Gli arbitri non sono più comunisti-35

Οι διάλογοι ovvero Racconti da tifosi da Bar – martedì 26 ottobre 2010

Tutti aspettavano il Milan a Napoli e al San Paolo il Milan ha vinto, anche se non ha convinto l’idraulico napoletano Salvatore Jacoviello detto Ciccio che irrompe nel Bar Sport per cantarne quattro alla pattuglia rossonera: “Accattateve ‘sti punti ma pure o’scuorno (Prendetevi questi punti ma pure la vergogna, ndr) – parte in quarta – Mannaggia a Rizzoli che ci stava ostile , ma pure in dieci abbiamo fatto vedere i sorci verdi a o’Milan!” Non par vero all’interista Walter Bordegoni di avere nel pittoresco idraulico partenopeo un valido alleato e ci piazza il solito carico da undici: “Quest’anno devo ancora capire se gli arbitri hanno scelto la Juve o il Milan – polemizza – ma di sicuro non sono più comunisti. Voi del Milan adesso siete secondi, praticamente dove arriverete a fine stagione, se va bene!” Anche il carrozziere juventino Ignazio ne ha per tutti: “Gli arbitri stanno col Milan, altro che Juve! – annota – A Krasic mo’ lo squalificano, mentre Pato sgomita, Robinho simula pure lui e Pastamatic (Papastathopoulos, ndr)  fa falli uno via l’altro, ma fuori ci vanno sempre gli altri”.

Il tassista Gianni però non ci sta: “Parlate a vanvera – ribatte – vittoria chiara e pulita, come il famoso whisky” e intanto il barman Pinuccio gliene allunga uno doppio, perché ogni scusa è buona per bagnarsi le labbra. Il postino Donato a Napoli ha sofferto e non lo nega: “Dovevamo chiuderla prima – si lamenta – e poi se Pato se ne vuole andare, a Barcellona ce lo spedisco io. L’ortolano milanista Gaetano scommette invece col pensionato interista Artemio che Allegri verrà cacciato prima di Benitez, che per l’Artemio difficilmente mangerà il panettone: “Allegri ci deve avere scritto nel contratto – sostiene il Gaetano – che il primo cambio lo si fa solo dopo che ha telefonato Berlusconi!”

Il parrucchiere Tonino e lo studente fuori-corso Boris Abatangelo, juventini, sono già in fibrillazione per Milan-Juventus, col primo pessimista per l’incombente squalifica di Krasic  ed il secondo che si studiato a memoria una serie di statistiche sul big-match ma, come al solito, nessuno se lo fila.
L’anziano e rugoso pensionato Ambrogio, interista ma amante del calcio che fu, invece si abbandona come sempre ai ricordi: “Ma quale Milan-Juve – rilancia – ai miei tempi c’erano Nordahl e Sivori, Rivera e Boniperti. Milan-Juve è finita con questi signori del calcio!” (35-continua, purtroppo…)

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili