” come a Lecce a S. Siro ne vedremo delle belle, e tra le “spremute” Inter e Udinese (che ha faticato non poco con la Samp) potrebbe uscire un pareggio “fiacco”. Solo che… Non è mia intenzione “rubare il mestiere” al grande Pasquale Somenzi, ma quest’anno all’ora di pranzo l’Inter (se non vado errato) ha giocato due partite, vincendole entrambe. Da due anni l’Inter a Udine vince.
    Spremute o meno, c’è un proverbio molto noto… 😉
    Ciao
    Roberto

  22. Come dice qualcuno “l’Inter vince, è letale, ma non si potrà mai separare dalla sofferenza, componente imprescindibile della sua identità.”
    Fai bene a dire che la rincorsa continua…e forse la vera rincorsa partirà da domenica quando ci sarà l’Udinese ad aspettarci….e subito dopo una serie di partite mostruosa fatta di Palermo-Juve-Roma-Firenze (recupero)-Bayern (champion’s league) e anche Samp e Genoa nel mezzo…e mettiamoci pure il Napoli per il quarto di finale della Coppa Italia…
    Dall’altra parte quelli li come avversari di rilievo affronteranno solo la Lazio fino alla 27sima…
    Non sto facendo calcoli nè ipotetiche tabelle (quelle le lasciamo fare a qualcun altro) sto solo dicendo che ci aspettano dieci partite dove sapremmo cosa rincorrerà la nostra amata Inter…e remuntada o no…
    Forza Inter..Sempre e Comunque…

  23. Disamine corrette ma non dimenticate che l’Inter post sosta viene da un tour de force non da poco, una flessione atletica era più che prevedibile. Concordo con chi riteneva più corretto sostituire Milito con Mariga o Muntari, ma a bocce ferme è facile dare giudizi. PS: gran bel giocatore Giaccherini (veloce e tecnico) ed è pure un tifosissimo dell’inter.
    Forza inter avanti così

  24. Materazzi ormai è un ex calciatore. Un grazie infinito per la sua militanza in maglia nerazzurra. Spero che anche Leo ieri se ne sia accorto della sua inaffidabilità.
    Un plauso a Chivu e al giovane Obi, giocatore di certa prospettiva.
    Jgor

  25. Ciao Gian Luca
    senza sognare acquisti impossibili,
    per il mercato di gennaio ci sarebbe un attaccante argentino che è comunitario da poco, non costa molto, gioca in serie A, parte sempre dalla panchina ma poi la butta dentro.
    Milita nell’ Udinese, non è Sánchez,
    ma ”El Tanque” Germán Gustavo Denis.
    Secondo me non è scarso e magari si potrebbe fare uno scambio alla pari con Biabiany
    Forza Cesena!

    • franco da Udin // 21 gennaio 2011 a 15:18 // Rispondi

      caro Amico,
      Denis x Biabiany? Col dovuto rispetto, a suo tempo gli emissari dell’Udinese lo visionarono e non giudicarono equa la quotazione rispetto alla qualità del giocatore, comunque buona.
      Secondo, all’Udinese comandano i Pozzo: è nel loro DNA, non fanno “sconti”: vuoi Denis?, fuori la fresca. Vuoi Sànchez? Fuori il cash. Finiti gli anni in cui qui svernavano Collovati, Graziani, Bertoni e Chierico. Ieri un uccellino mi ha detto che il Chelsea offre 25 milioni di £ per il nino maravilla… E secondo Te il paròn direbbe no a queste offerte accondiscendendo a 15 mln di euro + Obi? Obi???
      L’Udinese non è una bottega. E i prossimi affaroni (per i Pozzo) si chiamano Armero ed Isla, grandissimi cursori, fate attenzione che domenica al lunchtime non ci sarà solo Sànchez a puntarVi. Sarà comunque spettacolo perché anche Leo Vi fa giocare bene. L’unico dubbio, fossi in Voi, è la tenuta fisica. Mercoledì abbiamo giocato 120′ a Genova in coppa correndo fino all’ultimo, Voi sembravate un po’ sulle gambe… boh?
      Bonne chance

  26. Con le partite ogni 3 giorni è possibile che vengano fuori i limiti fisici di questa squadra? continuiamo a correre solo per max 30 minuti. poi restiamo immobili in campo. la ricaduta di milito è molto grave e spezza quella convinzione che si era diffusa che con il metodo di allenamento josè-leonardo non ci sarebbero stati più infortuni. La squadra è vecchietta e tanti giocatori non riescono a fare sempre bene giocando ogni 3 giorni (cambiasso motta stankovic lucio). Abbiamo fatto un mese di gennaio eccellente ma credo che ora tireremo un pò il fiato anche alla luce della mancanza di attacco. pandev e biabiany sono impresentabili

  27. Ciao GLR,
    la rincorsa continua, ma per parlare di rimonta, bisogna aspettare almeno metà febbraio, come dici tu, visto il calendario molto più complicato(sulla carta) rispetto a quello del milan, ma aggiungerei anche che se non prendiamo una punta adesso, visti anche i problemini di Milito e l’inconsistenza di Pandev e Biabiany sarà ancora più dura quando riprenderà la champions league.

  28. Lo chiedo anche a te, per avere ulteriore conferma d’una cosa di cui io sono fermamente convinto: serve una punta. E più che Sanchez serve proprio un attaccante di ruolo. Mi chiedo cosa diranno se a Eto’o verrà un’influenza.
    Stiamo recuperando alla grande mi sembra concettoso non voler ovviare all’unica pecca d’organico (se va via Balotelli e prendo la riserva di Sneijder è normale che mi manchi una punta).
    Non necessariamente un numero uno, per quello se ne riaprla a Giugno, ma anche un Crespo (che per me è e sempre sarà un numero uno), un Mutu o anticipare l’arrivo dell’olandese. Insomma, non roviniamo quello che potrebbe essere un trionfo, per mancanza d’intraprendenza.
    Pandev, Biabiany e Coutinho non sanno fare i gol. Almeno ad oggi è così.

  29. SE LA SOCIETA’ COMPRA UN’ATTACCANTE QUALSIASI ( ANCHE MACCARONE ) POSSIAMO RIMONTARE E VINCERE, CON 3 ATTACCANTI IN ROSA ( MILITO ED ETO’O SONO DUE , PANDEV E BIABIANY NE FANNO A MALAPENA UNO ) NON ANDIAMO DA NESSUNA PARTE, MI RIFIUTO DI CREDERE CHE ALL’INTER SONO DIVENTATI CIECHI DI COLPO

  30. Vittoria sofferta e quindi importante perchè ogni tanto non fa male portare a casa una vittoria con un pò di affanno.
    Sono molto contento della prestazione di Christian Chivu, fosse sempre questo a sinistra non avremmo problemi. Mi è piaciuto anche molto il giovane Obi che secondo me è da tenere in rosa. Materazzi è un problema grosso contro squadre che attaccano palla a terra e fanno circolare bene il pallone. Ho appena letto che Milito ha uno stiramento di primo grado quindi a Udine senz’altro non ci sarà. Un vero peccato perchè aveva rincominciato a timbrare il cartellino con regolarità.
    Adesso bisogna concentrarsi sull’Udinese che è una compagine da prendere con le molle. Probabilmente giocheremo con Eto’o punta unica ed un centrocampo un pò rinforzato e dovremo impedire il loro micidiale contropiede.
    Adelante Inter y suerte.

  31. Ciao GLR non erano così errata la tua previsione/consiglio sulla cacciata di Benitez di novembre! Rieccoci….ci ritocca pure passare per ladri ma guarda caso contro chi giocherà il cesena senza il più forte e dotato dei suoi? Comunque la squadra è tornata quella dell’anno scorso e se possibile piu forte considerati l’apporto di etò veramente stratosferico unitamente alle assenze di Samuel e il genietto Schneider. Grande recupero ma alla fine di gennaio mese terribile che stiamo giocando assolutamente senza pause e respiro potrebbero fare comodo un laterale sinistro (il redivivo chivu al centro può garantire altri 5 anni dignitosissimi alla faccia di chi ci vede una squadra di vecchi) un rinforzo a centrocampo (poli per biabany?) e un attaccante di scorta (ma non il nino maravilla troooppo costoso … abbiamo gia dato col trivela).

  32. Finalmente è da qualche partita che rivedo ciò che l’inter ha perso negli ultimi mesi:lo spirito.Certo, ogni partita subiamo almeno un gol (e su questo si può lavorare e superare, sono fiducioso) ma rivedo ciò che serve per vincere:rabbia, determinazione e voglia di vincere ma anche umiltà e sacrifico.Non so se rimonteremo , ma almeno la squadra ripaga il nostro affetto.Bravo Leo e brava Inter, non era facile riemergere così velocemente.

  33. Grandissimo Eto’o, Milito, Chivu manca solo snejder

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili