L’Inter i Mondiali li vinceva-7

Οι διάλογοι ovvero Racconti da tifosi da Bar – mercoledì, 8 settembre 2010

“Forza Azzurri! Cinque pappine e spettacolo!” – Non sta più nella pelle il barman Pinuccio, l’unico che riesca ad entusiasmarsi per la Nazionale al di fuori delle fasi finali di Mondiali e Europei. “Grande Italia!” – dice a tutti quelli che entrano nel Bar Sport e che lo guardano quasi con compassione, a cominciare dal Walter, che lo irride muovendo la mano come una pagaia: “Che squadrone! 5-0 ai pescatori di isole mai sentite!” – ribatte. E per una volta anche il suo acerrimo nemico, l’ortolano milanista Gaetano Cacchione, è d’accordo: “Ma Pinuccio, ma cosa ti esalti? Quelli lì non ci hanno manco il campo da calcio e ogni volta che uno fa un tiro il pallone ci va nel mare!” Pure il tassista Gianni e il postino Donato ghignano di gusto mentre si scagliano a loro volta contro il Pinuccio: “Voglio vedere quando giocano colla Spagna o col Brasile” – parte il primo. “Eh già, voglio vedere!” – va a ruota il secondo. Il parrucchiere Tonino ha nostalgia del campionato: “A me la Nazionale mi fa due palle così, meno male che tra poco si ricomincia!”

Pinuccio però non ci sta: “Tifare per la Nazionale è un dovere! Siete italiani o no?” – si difende, mentre indica con orgoglio il poster dell’Italia Campione del Mondo 1982 appeso alle sue spalle da quasi trent’anni!” snocciolandone la formazione come una filastrocca: “Zoff, Gentile, Cabrini, Oriali, Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Rossi, Antognoni, Graziani. Che vittoria, ragazzi!” L’Artemio Scannagatta però non ci sta: “Bearzot io l’avrei mandato via la notte dell’11 luglio ’82 – ricorda – Infatti quattro anni dopo ha fatto come Lippi in Africa: schifo!” A quel punto parte il carrozziere juventino Ignazio con uno dei suoi insopportabili tormentoni: “Gli ultimi Mondiali non fanno testo. Lì si sa di chi è la colpa! Poi faceva comodo avere Lippi come capo spiatorio (capro espiatorio, ndr). Se il livello del calcio italiano è zero, sappiamo perché!” Lo studente fuori corso Boris annuisce come se la sapesse lunga sull’argomento e aggiunge “La colpa è dell’Inter che ha tutti gli stranieri!”

Un discorso che il Walter non ha mai potuto sopportare e infatti la sua replica è di quelle che lasciano attoniti: “Ve la dico io la verità, a voi brutta gente!” – si scalda – perché a voi piacerebbe tanto che l’Inter vendesse l’Eto’o o il Milito per prendersi scarponi come il Quagliarella o il Pepe, ma Moratti mica è scemo! Lui lo sa che gli italiani nel calcio sono come quelli nella vita di tutti i giorni. Non c’hanno più voglia di lavorare e di soffrire, proprio come voi che state qui tutto il giorno al bar! – si infiamma, come se lui non facesse poi lo altrettanto ogni giorno. “E la volete sapere la vera verità? Quella che vi fa male? – riparte con la faccia di chi sta per piazzare il colpo del KO – “L’Inter i Mondiali li vinceva!” E se ne esce sbattendo a porta mandando tutti a quel Paese.
“Macché Mondiali” – conclude con un filo di voce l’anziano Ambrogio Spiffero. “Voi parlate di Mondiali, ma voi i Mondiali, quelli veri, non li avete mai visti” mentre un colpo di tosse gli strozza in gola l’ennesimo sgroppino (7 – continua, purtroppo…)

2 Commenti su L’Inter i Mondiali li vinceva-7

  1. gianluca caro,
    complimenti per le storielline sul bar sport.
    bello il sottotitolo “oi diàlogoi” (mi fai tornare indietro di parecchi anni, sui banchi del liceo classico).il taglio è ironico, ma elegante e mai di cattivo gusto. un vero esempio di humor inglese. bravissimo. tra tutti i personaggi (che secondo me non sono tutti frutto della fantasia), mi sa che il walter ti assomiglia molto. guarda caso ha 44 anni come te. è un interista sfegatato e… soprattutto è un incorreggibile sciupafemmine.eh!eh!eh!
    bacioni nerazzurri. ciao
    gabri

    • Guarda Gabri, il Walter esiste davvero ma nè io nè lui siamo sciupafemmine e ti assicuro che non ci assomigliamo per niente. Il realtà a volte io gli faccio il verso quando faccio un po’ il bauscione, ma in realtà lo prendo per il culo. Lui ama le auto e io le odio. E ci sono anche tantissime altre differenze. L’età in realtà è assolutamente inventata, come i vari personaggi. O forse no. Non posso davvero dire di più, altirmenti mi scoprono…eh…eh…eh
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili