31C: Milan-Inter 3-0

La miglior partita stagionale del Milan e la peggiore dell’Inter sono la sintesi del 3-0 con cui i rossoneri si riportano a +5 in classifica.
Quando si perde così male c’è poco da dire. L’anno scorso l’Inter fece sue entrambe le stracittadine con un complessivo 6-0, quest’anno è toccato al Milan. Successo meritato dei cugini stavolta, senza alibi per l’Inter. Ora è naturale che sotto accusa finisca Leonardo con le sue scelte, ma nel calcio si vince e si perde tutti insieme. Leonardo è sempre lo stesso: quello che ha portato l’Inter vicinissima al Milan, quando nessuno ci credeva. Criticare ad esempio la scelta del modulo del Triplete non convince, visto che l’Inter si è trovata sotto ancor prima di poterne verificare l’efficacia. Già dopo 43”, Robinho sfugge all’assonnato Maicon, il peggiore in campo, arrivando a tu per tu con Julio Cesar in un rimpallo che è il fortunoso assist per il vantaggio rossonero di Pato. Nell’azione lo stesso Robinho finisce sdraiato a terra davanti alla porta sguarnita e disturba involontariamente Chivu che arretra, ma l’attività al suo fuorigioco resta opinabile. Dopo nemmeno 10 minuti è ancora Maicon a dimenticarsi di Seedorf che gli spara sul braccio più lontano una siluro al volo da un metro: per l’arbitro Rizzoli c’è involontarietà.
L’Inter prende campo solo nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo, ma sono tutti sottotono, a cominciare da Eto’o e Sneijder, fino al tandem formato da Thiago Motta e Cambiasso, più stanchi del previsto dopo aver giocato e segnato nelle rispettive Nazionali. Il Milan è più veloce e più abile nel pressing, ma l’occasione per rimettersi subito in carreggiata ce l’ha Pazzini che, imbeccato da Pandev, spara in bocca ad Abbiati.
L’Inter si sbilancia sempre più esponendosi al rischio del contropiede avversario, ma il Milan nel primo tempo è pericoloso solo con Van Bommel che dalla lunga distanza incontra la traversa dopo una deviazione involontaria di Chivu.
Poco prima dell’intervallo arrivano le occasioni migliori per l’Inter, prima con un colpo di testa di Thiago Motta sventato da Abbiati con palla che non supera interamente la linea di porta e poi con Eto’o che a due passi dalla porta rossonera conclude a lato.
Nella ripresa Allegri perde subito Gattuso per infortunio e lo rimpiazza con Flamini, ma l’Inter perde Chivu, espulso da regolamento nel tentativo di impedire a Pato di presentarsi solo davanti a Julio Cesar. Leo toglie Pandev per Cordoba e Julio Cesar sventa una punizione di Van Bommel.
L’inferiorità numerica favorisce ovviamente il Milan che trova anche il raddoppio poco dopo il quarto d’ora, ancora con Pato, in fuorigioco millimentrico, una volta sfuggito al solito Maicon, nel momento dell’assist fortuito di Abate. Milito subentra subito a Pazzini, mentre Stankovic di lì a poco rileva Cambiasso, ma il Milan controlla agevolmente l’ultima mezz’ora con Robinho che si mangia gol a raffica davanti a Julio Cesar, uno dei pochissimi a meritare la sufficienza: gli altri sono Ranocchia e Zanetti, costretto al fallo da rigore su Cassano, subentrato proprio a Robinho. Dal dischetto Cassano trasforma il 3-0 che festeggia come fosse il rigore decisivo di una finale mondiale beccandosi il cartellino giallo, replicato dopo nemmeno due minuti con l’espulsione per un inutile fallo su Cordoba in pieno recupero.
Successo strameritato dai cugini, malgrado qualche isteria rossonera, più da Foggia che da Milan. Capisco la menta, per non usare altre due consonanti, ingoiata in questi anni e la lunga attesa per uno scudetto probabile, anche se non ancora certificato. Gattuso a fine primo tempo pare abbia pure insultato Leonardo, manco fosse parente di Joe Jordan, nel quadro delle volgarità già messe in conto dall’attuale tecnico dell’Inter che, qualcosa di buono al Milan deve averlo fatto davvero per avercela tanto con lui. Non fosse stato neppure un allenatore, perché dargli tanta importanza? Per il resto l’Inter va avanti, anche in Champions, in attesa di capire se questo finale di campionato possa ancora regalare qualche sorpresa.

83 Commenti su 31C: Milan-Inter 3-0

  1. Marco Canada // 3 aprile 2011 a 03:36 // Rispondi

    Gianluca. Ieri Leonardo e’ andato in bambola, non ha saputo fare la formazione, l’ha fatta a trazione anteriore, eravamo sempre con un uomo in meno dal fatto che gli attaccanti non tornavano indietro ad aiutare. I sud americani non erano al meglio a causa delle loro presenze in nazionale, Sneijdar inguardabile.
    Ogni volta che giochiamo dopo le nazionali perdiamo, la stessa cosa e’ successo contro la juve.
    Io dico se avrebbe fatta una formazione piu difensiva forse avremmo vinto perche il milan non e’ un granche’, si vede che non ha l’esperienza per allenare una grande squadra, pazienza imparera’.
    La mia pagella e tutti al di sotto del 5 except JC, se non era per lui ne avremmo avuta una vagonata.
    Io penso che lo scudo se ne andato, per il prossimo anno abbiamo bisogno di new blood,
    fuori Maicon,cambiasso, pandev, cordoba,motta e qualcun’ altro bisogna ringiovanire la squadra.
    Soffrendo in Canada
    Saluti Marco

    • si e andiamo in campo con Paperino.
      ma vogliamo ragionare?? dopo una sconfitta sempre a sputare sulla squadra. ieri è stata colpa di tutti, probabilmente non è il nostro anno. non lo può essere sempre.
      o forse si. perchè non è finita e io come tanti interisti ci credo.
      se dovessimo vincere penso che saresti il primo a confermare chi oggi vuoi far fuori.

  2. Franco Fincato // 3 aprile 2011 a 03:44 // Rispondi

    Se……
    Se non ho dormito e mi alzo alle tre ……….
    Se non devo partire per un viaggio e mi alzo alle tre…..
    Se mi girano i bioritmi come non mai……….
    Vuol dire che ieri sera NON AVEVAMO GLI OCCHI DELLA TIGRE…………
    AVEVAMO GLI OCCHI DEL CRICETO !!!!!!!!!!!!!!!
    (e oggi e’ pure il mio compleanno……….che giornata di menta)
    Ciao Gianluca e sempre FORZA INTER ovviamente.
    p.s. come al solito bel commento della partita da parte tua.

  3. …Avevi detto…”se l’inter fa l’inter…” purtroppo l’inter non ha fatto l’inter… e il milan ha fatto invece il milan…picchiando come è suo costume, protetto dall’arbitro come al solito…questa volta non si lamenteranno dei 2 gol in fuorigioco…non metteranno stralci di regolamento sul sito, il geometra non tuonerà per cambiare le regole (possibile che stiamo ancora a parlare di gol non gol?)… purtroppo però glielo abbiamo regalato noi questo derby, entrando in campo molli e forse presuntuosi, con una squadra troppo fragile, con cambiasso e motta soli a centrocampo in mezzo ai loro picchiatori…con wess messo giù ad ogni palla conquistata… con eto’o sempre troppo lontano…con chivu e ranocchia x una volta spaesati (senza lucio che dirige e imposta sembrano bambini in giro da soli…)…non è ancora tutto finito, e abbiamo comunque gli altri obiettivi, ma…dargliela vinta così è davvero un delitto… questo campionato glielo abbiamo regalato noi…peccato….

    • franco da Udin // 3 aprile 2011 a 19:40 // Rispondi

      Beh, dai, io la gara l’ho vista, ieri sera, ed ho visto oggi Lecce-Udinese: fotocopie l’una dell’altra, due asfaltature. Dare causa all’arbitro (che oggi ci avrebbe anche annullato un gol buono), tirare dentro Galliani, i picchiatori milanisti (secondo Te Maicon non meritava la doccia anticipata?) non è da Inter. Ascolta chi delle sconfitte ha dovuto farsene una ragione, indietro non si torna e certe volte ammettere che chi ha vinto ha meritato fa stare decisamente meglio. Sul fatto che lo scudo glielo regalate Voi, Ti menziono solo un episodio: Inter-Udinese. Ricordi come avete vinto? Eto’o, riprendendo la parata su un suo rigore, segna il 2-1 decisivo. Rigore per fallo di mano inutile ed ingenuo del ragazzino Angella su un cross inutile. Dovrei dire che dovreste essere a -8 se non Vi avessimo regalato la partita? E’ solo fùtbal, e se ieri sera se n’è visto a San Siro lo ha mostrato il Milan.

  4. Sono assolutamente d’accordo e,anzi,devo complimentarmi per la lucidità e la freddezza di un’analisi fatta a botta calda (…….e che botta).Ma il dubbio sul modulo triplete mi rimane comunque,e mi spiego. La squadra non ha la condizione,gli automatismi,la fede feroce di un anno fa’ …….e un certo Milito (intendo quel Milito).Se metto le 3 punte + Snejider e nessuno si sacrifca tornando,faccio un’ingolfata e regalo un uomo al centrocampo del Milan che ne ha 4 forti e ben assortiti.Poi , per carità,hanno giocato tutti talmente male che ogni discorso lascia il tempo che trova. E per finire mi chiedo se sarà un caso , ma : a parte il Napoli (che con le grandi diventa piccolo piccolo) e il Bayern a Monaco (dove anche il fattore C…ha avuto un ruolo primario) abbiamo perso con Udinese,Juve,Bayern a Milano , Milan………..vorrà dire qualcosa ?
    Saluti

  5. Caro Gianluca,
    Condivido in linea di massima il tuo editoriale e sono d’accordo che non ha molto senso elogiare o meno Leonardo per quello che ha fatto fino ad ora o per quello che ha fatto ieri sera.
    Mi sento solo di dire un cosa però, cosa che come di è abitudine dissi prima perchè amo parlare prima e non dopo. Leonardo non è, e probabilmente non sarà mai un allenatore vincente. Ieri l’Inter era più forte, nettamente più forte e la sconfitta è arrivata solamente per una questione di approccio alla partita completamente sbagliato sia dal punto di vista mentale che tattico. Ma se sulla questione tattica si può tranquillamente parlamentare su quella mentale no. Lo scorso anno l’Inter vinse i derby nel tunnel, ieri sera lo ha perso probabilmente già in albergo. Su questo è inutile girarci intorno, Leonardo ha molto da lavorare e molto da imparare, Il derby perso dall’Inter ieri è la fotocopia, al contrario, dei due vinti lo scorso anno.
    Pazienza…

  6. Una débâcle, d’accordo, ma quest’anno va spesso così, con un approccio a volte “garibaldino” che vuol dire, anche nel corso della stessa partita (vedi Roma o Bayern), rischiare il tracollo o realizzare l’impresa. Tuttavia, anche con questo metodo, siamo come un anno fa ad aprile e ancora in corsa su tre fronti. Ci avremmo scommesso, un anno fa? Poi ti va tutto bene a fai triplete, te ne vanno un po’ storte e allora no. Farei dunque nostro il motto di Special Olympics: “che possa io vincere, ma se non dovessi riuscire che ci abbia provato con tutte le mie forze”.

  7. Troppi giocatori sottotono e poca concentrazione….. Maicon passeggiava mentre Pato segnava il primo gol , Thiago Motta ed Eto’o irriconoscibili . Chivu avrebbe dovuto lasciare andare Pato si era allungato il pallone e Julio Cesar era in uscita (altro errore) .
    Comunque 5 punti si possono ancora recuperare se giocano al meglio…..

  8. Poche palle e poca professionalità, Maicon ha dimostrato in tutta la stagione quanto gli è scocciato rimanere. Una bella multa a chi Balotella per il campo invece di giocare.

  9. d’accordo con te glr, solo un appunto. considerando che i ns centrocampisti è un pò che faticano e che tornavano dalle nazionali io sarei stato molto coperto con stankovic dentro e pandev fuori, con eto’o più avanti. dovevamo vincere, ma 1 a 0 non recuperare 4 gol quindi atteggiamento tattico sbagliato, a prescindere dal gol assurdo dopo 40 secondi. ultima cosa: non capisco perchè maicon deve giocare per diritto divino…sono tre settimane che è un cadavere, anche a monaco ha perso un sacco di palloni, col lecce ha dormito, ieri pure. insomma lasciare dentro lui, pandev e lo sneijder versione ieri sera è troppo anche per una grande squadra. va bene tener dentro l’olandese che ti può sempre inventare la punizione e l’assist e poi fa parte del suo ruolo essere a volte abulico, ma il terzino e l’ala destra devono trottare cavolo!
    cmq credo che erano troppo convinti di batterli, mentre quelli del milan avevano la giusta tensione e sapevano che dovevano fare la partita perfetta per vincere, cosa che hanno fatto.
    per fortuna si gioca subito martedì, la cosa migliore per andare avanti.

  10. Difficile trovare attenuanti, è stata una gara imbarazzante.
    Facciamo tesoro degli errori e speriamo in un sussulto nelle prossime partite da qui alla fine del campionato. Sarò pazza (come l’Inter) ma sento che non è finita qui…
    Il nostro calendario sulla carta non è poi così difficile, certo non possiamo più sbagliare e sottovalutare nessun avversario. Voglio crederci e ci credo! Speriamo bene!
    Sempre forza Inter!!!!!

  11. BUOGIORNO (SI FA PER DIRE) GIANLUCA…
    UN RISVEGLIO COSI’ E’ DEGNO DEI MIGLIORI FILM HORROR, MA PURTROPPO E’ REALTA’. LA NOSTRA CARA, AMATA INTER CI HA ABITUATO A QUESTE ALTALENE EMOZIONALI: DI VOLTA IN VOLTA, PASSIAMO DALLA PIU’ ESALTANTE DELLE VITTORIE (SPECIE SE IN RIMONTA) A SCONFITTE BRUCIANTI E DIFFICILMENTE SPIEGABILI.
    STAVOLTA, INVECE, LA SPIEGAZIONE C’E’ ED E’ MOLTO SEMPLICE, AL DI LA’ DI TUTTE LE INUTILI CHIACCHERE DA BAR CHE ANCHE IERI SERA HO DOVUTO SENTIRE, PERCHE’ APPUNTO HO VISSUTO L’UMILIAZIONE DALL’INTERNO DI UN CLUB. SEMPLICEMENETE SIAMO RIMASTI NEGLI SPOGLIATOI, SEMPLICEMENTE NON CI ABBIAMO CREDUTO UN ATTIMO NELLA VITTORIA, FORSE STANCHI, FORSE DISTRATTI DALLA CHAMPIONS…MAH… O FORSE, SEMPLICEMENTE PERCHE’ LEO NON E’ JOSE’ E QUEST’INTER E’ SOLO PARENTE DI QUELLA… E SCUSA SE ANCH’IO, PER AMAREZZA MI LASCIO ANDARE AD UNA CHIACCHERA DI QUEL BAR…
    SALUTI, ROMINA

  12. Foschetti Bruno // 3 aprile 2011 a 08:19 // Rispondi

    Ciao GLR,in sintesi sono d`accordo con te, ma a me rode eccome perdere cosi`contro una squadra che non e`per nulla eccelsa.Il milan ha 4 giocatori bravi che sono Nesta, T. Silva ,Seedorf, e Pato,ha 5 Fabbriferrai che sono Zambrotta, Van Bommel, Boateng,
    Gattuso e Flamini,3Tuffatori(squola Inzaghi?)che sono Robinho,Pato e Cassano,piu`un paio di comparse.Il fatto e`che noi non ci siamo stati in Campo,certo ha pesato il gol preso subito, ma la squadra era stanca,Cambiasso, Zanetti, Scnejder, Etoò,T. Motta
    dopo una mezzora non ne avevano piu`.Ranocchia e Chivo non in buone condizioni fisiche,gli unici che cercavano di fare qualcosa erano Pandev e Pazzini,a cui non
    arrivavano palloni giocabili.Io stimo tantissimo Leonardo,ma ieri qualche colpa ce la pure lui,a´ peccato di presunzione non puoi giocare con 4 Attaccanti e con il solo Cambiasso a interdire che poi non era nella migliore condizione.
    Adesso dobbiamo andare avanti,in Champione, in Coppa Italia, e in Campionato non e stata detta l`ultima parola.
    I ragazzi meritano fiducia,hanno dimostrato che non mollano mai, quindisono sicuro che gia`domani si faranno valere.
    Saluti a tutti l`Interisti, un abbraccio a te,
    Foschetti Bruno Köln Deutschland

  13. non me lo aspettavo, confidavo nel carattere dei ragazzi che hanno bucato completamente la partita contro una squadra a parer mio piu’ debole.

  14. Buon giorno GLR, il mio parere è che Leonardo non è sicuramente più colpevole degli altri per questa sconfitta, figlia anche di 2 situazioni che bene o male, pesano sulla prestazione: la pausa per le gare delle nazionali che hanno portato in giro per il mondo gran parte dei giocatori e la prossima sfida di Champions, che ci può dare una semifinale assolutamente affascinante. Forse, Leonardo avrebbe potuto rinunciare dall’inizio a Pandev, soprattutto perchè in questo momento la condizione di Cambiasso è davvero critica e il centrocampo già ne soffre, figuriamoci con 3 punte (Stankovic credo non fosse al meglio, ma Kharja che fine ha fatto?).
    Per il resto, l’errore incredibile di Eto’o, Abbiati migliore del Milan nel primo tempo e la condizione quasi nulla di Cambiasso e Maicon (da 4 in pagella) hanno fatto il resto.
    Peccato, ma ora dobbiamo arrivare in semifinale Champions e giocarcela in Coppa Italia, dove in finale potremmo prenderci la rivincita sul Milan. E poi, vinciamo le prossime gare e vediamo cosa farà il Milan, che non è poi una squadra imbattibile, già a partire dalla prossima giornata.

  15. Che dire, noi siamo esagerati sia nelle vittorie che nelle sconfitte; menomale che si gioca già martedi, così non rimuginiamo troppo, bisogna dire però che non ero più abituato a delusioni simili, l’importante però è non arrendersi, anche perchè c’è pur sempre un posto tra le prime 3 da difendere…

  16. caro gianluca, penso che leo abbia commesso qualche errore tattico grossolano (fuori deki, dentro pandev) e la squadra era stanca per via degli impegni con le rispettive nazionali. non disperiamo assolutamente. il milan puo anche fermarsi a firenze e tutto si riaprirebbe. l’unica mia preoccupazione è il possibile contraccolpo psicologico per chi, dopo 7 stagioni di vittorie potrebbe anche restare a bocca asciutta.
    alberto

    • a bocca asciutta?
      supercoppa italiana e mondiale per club… avercene di bocche asciutte così…
      dai, quando era arrivato leo, tutti (penso) avremmo firmato per una zona champions senza preliminari. e se il milan vince 2 derby su due e sta a +5 non possiamo certo dire che sia un vantaggio immeritato. certo, io non smetto di sperare…
      dopodiché a me ha fatto pensare chivu che chiedeva più protezione in mezzo al campo. a volte per vincere devi dare equilibrio alla squadra e un uomo derby come deki, anche a mezzo servizio, avrebbe fatto più di pandev. così se proprio dovevi giocarti il tutto per tutto (a patto di essere ancora in 10, intendo) si sarebbe potuto buttare dentro nell’ultima mezzora un pandev fresco e milito al posto di pazzini.
      è senno di poi, certo. ma anche di prima, guardando come erano andati i derby dell’anno scorso…

  17. Ciao Gianluca. Ottima disanima del incontro.
    E’ una partita nata male (1-0 già dopo un minuto) e proseguita malissimo con l’espulsione di Chivu. Abbiamo giocato male e il Milan ha meritato la vittoria. Punto.
    Quello che però non comprendo è perché la squadra si sfaldi con le grandi. Anche l’incontro con la Juve è stato penoso e, guardando i risultati dei bianconeri dopo Juve-Inter, c’è da mangiarsi le mani. Sembra che manchi la voglia di mostrare il proprio valore e carattere, tipo il ritorno di Champions con il Bayern.
    Ora siamo a -5. Certo, era meglio vincere, o perlomeno pareggiare, ma nel calcio niente è già stato scritto.
    Forza Inter!

  18. Oggettivamente la vera impresa e’ stato arrivare alla vigilia del derby a -2. Per vincere ieri sera le condizioni c erano tutte, a prescindere dal distacco. Il calcio non e’ una scienza esatta ma qualcosa di oggettivo c’e: il modulo del triplete senza Lucio e samuel non si deve più schierare.
    Per il resto caro glr non e’ colpa di Leo se i nostri campioni (maicon wes eto’o) hanno clamorosamente ciccato la gara.
    Il tuo passaggio sulle isterie milanisti e’ fantastico! E ringraziamo branca per non acer ingaggiato quel buffone di Cassano

  19. Loro i punti li perdono ancora. Fanno la grande partita ma non durano, per cui se ci crediamo li prendiamo. Ma… non mi sembra che ci crediamo. Peccato sentir dire a Leonardo: Il gol all’inizio ha cambiato le cose. Non solo è banale, ma il lutto di un gol si rielabora in qualche minuto altrimenti non sei l’inter. Però insomma, anche se non ce la facessero… grazie di tutto. Ci siamo divertiti tanto con Leo, e continueremo a farlo. gio.

  20. non punto il dito su nessuno, anzi… ringrazio tutti perchè da marid ad abu dhabi è stato tutto veramente fantastico. i cicli che si chiudono fanno parte del calcio e non si è tifosi solo quando si vince. leonardo ha fatto errori, ma sono esperienze. schierare giocatori stanchi dalle nazionali non sempre è produttivo, e magari con mariga, kharja e nagatomo sarebbe stato un altra partita. la verità puo’ essere molteplice. mi dispiacerebbe che fosse la faccia dell’inter di fine ciclo. vorrei semplicemente che fosse l’inter brutta da vedere tipica delle partite pre-champions.

  21. Concordo sul fatto che si perde tutti insieme, ma non è stato un po’ troppo presuntuoso pensare di giocare con 3 punte… Pandev non è Pelè! Con fortuna a Monaco abbiamo rimontato 3 gol (con unica prodezza di Pandev in stagione) giocando con 2 punte e allora eravamo costretti a vincere. L’anno scorso Mou giocava col tridente ma come si sacrificavano Eto’o e Pandev ! Ieri non tornavano per niente ! Poi non puoi, con Chivu e Ranocchia acciaccati, non avere un centrocampo corposo, tra l’altro con Thiago che non è un velocipede…i 3 over 30 del Milan (Seedorf, Gattuso e Van Bommel) andavano a nozze.
    Allegri ha saputo far tesoro dei suoi errori e controvertendo i desideri del suo capo ha cominciato a vincere quando ha rinnegato il modulo a 3 punte.
    Spero Leo faccia tesoro di questa sconfitta
    Giovanna

  22. Disamina giusta, successo milanista meritato, ma, attenzione, prima del 2 a 0, le occasioni migliori per segnare le ha avute l’Inter con Pazzini, Thiago Motta e soprattutto Eto’o. Questo per dire che le partite, con un po’ di buona o cattiva sorte, possono girare in un senso o nell’altro. Il peccato mortale é stato quello di regalare il centrocampo al Milan che con Pato e Robinho ha potuto tagliare la difesa interista come il burro non trovando ostacoli sulla partenza dei lanci da dietro.

  23. pasquale somenzi // 3 aprile 2011 a 09:36 // Rispondi

    Il risultato di questo derby non puo’ che concentrare una serie di numeri negativi:
    questo campionato si chiudera’ senza aver segnato a 2 squadre: Juve e Milan, dato
    definitivo in quanto alle 7 squadre che l’Inter incontrera’ da qui alla fine ha gia’
    segnato all’andata.
    Una sconfitta per 0-3 (o comunque con 3 gol di scarto) non si verificava dalla
    trasferta Sampdoria in coppa Italia (04/03/2009) mentre in campionato e’ per
    fortuna (ma direi per bravura) un evento raro, infatti l’ultima risale ad una
    sconfitta a Torino sponda bianconera sempre 0-3 era il 02/03/2003.
    Era dalla stagione 2005/2006 che l’Inter non faceva zero punti in campionato
    contro una squadra (Juventus).
    Ora e’ aritmetico che per il quarto anno consecutivo l’Inter fara’ meno punti del
    campionato precedente e per 4 anni di fila non era mai successo nella sua storia.
    La giornata 31 di campionato si e’ confermata negativa: manca la vittoria dal
    2005.
    L’anno scorso l’Inter alla 31ma perse con la Roma 2-1 poi concluse il campionato
    con 6 vittorie ed 1 pareggio.
    Dal mio punto di vista lo scudetto del Milan sara’ vinto fondamentalmente
    grazie ai 12 punti ottenuti contro Inter e Napoli, infatti quando si dice che in
    alcuni casi le vittorie valgono doppio, questi 12 punti hanno difatto “stoppato”
    le dirette inseguitrici che infatti se oggi non sono prime, aritmeticamente e’ per
    i punti non conquistati negli scontri diretti col Milan.
    A volte succede che la capolista vinca piu’ facile con le prime della classifica,
    ricordero’ sempre come l’Inter del record dei 97 punti vinse in trasferta contro
    tutte le squadre classificatesi dal secondo al nono posto, mentre pareggio’ con
    4 squadre dal decimo posto in giu’
    ciao. pasquale.

  24. Niente da dire…i cugini ci hanno tritati. Voglio pensare solo che la pausa nazionali e le lunghe trasferte “subite” dai nostri siano la causa principale della pessima partita di ieri. Altrimenti anche lo schalke potrebbe diventare ostacolo insormontabile…

  25. Ciao GLR, ciao a tutti, certo il derby lo abbiamo perso con pieno merito. I milanisti di oggi sono un pò gli interisti di 10 anni fa quando si esultava sguaiatamente per le vittorie con la juve ed il milan, anche se alla fine non si vinceva nulla. La partita è arrivata sicuramente in un momento sbagliato, molti interisti veramente sotto tono, e non per crocifiggere Leo (che ha la mia massima stima) credo non sia neanche stata preparata benissimo dal punto di vista psicologico. Per quanto abbiamo avuto un espulso io ho visto un milan molto aggressivo, sempre al limite del cartellino mentre l’inter mi è parsa abulica in alcuni casi pareva stessimo gestendo noi il vantaggio della partita e di classifica. Ovvio che c’è una grande amarezza per aver perso un derby, anzi 2, ma, anche per aver perso un’occasione d’oro per passare in testa alla classifica. Il campionato non è finito ieri, ora il tutto è più complicato ma, resto dell’idea che sarà l’ultima giornata ad assegnare il titolo. Ora è inutile piangerci sopra, martedi c’è già la champions.

    Saluti e FORZA INTER.

  26. Be’ sul resoconto della partita, devo farti i miei più sinceri complimenti. Da milanista devo dire che sei sempre lucido ed obiettivo nei tuoi giudizi. Anche quando dici di comprendere la situazione di chi ha a lungo ingoiato menta….hai ragione. Ne abbiamo mangiata dal 2008 ad oggi e di certo non si può pretendere che l’alito profumi. Gli interisti hanno banchettato a nutella per tre lustri in attesa di un tricolore, quindi chi meglio di voi può capire e mostrare comprensione verso le “isterie” di Lord Gattuso (notorio per il suo aplombe britannico).
    In merito a Leonardo… be’, ti faccio troppo intelligente per capire che la reazione emotiva nei suoi confronti non è certo rimpianto per il tecnico che ci ha regalato il derby del 4-0 (risultato stretto per voi) e l’umiliazione di Manchester. Più che altro è la delusione per la persona, che si credeva diversa, leale e affezionata ai colori che l’hanno reso un calciatore, dirigente e (a dispetto dei meriti oggettivi) un allenatore ai vertici del calcio mondiale.
    Con rispetto ed un garbato sorriso…. Saverio

    • Ma la reazione emotiva l’ho compresa benissimo, anche se personalmente ho sempre sorriso, al di là della fede sportiva, di chi i suoi idoli continua a trovarli nel calcio di oggi anziché nella vita di ogni giorno. Credo che però Leo qualcosa di buono l’abbia fatto per meritarsi tutto questo ‘odio’. Ora vediamo se il conto è saldato o si andrà avanti per anni, nella miglior tradizione del becerismo di casa nostra, per cui chi è interista non può lavorare per il Milan e viceversa.
      GLR

      • Non mi sono mai sognato di prendermela del passaggio al Milan di gente come Serena, Ibra, Vieri, Pirlo, Seedorf e l’anno prossimo Balotelli. Me la sono presa tantissimo invece per gente come Ganz o Ronaldo: gente che non perdeva occasione di ostentare l’amore per la maglia e per i colori: noi tifosi siamo gente passionale e non è giusto che i giocatori ci prendano in giro. Se lo fanno secondo me è giusto che ne paghino le conseguenze.
        Non so cosa ha fatto e detto Leonardo con i tifosi del Milan, ma se si è comportato scorrettamente con loro (non la società o il presidente, ma con loro, i tifosi), allora capisco la reazione.

    • con tutto il rispetto, perchè in base a quello che scrivi ti reputo un milanista equilibrato, ma leonardo non se n’è andato, non ha tradito, ma è stato costretto ad andarsene per divergenze di vedute con la proprietà. Dopo la cacciata una settimana si e l’altra pure usciva un’intervista del gattuso o dell’inzaghi di turno in cui si diceva di come non ci fosse rapporto, e altre carinerie varie.
      Poi parlare di Giuda quando negli anni ci si è presi vieri, ronaldo e poi ibra, mi sembra fuori luogo

  27. Una sconfitta così è sempre dolorosa, però io sono ottimista e dico che siamo ancora in corsa per la vittoria finale.
    Ricordatevi che per l’Inter le “Missions Impossible” diventano possibili.
    Ciao GLR

  28. CI STA A PERDERE MA NON COSI SENZA GIOCARE,IL DERBY E’ DERBY.A QUESTO PUNTO ORMAI IL CAMPIONATO E ‘COMPROMESSO,SPERIAMO DI ANDARE AVANTI IN COPPA,E VINCERE LA COPPA ITALIA.PER IL PROSSIMO ANNO BISOGNA FARE DEGLI INNESTI,POCHI MA BUONI.

  29. Dopo tanti anni perdiamo i 2 derby della stagione e,onestamente,il Milan ha meritato in entrambi i match.Purtroppo la velocità di Pato ci ha fatto a fettine ma è tutta la stagione che soffriamo troppo in fase difensiva,in ogni match concediamo almeno 3-4 palle gol agli avversari e,se contro il Lecce può andarti bene contro avversari di altra caratura no…L’assenza di “the Wall”Samuel,per me forse il più forte centrale del mondo,è decisiva ma anche a centrocampo non facciamo più filtro adeguatamente,arrivano troppe volte a ridosso della nostra area.Spero che capiscano il problema e in campagna acquisti ragionino di conseguenza.Comunque x sempre immensamente grati ai nostri magnifici ragazzi x tutte le gioie regalate in questi anni e ora sotto con lo Schalke!!
    P.S.i rossoneri si fanno sempre riconoscere x quello che sono,vergognosi alcuni striscioni di ieri ma d’altra parte la vera differenza fra noi e loro la conosciamo,noi al loro mondiale rendemmo gli onori e all’ultimo derby di Maldini rendemmo omaggio ad un grandissimo giocatore e ne rimase piacevolmente sorpreso anche lui,loro ad una leggenda calcistica che hanno avuto la fortuna di avere x tantissimi anni hanno avuto il coraggio di contestarlo…..Sempre FORZA INTER!!!

  30. Che suonata, ragazzi!!! Accampiamo pure scuse, giocatori stanchi da lavori in nazionali varie, arrivi ritardati e quindi preparazione superficiale della partita, ma l’ Inter è composta da oltre 20 giocatori, possibile che Leonardo non si sia accorto che alcuni avevano la lingua sotto i piedi ed il fuso orario non ancora smaltito!!! Per giocare al calcio moderno bisogna correre, CA…..SPIO!!! Metti OBI, Karjia, un primavera, ma che abbia motivazioni e che morda le caviglie, BOIA MONDO!!!!! Siamo morti senza combattere, questa è la vergogna più evidente. Poi, Gianluca, i tifosi, l’hanno voluta loro questa vittoria, hanno accompagnato per giorni i loro beniamini anche durante gli allenamenti caricandoli a dovere. Complimenti a loro anche se poi hanno splafonato in striscioni secondo me esagerati!!! Un sentito ringraziamento a LUCIO che si è fatto squalificare apposta per farsi una vacanza lunga ed una tirata di orecchie al Presidente che non ha rinnovato in tempo utile una rosa logora e ricca di infortunati…seriali. DURA LEX SED LEX…se vuoi l’Inter devi continuare a cacciare la grana!!!

  31. Leonardo ha sbagliato di grosso modulo e scelte tattiche: già dopo due minuti avevamo regalato il centrocampo, con la squadra lunghissima (dato che nessuno dei 4 la davanti tornava PER SCELTA DEL MISTER), praterie intere si aprivano ogni volta che il milan attaccava. Per non parlare del fatto che da una parte ho visto una squadra rabbiosa e con grande voglia di vincere, dall’altra un gruppo, magari anche stanco, ma che si è fatto sopraffarre dalla paura anzichè andare in campo e dare tutto quello che avevano.
    In definitiva Leo ha giocato tre derby e in nessuno dei tre è riuscito a capirci nulla. Forse è meglio che torni dietro la scrivania a scovare giovani talenti e convincerli a venire ad appiano, oppure se vuole davvero allenare ha ancora molto da studiare e imparare.

  32. roberto scib // 3 aprile 2011 a 11:13 // Rispondi

    Spiace perdere. Spiace dire addio al campionato, dopo 5 anni da dominatori incontrastati. Spiace perdere cosi, come scolaretti svampiti di fronte ai maestri (?!). Spiace perdere con gli odiati cugini.
    Ma, come dico da tempo, non si puo’ vincere sempre. E le scelte di fondo sono per me tutto sommato condivisibili: Leo e’ un buon allenatore (dovrebbe solo fare qualche lezione con Mou o con il Mancio su che cos’e’ la fase difensiva), la squadra e’ buona (serve qualche ritocco, ma quella direzione e’ gia’ stata imboccata correttamente, con Ranocchia e Pazzini), la direzione di continuare con progetti solidi a lungo termine e’ corretta.
    Speriamo solo che queste umiliazioni non si ripetano negli anni futuri, perche – francamente – mi danno un bel po’ fastidio…
    R

  33. dario garavaglia // 3 aprile 2011 a 11:21 // Rispondi

    ciao GLR
    sono deluso più che dal risultato dall’atteggiamento molle dei ragazzi, i milanisti hanno affrontato la partita con più cattiveria e hanno vinto giustamente, però vorrei ricordare a tutti coloro che cominceranno con le critiche feroci ( giocatori finiti Leo non capisce niente ecc…) che fino a gennaio la qualificazione in champions sembrava difficilissima e vincere lo scudetto un’utopia, se non altro abbiamo fatto venire la strizza al Milan e comunque mancano ancora 7 partite nelle quali il Milan deve andare a Roma Firenze e Udine.
    ciao e comunque per noi il martedì è ancora giorno di partita

  34. quando si sbaglia la formazione e non la si cambia neanche nel secondo tempo è chiaro che poi la paghi. avevamo una squadra troppo alta,troppo sbilanciata, con una difesa “svizzera” stile emmenthal piena di buchi. comunque ragazzi nulla è perduto il campionato non è ancora finito e i cuginastri hanno partite molto più difficili delle nostre, almeno sulla carta, soprattutto in trasferta. siamo ancora in corsa sui tre fronti. ottimismo e in altro i cuori (nerazzurri ovviamente) bacioni nerazzurri gabri <3<3<3<3

  35. Forza Napoli, Gian Luca, Forza Napoli.
    Secondo me da oggi la squadra favorita è il Napoli, perché a questo punto escludo l’Inter, causa batosta psicologica e sogno (o illusione) di poter vincere la Champion’s, ma nutro ancora più dubbi sul Milan, perché ieri sera ha vinto con la rabbia e il livore, più che con il gioco. Peraltro massimo rispetto per la tattica di Allegri, perché ha copiato l’esempio Mourinho, anche se quelli non lo ammetteranno mai.
    Per quanto riguarda Leonardo, si è dimostrato ancora una volta un simpatico ingenuo, ovviamente in senso buono.
    Inoltre, Gian Luca, non puoi dire che non convince criticare la scelta del 4-2..44, perché quello NON è il modulo del Triplete. Il modulo di Mourinho è un 6-4 quando si difende e un 2-8 quando si attacca, cioè è un modulo flessibile. Quello di Leo (e del Brasile dell’82) è un modulo, mi dispiace dirlo, presuntuoso!
    Detto questo, ammiro molto Leonardo e spero che rimanga anche l’anno prossimo, magari aprendosi a qualche consiglio “difensivista”. Cosa ne dici?
    Ciao
    Lorenzo

    • Nel futuro di Leo non vedo panchine ma scrivanie e questo anche dovesse vincere quest’anno
      GLR

      • Caro Gian Luca, ieri sera è stata dura (unica tifosa interista in una famiglia di milanisti)
        molte cose mi hanno dato fastidio: gli insulti e gli striscioni beceri a Leo, Robinho che si butta, Cassano che imita Mourinho con il pubblico, il solito Gattuso che dice e fa quel che vuole…. Ma questo è lo “STILE MILAN”? io non li sopporto più.

  36. Segnali negativi di un week end nero erano venuti dalla sconfitta della primavera del pomeriggio.
    L’unica (magra) consolazione è che abbiamo saputo perdere, senza isterie inutili e controproducenti. E senza dare addosso all’arbitro che poco c’entra (tutte le decisioni prese sui casi dubbi erano oggettivamente difficili).
    il 3-0 è pesante ma anche frutto di episodi sfortunati. Abbiamo avuto le nostre chances sullo 0-1 ma non le abbiamo sapute cogliere (Pazzini, il gol-non gol, l’incredibile l’occasione divoratasi da Eto’o)..
    Il Milan ha meritato perché è entrato subito in partita e poi ha approfittato con lucidità del vantaggio tattico determinato dal gol segnato subito.
    Animo, fra due giorni si rigioca.
    Nello sport c’è sempre un domani.
    Buona domenica a tutti noi per quanto possibile.
    Henryk, Roma

  37. ciao gianluca, mi è sembrato di rivedere Juve-Inter di quest’anno: scesi in campo con una tranquillità ed una “mollezza” uniche… raccapriccianti! va bene perdere, si può. Non così però. Uno scudetto buttato via fin dall’inizio, che tristezza…

  38. Sono il primo a ripudiare i commenti affrettati ma ho come l’impressione che Leonardo sente la pressione nelle partite importanti, in particolare questa dove arrivava come “l’ex traditore” e la sua “filosofia” nelle conferenze stampa si è sciolta come neve al sole durante i 90 min in campo. La cosa che nn digerisco è il fatto che il milan quest’anno nn è assolutamente una grande squadra, motivo che mi spinge a pensare che per lo scudetto nn è finita, e che ha vinto nn tanto per superiorità o bel gioco ma per la nostra totale assenza nei 90 min in campo. Nn c’è stata reazione, concetrazione, concretezza e idee. Leo avrebbe dovuto almeno provare a cambiare qualcosa già dal 2o tempo, considerando che la difesa era debole e il centrocampo inconsistente. In ogni caso speriamo di portare a casa qualcosa quest’anno e se dobbiamo morire speriamo di farci male il meno possibile!

  39. Caro GLR, sono d’accordo con te nel dire che abbiamo giocato particolarmente male, ma lasciami dire una cosa che sicuramente non ti piacerà. L’arbitraggio di ieri sera mi è sembrato pressochè imbarazzante, e non mi riferisco al fuorigioco di pato nel secondo gol e al rigore più o meno inesistente del 3-0 che sono errori che ci po ssono stare, mi riferisco alla conduzione generale della gara. I vari vano bommel, nesta, zambrotta, boateng e gattuso hanno potuto picchiare indiscriminatamente per 90 minuti senza che l’arbitro fischiasse fallo. Non credi che dopo un po tra i nostri sia uscita anche un po di frustrazione?

    • Per niente. E l’arbitraggio alla fine è stato ininfluente. Ritenerlo decisivo anche quando non lo è stato fa parte di una mentalità italiota che detesto a prescindere. Sia ben chiaro che si può discutere all’infinito su alcuni episodi-chiave, primo e secondo gol del Milan compresi, ma la prestazione dell’Inter è stata talmente insufficiente da non meritare alcun alibi
      GLR

  40. Caro G.L.R.
    non voglio credere che questo sia il canto del cigno in campionato dell’Inter…più della partita che da parte nostra non c’è stata, mi hanno dato fastidio le dichiarazioni del Cuchu che in settimana ha dichiarato di voler tornare in Argentina alla fine del contratto con l’Inter. E questo sarebbe uno attaccato all’Inter? Secondo me queste dichiarazioni fanno male all’ambiente e sono il sintomo che il giocatore è tutt’altro che concentrato sulla stagione. E quello che mi dispiace è che questo venga da Cambiasso, una delle nostre presunte bandiere.
    ciao, Marco

    • Alla fine del contratto con l’Inter Cambiasso avrà quasi 35 anni: ci può stare. Non vedo il problema, ma certi tifosi dell’Inter sono bravissimi ad inventarseli
      GLR

  41. Paolo Sabiu // 3 aprile 2011 a 13:22 // Rispondi

    Analisi perfetta, com’è inappuntabile la tua opinione in base alla quale il campionato l’Inter lo ha perso nel momento in cui Moratti ha scelto di non fare una campagna acquisti decente la scorsa estate. Se poi ci aggiungiamo l’autunno letteralmente buttato via dai nostri giocatori (qualsiasi ne fosse stata la ragione) ed entrambi i derby (come ho avuto modo di scriverti già ieri sera) con le due sciagurate partenze di gara ad handicap, non c’è molto altro da aggiugere…
    Pazienza! Anche se mi dà un bel po’ di fastidio, tanto di cappello ai cugini per come hanno interpretato le partite che contavano; quest’anno a quanto pare tocca a loro…
    A proposito, ma dove sono finiti tutti i nostri compagni di tifo? Capisco la delusione, ma è troppo comodo farsi sentire solo quando le cose vanno per il verso giusto!
    Coraggio, nerazzurri, di derby ne saranno giocati altri, alcuni li vinceremo e altri li perderemo di nuovo! Abbiamo ancora delle possibilità per toglierci qualche altra soddisfazione, magari una piccola “vendetta sportiva” in Coppa Italia, oppure, se qualche giocatore importante riprenderà un po’ di forma, avanzare il più possibile in Champions!
    Ciao GL, forza Inter comunque!

  42. luke, toronto, canada // 3 aprile 2011 a 13:55 // Rispondi

    A parti invertite sembrava lo derby dell anno scorso, e guarda caso Leo era sulla parte dei sconfitti anche l`anno scorso. Adesso non dobbiamo abbaterci e cercare di entrare nelle prime 3, e andare piu avanti in Champions. Lo so che tanti non saranno d`accordo con me, ma Leo non e l`allenatore giusto per l`Inter. Ha toppato in maniera clamorosa tutte le partite piu importanti(Juve, Udine, Milan) con noi ma anche quando era al Milan(Inter, Manchester), e anche con il Bayern dobbiamo ringraziare i giocatori del Bayern che hanno mancato 5 gol fati nel primo tempo se no saremo fuori dalla Champions. Ieri ci ha umiliato una squadra che aveva in centrocampo Gatuso(34 anni), Van Bommel (34anni), Seedorf (35 anni) e con il 4-2 fantasia ho paura che anche il Shalke ci fara un brutto scherzo.

    • Tipico del tifoso vedere tutto bello dopo una serie di vittorie e tutto male dopo una sconfitta. Di solito queste mail non le prendo manco in consideraizone, ma ti salva il fatto di scrivere dal Canada: che dire? Speriamo di salvarci dalla B
      GLR

  43. Da buon interista (tifoso) penso che ieri abbiamo ampiamente meritato di perdere e che Leonardo ha dimostrato tutti i suoi limiti di allenatore. Il resto l’ha fatto la nostra squadra,
    abulica e spenta, e l’arbitro “insolitamente” di parte.

  44. Beh che dire ieri il Milan ha meritato però è vero che se nn ci fossimo mangiati il pari nel finire del primo tempo probabilmente la partita sarebbe finita diversamente. Leo nn deve essere condannato per questa sconfitta anche se dei dubbi mi sorgono: 3 derby da allenatore 0 goal fatti 9 subiti e squadre quasi mai pericolose, in champions eliminato in malomodo dal manchester,tu a cosa pensi siano dovuti queste debacle? Comunque un grande uomo e un grande osservatore visto che ha scovato pato, silva e kakà ed è forse per questo che al milan gli danno tutta questa importanza?
    E per lo scudetto nn è ancora finita e a maggio gioiremo ancora noi.
    Forza Inter

  45. luciano - (Bollate) // 3 aprile 2011 a 15:57 // Rispondi

    Ciao Gianluca
    Superata l’amarezza, ho avuto modo di ripensare all’incontro con il Milan e ho visto alcuni atteggiamenti della squadra, soprattutto nel primo tempo, piuttosto preoccupanti sotto l’aspetto dell’approccio alla gara, nel senso che la partita l’ha fatta il Milan con una superiorità soprattutto a centrocampo, grazie alle scelte ritenute più valide dal ns.tecnico, e non invece dall’ Inter come se NON dovessimo necessariamente fare risultato. Poi c’è da aggiungere anche che la sosta internazionale (come ha ammesso lo stesso Geom.Galliani) ha dato una mano alle squadre che impiegavano meno giocatori
    nelle rispettive nazionali e in questi casi quando ci sono alla vigilia scontri al vertice importanti, si paga sempre dazio dal punto di vista fisico.
    Io non voglio criticare la squadra perchè dopo quello che anno fatto meritano gratitudine, però vorrei una tua opinione se, a questo punto della stagione, ritieni che le energie restanti possono ancora fare la differenzal a iniziare da martedì sera.
    Un cordiale saluto
    Luciano

  46. “Avessimo segnato l’1-1 cambiava”, questo è uno stralcio delle assurde dichiarazioni post partita del nostro mister.
    Forse andrebbe rivisto il 4-2 fantasia: non far giocare Deki è stata una pazzia pura.
    Squadra molle e senza schemi, senza solidità difensiva e davanti la fantasia è sembrata con poche idee ma ben confuse.
    Leo non è un uomo derby: in 3 partite ha beccato 9 gol con 0 all’attivo.
    Inizierò a sperare come i romanisti l’anno scorso: non succede ma se succede…
    Che dire? Peccato.

  47. Breve è il passo che separa l’ottimista dall’illuso però io continuo a pensare che le probabilità di vincere lo scudo non sono poi così poche. E se a Firenze il Milan perde o pareggia e noi vinciamo?

  48. Il derby di ieri sera lo abbiamo letteralmente regalato ai cugini cui va il merito di essere scesi in campo con una mentalità diversa e quindi, per carità, hanno meritato i tre punti. Leonardo avrà senz’altro sbagliato ma i veri colpevoli sono i giocatori che hanno camminato per 70 minuti e sbagliato l’impossibile (come spesso accade). Altre cose come errori arbitrali, idiozie della curva milanista o di quel gran signore di gattuso questa volta me le faccio scivolare (seppur faticosamente) addosso.
    Mi brucia parecchio perdere il derby ma prima o poi doveva accadere (mi consolo pensando ai bruciori che abbiamo provocato loro negli ultimi cinque anni). PAZIENZA, il loro complessivo di 4 reti l’anno scorso glielo abbiamo sparato dopo poche giornate dall’inizio del campionato questo bisogna ricordarlo a certa gente.
    Sai che ti dico? In questa fallimentare stagione, dopo avere vinto 11 trofei mi accontento delle due “coppette” che ci siamo portati a casa, al massimo i cugini possono solo eguagliarci soprattutto se penso a 6 o 7 anni fa, quando le vacche erano anoressiche, un trofeo come la coppa italia era una cosa importante.
    Leo come dici tu avrà dall’anno prossimo un ruolo dirigenziale e sarà molto importante specialmente nella zona sudamericana per convincere i talenti a venire da noi e non in altre zone di milano. Al milan questo peserà parecchio secondo me e anche se affermano il contrario, i tifosi lo rimpiangeranno.

  49. Cosa aggiungere? E’ già stato tutto ben descritto dai vari commenti. Bisogna essere sportivi e dare merito al Milan di aver interpretato nel modo giusto lo scontro diretto, al contrario della nostra squadra che già pregustava il sorpasso. Sono mancate purtroppo tutte quelle caratteristiche che ci avevano contraddistinto finora nei confronti con i nostri cugini ossia la voglia, l’umiltà, la concentrazione e la “cattiveria” agonistica. Un vero peccato aver sprecato una simile occasione dopo averne creato i presupposti…
    Ora la controprova l’avremo nel doppio confronto di C.L. contro lo Schalke 04; capiremo se si è trattato solo di uno scivolone oppure
    se dovremo riporre i sogni di gloria almeno per quel riguarda il finale di stagione.

  50. Caro glr penso che il vero problema sia stato quello di essere stati troppo ottimisti,di essere entrati con quegli occhi di criceto che qualcuno citava prima , perché convinti di essere piu’ forti perché loro non avevano Ibra, abbiamo sottovalutato a mio parere la potenza di uno stadio solo rossonero e un po’ di stress psicologico di leo dovuto alla voglia di rivincita . Per il resto che dire ….. Dispiace un sacco…ma
    1 non si puo’ sempre vincere,
    2 non e’ ancora finita e in un campionato così tutto puo’succedere…. Anche che il Napoli beffi le due milanesi.
    Per concludere forza inter, sempre e comunque e complimenti a tutti perché
    Questo campionato e’ sicuramente uno dei piu’ avvincenti degli ultimi anni….
    A presto
    Paola

  51. Caro GLR, cari tutti,
    premesso che Leonardo finora ha fatto più che bene (2,31 punti a partita la media), rigenerando psicologicamente e fisicamente una squadra che pareva decotta dalla scorpacciata dello scorso anno, dai mondiali e dalla “cura” Benitez, ieri a mio avviso ha sbagliato formazione e schema di gioco. Non si può regalare il centrocampo al Milan spaccando la squadra in due tra attacco e difesa. Il Milan ha praticamente avuto 15 giorni per preparare il derby, mentre i nostri mi sono sembrati stanchi e molli probabilmente a causa degli impegni con le rispettive nazionali. Ma a maggior ragione bisognava essere un po’ più realisti: lo schema “fantasia” ha funzionato lo scorso anno in una situazione irripetibile. Personalmente tornerei al “rombo”. Mancano ancora sette partite e i cugini hanno un calendario più difficile, ma sarà dura. Credo che il risultato migliore della giornata sia stata la sconfitta dell’Udinese: il terzo posto è fondamentale se non si riuscirà a recuperare il distacco dalla capolista.

  52. Alessandro // 4 aprile 2011 a 08:18 // Rispondi

    Senza dimenticare tutto il buono sgorgato e fatto da questo gruppo anche quest’anno è impossibile non segnalare che vi son giocatori che non non hanno più voglia (Maicon su tutti che DOVEVA essere ceduto) e una disposizione tattica di una squadra lunga supponente e molle (si è perso contro una squadra che io continuo a pensare nettamente inferiore a noi altri) … Ogni verticalizzazione del MIlan era un pericolo … Incredibile!
    Ora però dico guardiamo avanti e soprattutto in campionato pechè vedrete arriveranno altre sorprese e proprio dal Milan, quindi spero davvero che la mia Inter Sabato non faccia disastri con il buon Chievo dell’amico Campedelli … saluti a tutti e al padrone di casa,
    grazie.

  53. Ciao GLR,che rospo questo da ingoiare..permettimi di dire che detesto catastrofisti e piagnoni,delusi e pessimisti in genere ma altrettanto permettimi di constatare che se perdi con Juve, Roma, Lazio,Udinese, Milan 2 volte e poi non mi ricordo più con chi altro….bè,allora è giusto che il campionato non lo vinci.Poi è anche vero che lo vincerà chi quest’anno è stato non più forte ma ha sbagliato meno….
    Pazienza dai…speriamo nelle coppe….Lo scudetto lo vedo ormai scucito…
    Comunque sempre e solo VIVA INTER !
    IVO

  54. Buongiorno,
    a BILIARDO si dichiara il colpo vincente prima di eseguirlo.
    Il Milan ed i suoi componenti l’hanno fatto ad Ottobre 2010.
    Bene, il rischio di figuraccia è solo loro.
    Sono dell’idea che un pò di modestia non guasta mai nella Vita soprattutto perchè la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo.
    Sicuramente lo scudetto del cattivo gusto Sabato sera è stato già assegnato con largo anticipo!
    Stiamo a vedere dove andrà quello del campo…. come il ” cinese seduto sulla riva del fiume che sa aspettare…”
    Intanto giochiamo questa Champions L. … noi nerazzurri !!!
    …Noi saremo li… Nerazzurriii !!!!
    DZ

  55. Penso che nn si possa vincere all’infinito, è normale che prima o poi dopo 5 anni di fila ci saremmo fermato.. e cmq dovessimo, ripetto dovessimo nn vincere nulla…cosa succederebbe? Nulla, non abbiamo vinto x 18 anni di fila ed eravamo sempre presenti, se dovesse e ripeto, dovesse andar male 1 anno dopo 5 anni in cui abbiamo vinto tutto e fatto quel che mai nessuno in Italia era riuscito a fare non succederebbe nulla! E cmq i ragazzu martedì hanno bisogno di 80.000 indemoniati che li spingano verso una seminfinale di Champions. Non lasciamoli soli!!!

  56. Poteva succedere. E’ successo. Abbiamo perso meritatamente UNA partita importante. Alzarsi in piedi però “dopo questa tappa” è UN DOVERE perchè il GIRO ancora…gira ed il “titulo” è lì ad attendere il vincitore finale…che NON c’è ancora. “ANDIAMO ragazzi – traduco dal francese – il GIORNO DELLA GLORIA … NON è ancora arrivato…per NESSUNO. Coraggio, Beneamata!

  57. Gianluca, io resto convinto che la scelta del modulo sia stata l’errore più grave. Con Pandev in panchina e Stankovic in campo penso che le cose sarebbero andate in modo diverso. Ovviamente non è stata la sola causa della sconfitta ma, secondo me, è stato l’errore più grave.
    Eto e Pandev non fanno più quello che facevano l’anno scorso in fase difensiva ; lo abbiamo capito tutti ma non chi deve decidere e questo ci è costato il derby.
    I campionati di serie A si vincono con la miglior difesa e non con il miglior attacco.
    Spero tanto che in champions Leonardo non parta ancora così e dimostri di aver imparato dai propri errori.
    saluti

  58. Ciao GLR,
    complimenti per aver profetizzato il risultato del derby.
    “Speriamo si fermino a 2 o a 3″ avevi detto prima della partita. Ovvio che la tua era ironia come del resto la mia da milanista felice ma non ancora festeggiante per lo scudetto visto che ci sono ancora ben 7 partite e le insidie son sempre dietro l’angolo.
    Un saluto.

    • Eh, eh…strategia consigliatami da Mario Corso! Meno male che il medioevo è finito da un pezzo, altrimenti qualcuno crederebbe sul serio a queste cose…
      GLR

  59. Kongo Sauvage // 4 aprile 2011 a 10:17 // Rispondi

    Ok, abbiamo giocato male e perso. Ci sta. E’ successo anche ad Udine. Il calcio in questo è giusto il 99% delle volte (checchè ne dicano i tifosi della terza squadra di Milano).
    Io, però, guardando il calendario e conoscendo i nostri giocatori … ci credo ancora. E ci credo primo perchè adesso il milan crederà di aver finito lo sforzo, mentre ha un calendario abbastanza complicato, secondo perchè Napoli mi sembra una piazza immatura ancora per gestire lo stress delle prossime ultime 7 giornate e poi perchè sono abituato a veder fare alla mia Inter le cose più incredibili. L’anno scorso di questi tempi avevamo gli stessi punti di vantaggio sulla roma che ha oggi il milan su di noi (se non sbaglio) ….. non vedo perchè non ci si debba credere ancora. Ma scherziamo? FORZA INTER!!!

  60. due cose hanno influito negativamente nella prestazione del derby della squadra nerazzurra: la sosta per le nazionali, che ci restituisce sempre dei giocatori abulici e stanchi; l’espulsione di Chivu, nei primi minuti del secondo tempo, dopo che avevamo ben concluso il primo, tenendo il milan nella sua metà campo e proponendo ben tre grandi occasioni da gol (per me il colpo di testa di Motta era dentro). Atteggiamento arbitrale, episodi e mancanza di fiducia dopo il 2 a 0 hanno fatto il resto. Perchè stupirsi del comportamento dei milanisti in campo o fuori ? E’ lo stile milan che è lo stile berlusconi.

  61. non fate il gioco dei milanisti,non critichiamo leonardo e giovane e puo sbagliare comunque la scelto moratti,la colpa e solo dei giocatori basta che facevano l’inter vincevano perche siamo molto piu forti di loro, noi non dobbiamo maI ESSERE FAVORITI SE NO SI PERDE SEMPRE

  62. Daniele C. // 4 aprile 2011 a 11:28 // Rispondi

    Ciao GianLuca, ho trovato veramente eccessive le critiche rivolte a Leonardo, soprattutto di chi lo indica come unico responsabile della sconfitta nel derby.
    A mio parere risulta evidente che il vero errore che ha deciso la partita è stato il clamoroso goal sbagliato da Eto’o. Cosa sarebbe successo se l’Inter fosse andata all’intervallo con il risultato in parità? Magari avrebbe perso ugualmente, ma quasi sicuramente la partita sarebbe cambiata e magari Leo avrebbe corretto la formazione iniziale inserendo Stankovic, chissà…
    L’unica nota preoccupante, secondo me, nella gestione Leonardo è l’approccio troppo molle nelle due partite contro le nostre rivali storiche… Ecco questo è un’ aspetto da correggere per il futuro.
    Per concludere, parlando di futuro, sarebbe giusto dire che per riprendersi il primato nazionale, sarebbe utile che la società non regalasse un’altra sessione di mercato estivo ai cugini, come fatto lo scorso anno, in cui ci siamo solo indebiliti dalla cessione di Balotelli, mai rimpiazzato fino a Gennaio… altro che dare le colpe agli allenatori…
    Un saluto.

  63. Ciao Gianluca,
    cosa dire? Concordo in pieno con te. Sconfitta meritata, al di là degli episodi. E nemmeno mi sento di criticare l’impostazione tattica di Leonardo. Dovevamo vincere e quello è un modulo che abbiamo utilizzato felicemente altre volte. Semplicemente, il goal immediato del Milan ha cambiato tutto.
    Ma ci vuole un po’ di equilibrio nei giudizi. Certo, è stata una nottata orribile (ho lasciato stoicamente il cellulare acceso e i cugini mi hanno tempestata fino all’alba, ma ci sta). Ma non possiamo passare dall’euforia per la rimonta alla depressione. Paradiso-Inferno in 90 minuti. L’Inter ci ha abituato anche a questo. Ma siamo ancora in gioco per tutti gli obiettivi ! Forza Inter !

  64. Concordo con te gianluca, sul fatto che alcune esultanze sono state piu da Foggia che da milan, e per quanto mi riguarda te lo confermo, l’arrabbiatura con leonardo è aumentata dal fatto che al Milan ha fatto molto fi buono…per quanto riguarda la partita, è stata una partita strana difficile da interpretare, questa volta è andato tutto bene a noi e tutto male a voi….Si possono fare 25.000 discorsi tattici, ma nel calcio (anche se so che tu caro gianluca non sei completamente d’accordo) sono fondamentali gli episodi….Non c’è la controprova, ma se Ribery avesse segnato il gol del 3a1 voi sareste usciti dalla champions, cosi come se eto avesse segnato i facilissimi con gol con milan e fuve forse oggi la classifica sarebbe diversa..

  65. il nervoso è tanto, ma non verso la squadra, ma verso l’avversario da un po’ di tempo non sa più vincere…..gli insulti a Leo sono stati vergognosi…..
    Cmq andiamo avanti, giochiamoci la partita di domani (che solo noi giochiamo) e poi non molliamo proprio adesso per favore!!! crediamoci fin quando la matematica ce lo permette! non rischiamo di doverci poi mangiare le mani se il milan lascia punti per strada!
    E se non sarà così amen….non si può vincere sempre, l’importante è lottare fino alla fine!
    DAI RAGAZZI!!!!!
    Marta

  66. non è la prima volta che lo faccio, ma non posso fare a meno di fare le mie più sentite congratulazioni al padrone di casa: non solo per la competenza, l’equilibrio e l’obbiettività che dimostra nella sua DISAMINA (non disanima come scritto più sopra, come se GLR fosse un “senza anima”…… ce l’ha, ce l’ha il nostro l’anima ed è nerazzurra…. accidenti, in senso buono, a lui…), ma soprattutto perchè con tali qualità riesce a calamitare in questo blog tifosi dell’altra squadra di milano simili, chi più chi meno, a lui; quindi i miei complimenti vanno a tutti voi cuginastri che avete scritto qui sopra…
    lo ammetto, l’altra notte, tornato dallo stadio, e ieri, ho peccato di “ubris” (e spero che gli dei del calcio non mi puniscano per questo) ed ho fatto un giro virtuale, tra reti televisive e siti internet, per vedere se dopo anni di successi a rullo compressore il “piangina interista” si fosse finalmente estinto… beh, ne ho viste e lette un po’ di tutti i colori!

  67. Silvio da Torino // 4 aprile 2011 a 18:02 // Rispondi

    Come sempre quando si perde le mail sono tantissime e molte pessimistiche al massimo.
    Abbiamo perso un derby giocato male e gli episodi ci sono stati molto contrari.
    Se devo essere sincero alla fine del primo tempo ero abbastanza fiducioso perchè comunque una certa reazione c’era stata ed eravamo andati vicino al pareggio.
    Ma la ripresa è stata deprimente all’inverosimile ed è impossibile accampare scuse.
    Quello che non riesco a mandare giù è questo accanimento verso Leonardo che in fin dei conti è stato delegittimato con parole dure dal loro caro Presidentissimo dopo un’annata più che dignitosa nonostante la squadra fosse scarsa e non fosse stato fatto alcun intervento sul mercato.

    • Una gioia dura un istante, una delusione una vita per certi tifosi. Ed è per questo che non cercando più da molto tempo acluna forma di consenso, non aspirando ad essere il portavoce di nessuno, lontano da qualsiasi forma di deferenza, non ho alcun problema a ripetere per l’ennesima volta che la stragrande maggioranza dei tifosi è del tutto inascoltabile e inaffidabile. A ognivittoria l’allenatore di turno è un genio, a ogni sconfitta un cretino. Non a caso il tifo è anche una malattia. E le malattie su internet si guariscono in fretta utlizzando il tasto ‘elinmina messaggio’
      GLR

  68. Caro GLR,
    mi è spiaciuto perdere il derby in questa maniera, perchè c’è modo e modo di perdere. Sono convinta che il derby non l’ha vinto il Milan ma l’ha perso l’Inter.
    La cosa che mi lascia allibita è sentire alcuni tifosi nerazzurri che sparano a zero su Leo. E’ vero che ha sbagliato, ma mandargli accidenti e criticarlo pesantemente non mi sembra troppo intelligente. Speriamo in una ripresa veloce e duratura.

  69. Ciao Gianluca,
    nel tuo editoriale hai scritto “miglior partita del milan e peggiore partita dell’inter”… ok ci può stare, certo è che per far fare la migliore partita al milan ci abbiamo messo del nostro. Ho visto le due ultime partite del milan (Bari e Palermo, peggiori squadre dell’ultimo periodo) e con corsa, squadra stretta e corta, raddoppi e atteggiamento giusto, hanno fatto fare ai cugini figure barbine.
    Noi siamo riusciti a farci prendere in contropiede senza che loro pressassero, a centrocampo Van Bommel e Seedorf che sono più lenti di me hanno avuto tempi paurosi per pensare alle giocate da fare, i 6 che attacavano non rientravano mai, loro arrivavano al limite dell’area senza opposizione alcuna, atteggiamento difensivo che neanche una squadra di amatori… ecco secondo me la spiegazione del “partitone del milan”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili