Inter, la forza dei numeri

Ultimi giorni di derby parlato in attesa di domenica sera quando si giocherà e le chiacchiere della vigilia. lasceranno immediatamente il posto a quelle del dopo-gara, spesso pure più velenose. In realtà conterà solo il calcio giocato con Inter e Milan che arrivano al derby di ritorno praticamente con gli stessi risultati dell’andata, nel senso che anche prima del 4-0 nerazzurro di agosto, il Milan aveva battuto il Siena e l’Inter aveva pareggiato col Bari. Le sentenze nel nostro mondo cambiano nello spazio di un battito di ciglia e ormai nessuno rimpiange più Ibra e Kakà, segno che Inter e Milan hanno saputo andare avanti: sempre al top l’Inter, tra alti e bassi il Milan che ha dimostrato in un solo girone tutto il brutto e il bello che un club può attraversare. Chi vince in ogni caso non vince nulla più del derby: manca quasi un intero girone al traguardo ma è comprensibile che il Milan propagandi la sua nuova forza a destra e a manca: l’Inter non ne ha bisogno: la sua forza è data classifica degli ultimi anni: dal 2006-07 l’Inter è stata capolista solitaria per 105 giornate e ci resterà anche domenica sera, a meno che il presidente Beretta non accolga la richiesta di Mourinho di rinviare il derby: finora è questa la battuta più divertente della settimana. Per chi ha ironia, s’intende…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili