38C: Inter-Catania 3-1

Nel primo anniversario della conquista della Champions League a Madrid, che un anno fa coronò il leggendario Triplete, l’Inter chiude il campionato a San Siro superando 3-1 il Catania, prova generale per la finale di Coppa Italia contro il Palermo domenica prossima a Roma. Leo sostituisce Maicon, spedito in ferie anticipate anche per la squalifica in Coppa Italia, con il sempre più convincente Nagatomo. Ritmi da fine stagione, con Kharja discreto rifinitore, almeno nel primo tempo. Col Palermo ovviamente si conta sul rientro di Sneijder, dopo quello di Stankovic. Cambiasso è out per uno stiramento di 2° grado al bicipite femorale destro.
Il vantaggio nerazzurro arriva dopo nemmeno un quarto d’ora con Kharja che vince un tackle aprendo al destro al volo di Pazzini sul secondo palo. Ad inizio ripresa il ‘Pazzo’ raddoppia, capitalizzando in rete un bel traversone Milito, appena subentrato ad Eto’o. Pazzini, quando segna, spesso fa una doppietta e i due gol al Catania portano il suo bottino stagionale in nerazzurro a quota 11 reti, 19 considerando anche la Sampdoria. A metà ripresa arriva il meraviglioso gol di potenza di Nagatomo, al suo secondo centro personale, seguito di lì a poco dalla rete catanese di Ledesma, pescato in area da Lodi. Partita facile per l’arbitro Pierpaoli che, a venti minuti dalla fine, annota il cambio di Ranocchia con Samuel, che ritrova anche la standing-ovation di San Siro e, per poco, non va pure a segno.
Per Leonardo è la dodicesima vittoria casalinga consecutiva. L’Inter chiude il torneo al 2° posto a quota 76 punti e con l’attacco più prolifico del campionato con 69 gol segnati. E’ la terza volta consecutiva dopo i 70 nel 2008-09 e i 75 nel 2009-10. Note dolenti invece per la difesa: con 42 reti al passivo, quella nerazzurra è solo la quinta della Serie A.
Ma prima dei bilanci aspettiamo di vedere cosa succede in Coppa Italia.

37 Commenti su 38C: Inter-Catania 3-1

  1. pasquale somenzi // 23 maggio 2011 a 02:32 // Rispondi

    Da quando la serie A e’ a girone unico è la prima volta che l’Inter vince 13 partite
    consecutive in casa e ieri ha anche vinto per la 13ma volta consecutiva in casa contro
    il Catania (11 di campionato + 2 di coppa Italia) infatti l’unica volta che il Catania
    non ha perso in casa dell’ Inter e’ stata con un pareggio il 10-12-1961
    Mi permetto di dire che la mancata vittoria scudetto, a parte i -6 dalla vetta che poi
    sono i punti lasciati nei due derby, e’ dovuta al rendimento in trasferta perche’ per
    il quinto campionato consecutivo l’ Inter ha il miglior rendimento casalingo della serie
    A infatti e’ sia la squadra con piu’ vittorie in casa, sia la squadra con meno sconfitte
    in casa (nonostante abbia pareggiato con 2 delle 3 retrocesse) per cui il rendimento
    interno e’ stato in linea con quello dei recenti scudetti mentre e’ stato inferiore al
    solito il rendimento in trasferta infatti tra le prime della classe solo il Napoli
    non ha battuto l’Inter.
    Per finire auguro all’ Udinese di non avere il sorteggio capitato alla Samp l’anno
    scorso perche’ quest’anno al posto del Werder Brema ci sarebbe il Bayern Monaco
    ciao. pasquale.

  2. Marco Canada // 23 maggio 2011 a 05:27 // Rispondi

    Gianluca. Finalmente e’ arrivata la fine di questo campionato, siamo al secondo posto
    con sei punti in meno dal Milan.
    Abbiamo sbagliato both derbys, con una vittoria saremmo a pari punti, ma e acqua passata, pensiamo al prossimo anno.
    Karhja ha fatto un buon campionato e spero che lo riscattino. Maicon deve partire insieme a Chivu, Motta, Milito e Jc per fare cassa, abbiamo Viviano che avra’ un buon futuro con noi
    Saluti dal Canada
    Forza Inter, one more game, the Italian cup.

    • Caro omonimo,
      Non intendo fare il solito interista un po’ snob, ma credo che chi segue i ragazzi allo stadio abbia una visione piu’ realistica di quanto avviene in campo rispetto a chi li vede in tv dal Canada. Quello che tu proponi mi sembra quanto meno masochistico. Dar via Maicon, JC, Milito, Chivu e Motta per tenere Karjia e prendere Viviano ti sembra proprio una furbata? E Maicon con chi lo sostituisci? Chivu (che non e’ tra i piu’ amati) ha disputato un finale di stagione ottimo. Motta sara’ lento ma e’ L’unico del centrocampo col fosforo e che sa giocare la palla di prima. Milito va tenuto anche solo per riconoscenza (amerei ricordarti le ultime tre partite della scorsa stagione). E per finire Julio. E’ vero e’ soggetto a dei periodi di buio e, probabilmente ha un problema serio alla schiena, ma in giro non vedo fenomeni, a parte forse Quello dello Schalke e, udite udite, il portiere di riserva del Genoa.
      Caro Marco, secondo gli aficionados di S. Siro le zavorre sono altre…..
      Saluti
      Marco

      • Marco Canada // 24 maggio 2011 a 01:08 // Rispondi

        Marco. Io ho solo espresso una mia idea, naturalmente se dovessero partire
        coloro che ho notato, di certo l’Inter gli dovra’ sostituire con campioni piu’ giovani,
        ormai l’eta’ si comincia a sentire quando devi giocare 2 partite la settimana.
        Spero che non la prendi per un’insulto
        Ancora saluti dal Canada
        Beviamoci sopra
        Marco

  3. Roberto Cribari - aosta // 23 maggio 2011 a 08:52 // Rispondi

    Ciao GLR,
    ho appena letto che la roma potrebbe mettere in vedita de rossi… BEH SAREBBE UN COLPACCIO! Un centrocampista con i fiocchi! Unito magari ad altri acquisti però, davanti e dietro… Dopo l’anno scorso non possono non rinnovare, non dico cambiare tutto ma un acquisto per reparto.. beh mi sembra il minimo…

  4. 6 PUNTI
    Il distacco beffardo che rimanda ancora una volta a quei 4 giorni (6 punti sono la differenza tra un derby vinto e uno perso) una settimana nera che avrebbe potuto incrinare dalle fondamenta una squadra che nulla aveva più da chiedere alla stagione ma che invece si è risollevata chiudendo più che dignitosamente il campionato post triplete! Mi pare che Leonardo sia persona intelligente e misurata che sa di calcio e che impara dagli errori, magari affiancato da un tattico di mestiere, non dall’icona (gatto di marmo?) Beppe Baresi e con una decente campagna acquisti potrà dire la sua anche meglio del Pep catalano (!)
    Per il mercato se per la scommessa Balotelli si sono bruciati 28/30 mln effettivamente per il nino maravilla 15 cash piu contropartite sembran pochini e credo che si andrà oltre i 35

  5. Siamo ai titoli di coda della stagione 2010/2011. Rimane la finale di Coppa Italia. Speriamo bene. Anche perchè alla Coccarda Tricolore tengo in modo particolare visto che tutto è cominciato da lì. Agli amici interisti con sindrome da Tafazzi ricordo che, per essere una stagione (secondo loro) di transizione poco esaltante, abbiamo raccolto i seguenti risultati:
    – Suopercoppa Italiana
    – Mondiale per Club
    – Secondi in Campionato
    – Fra le otto migliori squadre d’Europa
    – Finale Coppa Italia (speriamo non solo finale…)
    Ricordo a tutti che fino a un lustro fa il nostro palmares a metà maggio era il seguente:
    – Trofeo Yogurt Vipiteno
    – Trofeo Birra Moretti e a volte il clamoroso double con il Trofeo Tim
    – Clamoroso Triplete con il trofeo Pirelli
    – 6/7/8 posto in campionato a 30 punti dalla prima.
    Animo amici interisti, se quest’anno il Presidente ha qualche soldino da investire sul mercato ci sarà ancora da divertirsi…
    Un abbraccio.
    Matteo da Cremona

    • Peccato che ci si porti dietro una tara di tifosi che sono ancora quelli di cinque anni fa, quelli dello Yogurt di Vipiteno insomma…
      GLR

      • Norberto Lassi - Verona // 24 maggio 2011 a 09:49 // Rispondi

        I tifosi “TAFAZI” o da “TORNEO YOGURT SARCAISER” ci sono in tutte le squadre e in tutte le epoche, il fatto è che il retrogusto di amaro che rimane in bocca dopo questa stagione (CHE VADA COME VADA LA COPPA ITALIA) è che se la società fosse stata lungirmirante… ehm… avesse guardato le carte d’identità di certi giocatori e il ruolino di marcia dell’anno scorso magari, E DICO MAGARI, avrebbe comprato 1 o 2 giocatori che in caso di emergenza (GUARDA CASO) avrebbero potuto rintuzzare l’organico.
        Ma dico io (NON CE L’HO CON LUI MA LO PRENDO COME ESEMPIO) su milito si poteva ancora immaginare che alla soglia dei 32 anni ti rifacesse una stagione come l’anno scorso?

        • Dire oggi che doveva essere venduto Milito è facile. Difficile, in caso di sua cessione, sarebbe stato rispondere ai tifosi ubriachi di gioia all’indomani del Triplete.
          GLR

  6. A un anno esatto dalla vittoria in champions un primo bilancio si può fare ed è sicuramente positivo.
    In un anno abbiamo portato a casa due trofei, siamo arrivati secondi a 6 punti dal Bilan, più avanti di tutte le italiane in champions e abbiamo lapossibilità di portare a casa la coppa italia.
    Direi che è un buon bilancio. Roma e juve questi numeri se li scordano e anche il Bilan ha portato a casa un solo titulo contro i nostri due (o tre)

  7. marco ferrara // 23 maggio 2011 a 10:08 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, vittoria (contro il mio catania) ottenuta nella classica partita di fine campionato, con leonardo che eguaglia il record di vittorie casalinghe. L’ennesimo infortunio anche di cambiasso evidenzia ancora una volta la necessità di acquistare giocatori di valore, onde evitare di trovarci nella stessa situazione di questa stagione, visto che i nostri non garantiscono una tenuta fisica costante. A questo proposito il mister ha affermato come in chiave mercato ci sia la volontà di fare qualcosa di molto importante…..speriamo bene! L’anno scorso come ieri diventavamo CAMPIONI D’EUROPA, “nostalgia, nostalgia canaglia….!” sono le parole di una nota canzone, ma adesso tutta la concentrazione deve andare alla finale di coppa italia per continuare a vincere!! Ti abbraccio e….SEMPRE FORZA INTER!! Marco

  8. Ciao gianluca, secondo me con 2 titoli in bacheca, un secondo posto in campionato, il raggiungimento della finale di coppa Italia (dopo aver eliminato Napoli in trasferta e Roma), essere arrivati comunque tra le otto grandi d’europa, al di là del pessimo modo in cui siete usciti, un bilancio si può fare ed è un bilancio sicuramente positivo…

    • Come dico sempre, i giudizi degli avversari, quando non sono incaprettati da becere logiche di tifo, sono più affidabili di quelli di certi tifosi. A volte, facendo un passo indietro le cose si distinguono meglio.
      Purtroppo per ceti tifosi interisti, se non fai un Triplete all’anno, non va bene e perfino Ranocchia è condierato una pippa! A volte fossi Moratti venderei subito l’Inter al primo che passa per strada
      GLR

  9. Paolo Sabiu // 23 maggio 2011 a 11:18 // Rispondi

    Ho apprezzato l’atteggiamento propositivo della squadra, nonostante l’inutilità dell’impegno. Ne è risultata alla fine una gara gradevole da seguire (quasi alla “scapoli-ammogliati”, data la quasi totale mancanza di interventi duri e falli tattici tra le due compagini…).
    Abbiamo chiuso decorosamente un campionato che, a me personalmente, qualche rammarico lo lascia, più che altro perché vinto dai “ragazzi di periferia”. Il dispiacere è motivato più che altro dal fatto che, malgrado tutte le sventure, in fondo eravamo riusciti a riacchiapparli. Nessuno mi leverà mai dalla testa che questo scudetto, più che vincerlo i cugini (anche se l’hanno meritato, vedi la loro difesa!), siamo stati noi (della “Milano da bere”…) ad averlo buttato via nei primi quattro mesi!
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara

  10. NINO da Lecco // 23 maggio 2011 a 11:42 // Rispondi

    Abbiamo finito in bellezza e, dico una cosa: abbiamo un piccolo campione del Sol Levante, Nagatomo, modesto, veloce, bravissimo con ambo i piedi – Qualche volta la fortuna arriva a poco prezzo – Vero? Ora la COCCARDA!

  11. Claudioeffedeejay // 23 maggio 2011 a 12:10 // Rispondi

    E già, nota dolente la difesa. E’ stato talmente lungo l’infortunio di Samuel che quasi nessuno ne ha più parlato. Tolto lui dal centro della difesa la miglior retroguardia italiana, una delle migliori del mondo, ha cominciato a imbarcare acqua. E il tanto decantato mercato di gennaio difensivamente a livello statistico non ha migliorato le cose di una virgola, segno che tolti Samuel e Lucio le alternative, vuoi perchè troppo anziani o vuoi perchè troppo giovani, non sono all’altezza della situazione. E difatti non è un caso che il Milan, ritrovati Nesta e T.Silva con una certa continuità, non ha più preso gol nemmeno per sbaglio: i singoli, al di là del modulo, conteranno pur qualcosa
    Adesso non è per fare il solito bastian contrario, ma siamo sicuri che questo Ranocchia sia quel gran giocatore che vogliono farci credere? A vedere le sue prestazioni e a leggere i commenti su tutti i quotidiani sportivi comincio ad avere più di un dubbio. Lunga vita a Wally.

    • Ah, beh! Leggendo i quotidiani sportivi…per la serie, io giudico con la mia testa! A Ranocchia prevendono un futuro da campione tutti i tecnici della serie A, ma c’è semrpe chi amma distinguersi, non capendo che la fase difensiva non riguarda mai un solo giocatore! Vendiamo subito Ranocchia, insomma! Poi mi si chiede perché vorrei cestinare certi tifosi, quando invece mi limito a cestinare i loro commenti! Ma questo val proprio la pena di lasciarlo!
      GLR

  12. I 5 anni di successi però partirono proprio dalla Coppa Italia, nel 2005, e ora da lì si potrebbe ri-partire. Per cui, ben venga! :-)
    Per tenersi lo scudetto sulla maglia sarebbe bastato vincere il derby di ritorno per 2-0. :-(
    A Leo va comunque data l’opportunità di una stagione “tutta sua”: attendiamo le mosse di mercato!
    Ciao, Roberto

    • In realtà i punti veri, dati alla mano, li ha persi Benitez, ma non importa. Non si può vincere tutto ogni anno
      GLR

      • Diciamo che i punti sono stati persi nel corso dei primi sei mesi della stagione nei quali l’allenatore era Benitez e non da Benitez……perchè sembra che le colpe siano solo di Benitez…. poi per fortuna a gennaio sono arrivati nuovi giocatori del calibro di Pazzini, Ranocchia e Karja e le cose sono migliorate….migliorate anche grazie al cambio dell’allenatore.
        Fatta questa precisazione doverosa concordo sul fatto che a Leonardo debba essere concessa un’intera stagione per poterlo valutare in maniera corretta e obiettiva. Il mio giudizio al momento su Leo è sospeso nel senso che i suoi meriti paiono enormi nel rilancio della stagione però al momento ha fallito tutte le partite decisive della stagione (a Torino con la Juve, a Udine, il derby, la doppia sfida di champions). Ritengo che la finale di coppa Italia possa essere molto indicativa sulle potenzialità di Leo.
        Saluti
        Federico

        • Mi pare scontato che i giocatori siano sempre in prima fila nei meriti e nei demeriti. La diffrenza è che Leo è riuscito a portarli dallA sua parte, mentre Benitez li aveva tutti contro. Certamente il emrcato di gennaio ha influito, ma i rinforzi chiesti da Beniteznon erano quelli poi arrivati con leonardo, a parte Ranocchia a cui si è pensato all’indomani dell’infortunio di Samuel, il 6 novembre col Brescia a San Siro

  13. Dopo il triplete, quanto ha fatto quest’anno la beneamata è comunque “SUPER”, dando per acquisita la Coppa Italia (con tanto di tocco proprio lì…).
    Il 50% di vittorie nei tornei partecipati non l’ha fatto nessuno!
    Il Milan si è fermato al 33%…….
    Errori: la nulla campagna acquisti estiva, aggravata, a mio parere, dall’immotivato ritiro all’ultimo momento di TOLDO che ha costretto a virare su CASTELLAZZI cui dobbiamo 4 sconfitte in campionato.
    Sarò ingeneroso, ma i numeri ciò riferiscono.
    Deludenti COU, McDonald, Biabiany (da Campione del Mondo a retrocesso in B). Da consegnare agli archivi, CORDOBA e MATERAZZI.
    Leonardo: quel che fa ridere è il Leonardo degli spot. Questo fa ridere ma per altro!

  14. Gianni Ghilardi // 23 maggio 2011 a 14:12 // Rispondi

    Ok, siamo ai titoli di coda della stagione che si puo’ concludere con ben tre titoli…
    seppur minori ditemi chi non avrebbe firmato per una stagione cosi’……..!!!
    alla società ( che saprà sicuramente cosa fare in sede di mercato) chiedo una sola cosa……mai piu’ una maglia brutta come quella usata in questa stagione….
    pleaseeeeeeeeee.
    cheers,G.

  15. Gian Luca, l’ho sempre scritto su questo sito che Nagatomo è fortissimo e se dovesse migliorare nei cross, diventerà un terzino alla Roberto Carlos: piccolo, velocissimo e potente. Ha fatto più gol lui in 6 mesi che Santon in 2 anni e mezzo, e poi mi criticano l’Inter dicendo che l’ha bruciato. Nemmeno al Cesena è riuscito a fare la differenza… A mio parere è sempre stato sopravvalutato.
    Saluti e Forza Inter!!!

  16. Silvio da Torino // 23 maggio 2011 a 17:16 // Rispondi

    Grande merito di Leonardo è stato riuscire a riportare entusiasmo in un gruppo che con Benitez si era veramente depresso all’inverosimile. Leo ha una media punti più alta di Allegri campione d’Italia. Si può ripartire il prossimo anno con qualche certezza a patto di ringiovanire un pò la truppa onusta di gloria. Ci saranno senz’altro dei dolorosi addii.
    Adesso cerchiamo di portare a casa questa coccardina colorata che nel 2005 fu l’inizio di questi fantastici 6 anni di vittorie.
    Forza Inter ed a presto a tutti.
    Suerte Inter.

  17. Fabio Primo // 23 maggio 2011 a 17:23 // Rispondi

    Speriamo che questo sia veramente l’anno cosiddetto di “scarico”…..se così fosse ci sarebbe da leccarsi le dita , se po vinciamo anche la coppa italia….
    Anni di “scarico” da 6° 9° e 10° posto con zeru tituli li hanno vissuti nei decenni passati altre squadre, dopo i loro cicli vincenti….
    L’azzeccare o meno la campagna acquisti-cessioni sarà quella che limiterà (oppure no) a uno solo gli anni di “scarico” !!
    Ciao

  18. Credo che l’importanza di questa finale di Coppa Italia risieda soprattutto nella percezione che avremo subito dopo di Leonardo. Se vinciamo viene inaugurata la sua identità di allenatore vincente. Se perdiamo la questione è rimandata e già sento il coro contro di lui – e può durare un’estate. Come al solito il punto è il significato che daremo a quel che succederà. gio.

  19. Vorrei ricordare ai molti milanisti che affollano il sito che la stagione dopo aver vinto il mondiale per club arrivarono a fatica in fascia europa league, ricordate?
    Bene, quello stesso anno a fine campionato (vinto dall’Inter, ovvio) l’hanno menata alla grande dicendo “il campionato non vale nulla”, adesso pare sia più importante della champions.
    Come al solito, i pubblicitari del milan sono i migliori del mondo, a vendere aria fritta.
    Svegliamoci interisti, non facciamoci prendere per i fondelli dai giornalisti/addetti ai lavori di parte, ad esempio capello.

  20. Mi rivolgo a tale Claudioeffedeejay …
    Come funziona dalle sue parti? O meglio, lei scrive: “Non è per fare il solito bastian contrario ma … ”
    Ce lo dica una volta per tutte: non vuole esserlo, ma lo è. Il che non è grave, ma almeno ci risparmia di leggere i suoi post, se, evita di assumere posizioni indifendibili ed osservazioni al limite della credibilità
    Ps: un suggerimento a GLR: sono assolutamente dell’idea di volere cestinare non solo certi tifosi, ma anche i loro commenti!
    PS: e non sono nemmeno interista!

  21. Leo Leo e ancora Leo, se quest’anno avesse vinto 2-0 il derby di ritorno ora saremmo Campioni d’Italia per differenza reti (o sbaglio??)
    Con Criscito (Silvestre/Balzaretti), Montolivo (De Rossi) e Sanchez (Tavez) credo che la squadra sia attrezzata per puntare allo scudetto e alla Champions..VAMOS A GANAR LA COCCARDA!
    ciao L.

    • La storia e l’Albo d’Oro non si fanno con i ‘se’. Questo vale per tutti, Inter compresa
      GLR

      • So che non sei un estimatore di Leonardo ma credo che abbia meritato la conferma per la prossima stagione anche nel caso sciagurato in cui non vincesse la Coppa Italia.
        Un’abbraccio e continua così perchè rappresenti la vera anima interista. L.

  22. BUONASERA,…
    oggi 25 MAGGIO, UN SENTITO “GRAZIE BENITEZ!”
    …a sei anni esatti dal MILAN – LIVERPOOL 2005 che ci ha lasciato immagini indimenticabili in mondovisione.
    Cose che restano… dove sono.
    Dimitri

  23. Ciao GLR vorrei chiederti perché nessuno di voi giornalisti nomina,a proposito del mercato, la coppa America.Hanno detto sempre che il Mondiale influisce sulle prestazioni dell’anno successivo allora non sarebbe meglio comprare giocatori europei che arriverebbero al raduno freschi? Per il dopo J.C. cosa ne pensi di Akinfeev?Ciao e forza InterMAX

    • Con me sfondi una porta aperta. Io prenderei sempre europei. Alinfeev? Bravo, ma il dopo Julio Cesar non lo vedo così imminente
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili