Il calcio italiano fa schifo-28

Οι διάλογοι ovvero Racconti da tifosi da Bar – mercoledì 13 ottobre 2010

Al Bar Sport si è sempre litigato per le cose di calcio, ma l’indegna serata di Italia-Serbia in Tv ha lasciato l’amaro in bocca, malgrado le grappe che tutti si sparano a raffica per dimenticare. Il barman Pinuccio, l’unico che ha sempre seguito la Nazionale con entusiasmo, è triste come se gli fossero entrati i Nas nel locale, mentre il concessionario interista Walter Bordegoni prova a sdrammatizzare: “Coraggio, ragazzi che tra poco torna il campionato – annuncia – e l’Effecinternazionale (l’Inter, ndr) anche se decimata dagli infortuni, detterà ancora legge. Poi l’avete sentito il Moratti o no? Messi è in arrivo!”

Il carrozziere calabrese Ignazio Arfuso risponde subito per le rime: “Ma che Messi e Messi – ribatte – che c’hai la squadra tutta stirata. Voglio vedere se si fa male pure Eto’o!”
L’ex tramviere in pensione Artemio Scannagatta non vedeva l’ora di dire la sua sull’argomento: “Qui tra la preparazione del Camomilla (Benitez, ndr) e le partite delle varie Nazionali, tra un po’ vado in campo io – osserva – Ma ad Appiano gli fan trainare le balle di fieno?”

Il parrucchiere Tonino ce l’ha invece ancora con Casiraghi e l’Under 21: “In pochi mesi abbiamo fatto tombola – ricorda – fuori dal Mondiale con la Nazionale maggiore e dall’Europeo con l’Under 21″ supportato dallo studente fuori-corso Boris: “Povera Italia, meno male che io tifo la Juve!”
Il tassista Gianni è semplicemente impietoso: “Ragazzi, la verità è una sola – urla – il calcio italiano fa schifo!”
E l’ortolano Gaetano va addirittura oltre: “Berlusconi dovrebbe fare una legge – esagera – per cui la Nazionale italiana viene sciolta finché non nascono italiani che sanno giocare a pallone” e, mentre il postino Donato litiga come al solito col videopoker, l’anziano Ambrogio ne tira fuori una delle sue:” Abbiamo fatto l’Italia – sentenzia – ora facciamo gli italiani”. (28-continua, purtroppo…)

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili