Argentina, Clausura: 19.a giornata

di Andrea Ciprandi da http://andreaciprandi.wordpress.com/

L’ultima giornata del Clausura 2011 non ha posto la parola fine alla stagione ma resterà comunque storica per aver decretato la partecipazione del River Plate agli spareggi per non retrocedere.
Dopo 110 anni di storia – in verità gloriosa con un record argentino di 33 campionati vinti, ben 10 più del Boca che viene secondo, 2 Coppe Libertadores e 1 Intercontinentale in bacheca – il River si ritrova coinvolto per la prima volta nel passaggio finale per restare nella massima divisione, che non ha mai lasciato, aggrappato alla speranza di superare il Belgrano di Cordoba, quarto classificato in Primera B, nel doppio confronto in programma questa stessa settimana. Avesse anche battuto il Lanus, avrebbe dovuto sperare nella sconfitta dell’Olimpo nello scontro all’ultimo sangue col Quilmes per evitare uno spareggio preliminare che decretasse chi avrebbe dovuto poi vedersela col Belgrano. C’era anche la possibilità che a decidere chi dovesse giocarsela coi cordobesi fosse un triangolare nel caso in cui, contemporaneamente, il Tigre avesse pareggiato la sua ultima partita. E invece no: col Lanus, e in casa, il River ha perso e così gli tocchera giocare la Promocion mentre Olimpo e Tigre sono già salvi.

La seconda squadra di Primera Division chiamata a confrontarsi con una formazione di B per stabilire chi debba giocare in massima serie nei prossimi dodici mesi uscirà invece dallo spareggio fra Gimnasia e Huracan. Proprio mentre il Lanus segnava il gol vincente al Monumental, infatti, a tempo scaduto una rete beffardamente confezionata proprio da due ex Estudiantes – Palermo e Cellay – negava al Lobo platense la possibilità di andare direttamente alla Promocion. E adesso dalla sfida senza appello con l’Huracan usciranno rispettivamente il nome della seconda retrocessa diretta (oltre al Quilmes) e di chi invece affronterà il San Martin de San Juan con l’obiettivo di assicurarsi un posto fra i migliori.

E’ stato un sabato rovente quello predisposto dall’AFA, che nella prima giornata del week-end ha messo in calendario tutti gli incontri decisivi in chiave salvezza. Detto dei primi tre, hanno completato il programma la sonante vittoria dell’Independiente sull’Huracan (nonostante il gol del nuovo capocannoniere a parimerito con Gutierrez, cioè Campora), il pareggio fra Argentinos e Tigre e il successo del Godoy Cruz sull’All Boys. Questo tre giorni dopo il recupero fra Newell’s e San Lorenzo, terminato con uno scialbo 0-0 sotto la pioggia battente.

Domenica, poi, è stata la volta della consacrazione del Velez, campione già da una settimana. L’ottavo titolo del cosiddetto Fortìn non ha avuto l’eco della partecipazione del River Plate agli spareggi, complice la forza della squadra di Gareca che a buon diritto condivide già da tempo con l’Estudiantes, campione uscente, il titolo di miglior formazione argentina degli ultimi anni. Proprio Gareca, suo tecnico, merita però un cenno particolare essendo l’unico allenatore che sia mai riuscito a conquistare più di un campionato con questo Club oltre all’altro idolo Carlos Bianchi, che negli anni Novanta se n’era aggiudicati 3. Il Velez è anche la squadra ad aver messo insieme il maggior numero di punti (209) negli ultimi 3 anni, per un totale di 6 tornei corti, guidando per distacco (non a caso sull’Estudiantes) la graduatoria del Descenso che, con riguardo alle sue ultime piazze, ha monopolizzato l’attenzione negli ultimi mesi.
Col Velez, in Copa Sudamericana andranno questo autunno Estudiantes, Godoy Cruz, Lanus, Arsenal e Argentinos, con la partecipazione di quest’ultimo che è la diretta conseguenza dell’impelagamento negli spareggi del River, altrimenti titolare di un posto nel secondo torneo continentale per importanza.

RISULTATI: Newell’s-San Lorenzo 0-0 (recupero); Independiente-Huracan 5-1, Gimnasia LP-Boca Juniors 2-2, Quilmes-Olimpo 0-1, River Plate-Lanus 1-2, Argentinos-Tigre 1-1, Godoy Cruz-All Boys 1-0, Arsenal-Estudiantes 1-0, Newell’s-Colon 1-0, Banfield-San Lorenzo 1-1, Velez-Racing 2-1.

CLASSIFICA: Velez 39; Lanus 35; Godoy Cruz 34; Argentinos e Olimpo 30; Independiente 29; Boca Juniors 28; Banfield 27; River Plate 26; Arsenal e Tigre 25; Etudiantes 24; Racing 23 e San Lorenzo 23; Colon 21; Quilmes 20; Gimnasia LP 18; Newell’s 16; Huracan 14.

DESCENSO (ultime posizioni): 16) Olimpo 1.263 (salvo), 17) River Plate 1.236, 18) Huracan e Gimnasia LP 1.096, 20) Quilmes 1.026.

MARCATORI (prime posizioni): T. Gutierrez (Racing) e J. Campora (Huracan) 11; D.Stracqualursi (Tigre) 10; E. Fuertes (Colon) e M. Obolo (Arsenal) 9; D. Valeri e S. Romero (Lanus) e D. Ramirez (Velez) 8.

 

 

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili