Tra le pulizie spunta Cassano-4

Οι διάλογοι ovvero Racconti di tifosi da Bar – sabato, 4 settembre 2010

Il sabato è il giorno delle pulizie settimanali nel Bar Sport prima della chiusura intorno a mezzogiorno. Poco movimento e saracinesca rigorosamente a mezz’asta, con l’Armida, la moglie del Pinuccio, che sgobba come una schiava per ripulire il locale dai bagordi della settimana. La Cimbali del caffè è accesa giusto per il parrucchiere juventino Tonino che dalla contigua bottega di barbiere una scappata la fa sempre, così come l’ortolano milanista Gaetano, attivissimo nel suo Tano Frutta&Verdura.

Tutti gli altri a casa o chissà dove, tranne l’interista Walter che a volte sgomma con qualcuna delle auto in saldo alla Concessionaria Multimarche WalterSpeed, e nel bar ci entra solo se è in compagniadi una potenziale cliente, ovviamente donna. In tal caso fa il brillante e offre sempre un caffè, giusto per farsi vedere in buona compagnia dal Pinuccio, strizzandogli l’occhio. Sa che lunedì il barman lo riferirà a tutti gli altri e lui se la tirerà come sempre raccontando assurdità. E’ lì che se il Gaetano lo incrocia fa scattare la sua vendetta provocandolo su cose di calcio, ben sapendo che il Walter non potrà reagire nel solito modo animalesco per non rimediare una figuraccia davanti alla signora che l’accompagna. E stamane il Gaetano la battuta sul Cassano appena visto in Nazionale con l’Estonia, gliela tira: “L’hai visto ieri sera il grande Fantantonio – lo provoca – doveva prenderlo la tua Inter ormai bolsa. E invece…”

Al Walter prude già la gola e vorrebbe tanto rispondergli per le rime, ma la presenza della potenziale cliente lo costringe al silenzio e fugge via manco la gli stessero rubando l’auto. L’ultimo sguardo promette però una pronta vendetta, lunedì alla riapertura. Meglio così, anche perché l’Armida, durante le grandi manovre di pulizia del bar, ha appena trovato un mozzicone di sigaretta addirittura su un lampadario e sta per partire un memorabile cazziatone al povero Pinuccio che ha la faccia di chi è appena stato condannato a morte. Ma domani è domenica, giorno di chiusura.
Ci si rivede lunedì per un’altra settimana che promette scintille (4-continua, purtroppo…)

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili