26C: Udinese-Inter 2-3

Che cuore! E che carattere la grande Inter! A Udine ecco la vittoria che vale tre punti in classifica, ma almeno il doppio a livello psicologico, soprattutto per chi insegue. Nel 3-2 finale si è pure sofferto, con un pizzico di buona sorte, ma dopo la fatica di mercoledì con il Chelsea non poteva essere altrimenti. Non a caso i blues in Premier League sono crollati rovinosamente in casa, travolti 4-2 dal Manchester City del Mancio. L’Inter ha invece risposto alla grande a chi vive nell’illusione di agganci e sorpassi, parole che sento da più di tre anni e che si porta sempre via il vento della classifica. Una risposta per le rime anche ai gatti neri che si strusciano nella tifoseria nerazzurra, quelli per cui chi insegue deve sempre far sempre più punti dell’Inter. Dovete darmene atto:  in questa settimana ho trasmesso fiducia e ottimismo, ma ero sincero, perché mi occupo di Inter e di calcio da più di 20 anni e mi fido delle mie sensazioni. Mourinho ha e ha dato alla squadra una personalità che nella storia recente non ho visto da nessuna parte ed ero certo che dopo il baccano sull’uniformità arbitrale, si sarebbe gradualmente tornati al trend di sempre, per cui non si può sempre e solo subire. A Udine poteva finire anche in pareggio, è vero, ma non avrei comunque cambiato idea sull’Inter, perché squalifiche e tossine europee non bastano a fiaccare questa squadra. Sulla carta anzi avevo anche considerato il margine sugli inseguitori potesse pure assottigliarsi viste le partite in calendario e la classifica bugiarda dei friulani. Invece l’Inter ha reagito subito, malgrado si sia trovata sotto dopo nemmeno due minuti dal fischio d’inizio di Bergonzi. Il gol di Pepe avrebbe spento chiunque, non l’Inter che nel giro di cinque minuti ha trovato il pareggio con Balotelli: strepitosa la sua minella da fuori area nell’angolino! E dopo un quarto d’ora ecco il vantaggio-capolavoro: da Maicon a Milito e poi a Pandev che di controbalzo ha offerto un pallone seducente allo stesso Maicon, che al volo ha steso ancora Handanovic. Roba da far venir giù lo stadio! E in chiusura di tempo  SuperMario ha fatto pure l’uomo assist crossando da sinistra per  Milito la palla per il delizioso colpo di testa angolatissimo sul secondo palo. il 3-1 all’intervallo ha suggerito all’Inter un avvio di ripresa in sordina, che la partenza-sprint dell’Udinese ha punito dopo nemmeno dieci minuti:  ingenuo Balotelli in barriera ad alzare il braccio verso il pallone, implacabile Di Natale dal dischetto. Da lì alla fine, parole e musica  di Lucio in difesa, bravissimo come col Chelsea e aiutato da Materazzi nel finale, con occasioni da una parte e dell’altra, mentre Eto’o dava respiro a Pandev. A pochi secondi dalla fine il rischio della beffa, con la traversa di Inler dopo doppia deviazione di Stankovic e Lucio. La fortuna aiuta gli audaci e l’Inter, stabilmente in campo con almeno 4 giocatori d’attacco, audace lo è sempre, con buona pace di chi insegue e continua a rinviare l’aggancio. Settimana prossima  vanno in scena Roma-Milan e Inter-Genoa. Mourinho, squalificato in tribuna e intento a mandare copiosi sms a raffica, forse non solo al vice Baresi in panchina, magari non la guarderà neppure. Lui è abituato a guardare sempre davanti, ma davanti all’Inter non c’è mai nessuno.

35 Commenti su 26C: Udinese-Inter 2-3

  1. marco ferrara // 28 febbraio 2010 a 20:28 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, penso che anche tu sarai d’accordo con me nel dire che i ragazzi oggi hanno fatto l’ennesima grandissima gara. Bravissimi a reagire subito allo svantaggio a lottare pallone su pallone senza risparmiarsi minimamente (come se la partita dispendiosa di mercoledi nn ci fosse stata), e a portare a casa una vittoria che dire importantissima é dir “poco”. Oggi dobbiamo ammettere che nn era per nulla facile, l’udinese nn merita la classifica che ha ed il friuli per noi nn é stato mai storicamente un campo da passeggiata!! Grande mario (che sta capendo pian piano che si deve correre in ogni parte del campo), bravo pure maicon (da un pò di partite sta tornando ai suoi livelli) ed immenso come al solito il Principe!! Speriamo che questa vittoria ad Udine sia fondamentale come lo é stata quella dello scorso anno!! Intanto i gufi hanno dovuto calmare per l’ennesima volta i loro propositi trionfalistici!! Saluti, Marco

  2. Ciao Gianluca, ti seguo spesso in tv, sei un mito quando esulti per la beneamata… Cmq parlando della partita, oggi non l’ho vista causa lavoro, quindi mi sono dato alla radio… Una sofferenza con la S maiuscola… Non sono più abituato alla vecchia radio… Devo dire che siamo stati grandissimi contro una squadra ed un campo( quello di Udine ) ostici per noi… Abbiamo lanciato un bel messaggino alle inseguitrici! P.s. Senza un centrale di ruolo! Tu che ne pensi? Forza inter! Il 16 marzo sono allo Stamford bridge!

  3. Grande, grande, grande Inter!
    Giuro che in una vittoria a Udine, dopo tutto quel che è capitato una settimana fa e dopo un incontro di Champions mercoledì contro una tra le migliori squadre al mondo, ci speravo col sentimento ma la ragione faceva propendere per il pari…
    Infatti (come hai fatto notare anche tu) il Chelsea è caduto malamente, e credo proprio per le scorie della partita di Coppa!
    D’accordo, oggi “dall’alto” è andato tutto più o meno regolarmente (forse però la Roma non la pensa così…), ma la speranza di “pareggiare” in qualche modo le evidenti ingiustizie subite è riposta nella ritrovata “Inter di granito” e nei ripetuti scontri diretti tra Milan, Roma e Napoli, che se già da Roma-Milan provvedessero ad ampliare nuovamente il solco tra l’Inter e chi insegue farebbero stare più tranquilli i tifosi.
    Soprattutto perchè mi auguro davvero di proseguire in Coppa (mentre non credo che il Milan ce la farà): dunque qualche punto in più, pur possedendo l’Inter praticamente due squadre, fa sempre comodo.
    Chiudo con una considerazione personalissima: ieri, rispondendo ad un post di Fabio avevo detto e sottoscritto che temevo Di Natale ma Pepe non mi faceva nemmeno… starnutire! Ecco: appena ho visto sullo schermo mi sono detto che come mago non avrei una grande carriera… :-)
    Avevo però anche sostenuto che l’Inter avrebbe fatto soffrire la difesa dell’Udinese. Almeno in questo ci ho preso! 😀
    Un caro saluto
    Roberto

    • Ciao Roberto, eccomi!!
      grande primo tempo, sopratutto la reazione dopo lo 0-1 in 2 minuti !!
      nel secondo tempo abbiamo avuto anche fortuna, ma il calo era inevitabile.
      Balotelli super nel primo tempo, nel secondo non era stanco , era…stufo !!
      Mariga, già visto a Napoli, si vede che è troppo acerbo per un Inter: ma per me è sopratutto un problema mentale, di coraggio e paura di sbagliare , perché la stoffa c’e’!
      Lucio immenso, Eto’o ha già detto…deve risolvere qualche suo problema che non è la forma fisica (mi hanno detto che la famiglia non si è ambientata a Milano e tutti sentono una nostalgia fortissima per la spagna!)
      Come già ribadito l’ avversario è solo il Milan, la Roma ha cominciato ieri pomeriggio la sua…ridiscesa!!
      Ho visto gli incontri di Chelsea e Juve, crollate entrambe nei secondi tempi , con la ovvia ruggine degli incontri di coppa infrasettimanali !!

      • Ciao Fabio, ero sicuro che la rete dell’Udinese si sarebbe gonfiata, ma su Pepe avevi ragione tu. Anche se, naturalmente, ai Mondiali farà pena… 😉 Tu temi il Milan, ma se si gioca ad armi pari (sic!) io temo solo un calo dell’Inter; non mi fa paura nemmeno la Roma che pure stramerita la posizione che occupa e anzi (vedi tra poco)… Dal punto di vista prettamente calcistico, credo che senza Pato il Milan valga assai meno.
        Solo che qua bisogna stare sempre con le antenne ritte… Immagino che domenica sera, dopo Inter-Genoa, una classifica attuale (al netto quindi degli “errori”) così: INTER 61 ROMA 54 MILAN 54 darebbe molto fastidio.
        E poi prendono in giro l’Inter per il “Ti piace vincere facile?”… Facendo il conto della serva (che tanto piace ai cugini quando sono loro a subire qualche torto) dell’ultimo mesetto ci sono 6 punti in più per il Milan, 4 in meno per l’Inter, 5 in meno per la Roma con i due di ieri sera che quel dubbio rigore per il Napoli all’ultimo ha cancellato. Anzi, togliamo pure all’Inter due punti dando il suo rigore all’Udinese. 2 soli punti in più per l’Inter… Dipiù: alziamo la traversa di Julione in modo da permettere a Inler di segnare (anzi, mandiamo l’Inter in B così facciam prima…). 1 solo punto in più all’Inter…INTER 59, ROMA 56, MILAN 48.
        Un po’ diverso, non credi? La Roma a una sola vittoria, e comunque +11 sul Milan. Ma questa è fantasia senza riprove.
        Sempre al netto degli errori, invece, se al Napoli non avessero dato quel rigore sul quale molto signorilmente Ranieri (pure Mazzarri, ma in questo caso sai che fatica :-)) ha sorvolato, la Roma sarebbe pari al Milan. Pazienza: l’appuntamento è solo rimandato a sabato sera, sempre che… e qui, come si suol dire, “un bel tacer non fu mai scritto”.
        Chiaro che poi, però, l’Inter domenica sera dovrà fare appieno la sua parte!
        E’ l’ultima settimana di relativo riposo: poi, il Chelsea ci aspetta col coltello tra i denti.
        E a Londra, tutto può succedere. Persino che segni Eto’o, pensa un po’ (ah, le rime…). 😀
        Un saluto , Roberto
        P.S.: a me Eto’o sta simpatico, sicuramente è un professionista esemplare ma (e lo si legge anche in tanti post di altri tifosi) credo che per ora sia la delusione più grande, seguito a ruota da T. Motta… Magari prima o poi Eto’o comincerà a segnare a raffica ma per ora mi sa che… pensa alla Spagna e i gol “se magna”!

  4. Una sola parola: INAFFONDABILI!

  5. Eroici!!!! si Eroici, e non è un caso dopo il derby finito ingiustamente in 9 uomini dopo la Samp e le a dir poco bizzarre decisioni del giudice, nonostante una lettera che scagioni totalmente un giocatore, dopo una vittoria ( a proposito, viva l’Italia, nessuno si è accorto che l’unica a vincere nelle coppe è stata l’Inter? ah già noi non abbiamo giocatori Italiani)vero CIPPALIPPI?) contro una delle squadre più accreditate a vincere la champions allenata dallo stratega Ancillotto.
    Bè cari gufi dovrete ripiegare le alucce e volare per altri lidi gli eroi non mollano niente ricordatelo..
    Gianluca un saluto da Roberto e Gianluca

    • ArchAndrea // 1 marzo 2010 a 11:24 // Rispondi

      Certo i nostri italiani non sono all’altezza della nazionale, infatti Mario, Santon e Materazzi non valgono Cannavaro, Chiellini, Legrottaglie, Grosso…. PER FORTUNA!!!!!

  6. Un commento al mio omonimo Roberto.
    Se ti può consolare, Io sono il vero “mago” dei pronostici. Negli ultimi anni ho confezionato i seguenti:
    – su Adriano (quando giocava con martins): questo è veramente uno dei più forti del mondo, nessuno lo fermerà nei prossimi anni…
    – Su Gilardino al Milan: è davvero un grande bluf. quello è uno che non la mette dentro nemmeno a pagarlo oro…
    – Su GEORGATOS (ve lo ricordate il terzino Greco): finalmente l’Inter ha trovato il terzino di fascia che cercava da tempo. Questo è veramente forte…
    E altre potrei raccontarne. Ma mi fermo per decenza.
    FORZA INTER!!!!

  7. hai ragione mitico glr !! non ricordo di aver visto la nostra squadra con questo carattere, è tutta opera del nostro messia in panca. senza i 4 squalificati ho visto benino mariga in mezzo, meglio di quello che mi pensavo motta, e molto bene supermario, purtroppo non vedo personalmente bene nell inter eto’o che mi sa tanto di “pacco”, cmq abbiamo dato un altro messaggio di potenza e superiorita agli inseguitori. io penso che domenica possa decidersi il50% del campionato……ciao a tutti gli interisti

  8. Internelcuore // 1 marzo 2010 a 05:38 // Rispondi

    Salve a tutti per prima cosa voglio fare i complimenti a GLR per il sito e per il lavoro svolto in tutti questi anni !!!!
    detto ciò voglio riportarvi una notizia appena uscita …….
    Ultima notizia Ansa Live ; il giudice sportivo Tosel ha squalificato Maicon” il grande” per 2 giornate con la prova televisiva motivo : gioco pericoloso e distruttivo per le difese e i portieri avversari . Sempre Tosel puntualizza non si può entrare in area di rigore a quella velocità e tirare al volo con tale potenza ,troppo aggressivi questi giocatori dell’Internazionale ,inoltre invita (come il resto del condominio )tutti ad abbassare i toni !
    Inter troppo forte e forza grande condottiero José Mário dos Santos Félix Mourinho !!!

  9. Franco Banear // 1 marzo 2010 a 07:20 // Rispondi

    GL,
    appena giunto nella mia camera di miami (north, non beach, io a differenza di Lei giro x faticare) ho visto i riflessi filmati e devo dire grazie a Inter e Udine. squadre d’attacco, noi male in difesa ma grande Maicon Poi, sa, inorgoglisce vedere epiteti così altisonanti x una vittoria su… L’Udinese! Ci avete spezzato le reni. Ah, per la cronaca: mercoledì abbiamo giocato anche noi, non solo Voi. Quindila fuffa della squadra stanca regge poco, eravamo ad ari pari (considerate le vs assenze e il ns livello)
    Sul Mou sa come la penso, chi lo critica non ha capito un ca<..o della vita.
    Pensi che oggi sono anche contento della sconfitta: detesto Bilan e Rube perciò meglio così…
    Perdoni errori vari ed eventuali e sempre forza Inter, Udine, sabidine redros maman e fuarce friul.

  10. Ciao GLR.
    ‘PURTROPPO’ l’Inter ha vinto, con buona pace dei gufi, comprese le TV nazionali (chi ha visto ‘Guida al campionato’ ieri gli si saranno accapponati i capelli…).
    Ma ho notato dalle interviste che ora tutti non vogliono parlare degli arbitri (vedi Mazzarri, Zaccheroni, Ranieri ecc…) e che è giusto accettare le decisioni (magari se sono a favore è meglio…). Ma allora gli incivili siamo solo noi? E’ diventato il campionato dell’Amore con una sola cattiva?
    Saluti.

  11. Balotelli in nazionale!!!
    Ma perché nemmeno provarlo?
    Idiozia allo stato puro escludelro dai 23!

  12. Concordo che il risultato sia una tremenda mazzata psicologica x quelli che stilano tabelle, tabelline, gufate e quant’altro.
    Dimostrare, nel primo tempo, una superiorità a tratti disarmante pur giocando con metà squadra, beh anche uno stolto capirebbe che x sconfiggere l’arbitro non basta nemmeno più l’arbitro o il palazzo.
    Non me ne frega nulla delle beghe da cortile sui ricorsi, sulle squalifiche, sulle presunte dichiarazioni e lettere della Samp odi chichessia.
    L’Inter è l’INTER e con un allenatore cosi nulla ci è precluso!!!!!

  13. ArchAndrea // 1 marzo 2010 a 11:20 // Rispondi

    Rriparto dal mio ultimo commento: “…abbiamo dimostrato di poter avere la mentalità vincente…” credo sia proprio vero infatti siamo sempre lucidi e non ci facciamo più condizionare dagli episodi negativi in campo. Infatti ogni volta che subiamo un colpo, che sia un gol a freddo, una nuova espulsione… abbiamo sempre pronta la reazione e soprattutto una grande reazione!
    Sicuramente la squadra è maturata e concordo con GLR quando dice che anche se il risultato non fosse stato con i tre punti per noi sarei stato tranquillo, perchè la squadra si muove compatta ed è sempre “attiva” in campo cioè non subisce gli eventi, credo che questa caratteristica sia frutto di una serie di eventi. Sicuramente Mou è uno degli elementi importanti, ma non sottovaluterei altri aspetti come la grinta di Lucio sia nelle giocate che nel teenere alta la concentrazione della squadra, il lavoro di Milito ed anche di Eto’o che critico per le conclusioni ma non per la mentalità portata in campo, poi metterei anche Materazzi che è diventato uomo squadra a 360° sia in campo che fuori, la grinta di Pandev…. ovviamente non dimentico Mario che è il nostro fuoriclasse!
    Le mie considerazioni vogliono partire proprio da Mario, infatti credo che nelle ultime partite si sia mosso in modo diverso e non parlo per quanto riguarda il suo modo di giocare, ma per i “rapporti” con Mou e compagni, infatti ho notato sia in CL che in campionato una concentrazione e voglia di lavorare che spero lo portino alla maturazione come giocatore….Ho viso un buon Maicon nelle ultime partite, dopo un lungo periodo pallido…Anche Eto’o credo sia fondamentale per noi perchè è uomo squadra e prima o poi segnerà gol importanti come è sempre stato capace in passato…
    La cosa importante è rimanere concentrati fino in fondo e guaradare sempre alla prossima partita che dobbiamo affrontare!!! quindi il prossimo obiettivo si chiama Genoa e sarà l’ennesimo passaggio importante per aggiungere altri punti alla nostra classifica.

  14. Angelo R. // 1 marzo 2010 a 11:34 // Rispondi

    Ciao Gian Luca,
    è vero che stà per arrivare un’altra squalifica a mourinho per aver zittito il pubblico? anche candreva settimana scorsa ha zittito il pubblico dopo il gol, e i due gesti dell’ombrello di huntelaar e pato ai viola ?
    ciao grande inter, ci giochiamo coppa italia scudetto e campionato? :)

  15. Ciao Gian Luca.
    Penso che ora che stiamo entrando nel momento decisivo della stagione, non si possa prescindere dal talento e dalla sfrontatezza di SuperMario. Con tutti i suoi difetti, quando la squadra lo sostiene e nelle partite ce contano a mio avviso lascia sempre il segno. Che ne pensi?
    Un saluto.

  16. Harry Hole // 1 marzo 2010 a 13:45 // Rispondi

    Inter tutto cuore e coraggio, sontuosa nel primo tempo, cala nel secondo (giustamente direi dopo le di coppa, (unica italiana a vincere in champions, ma nessuno sembra essersene accorto), se l’udinese avesse portato a casa un punto non sarebbe stato uno scandalo, ma gli scudetti si vincono anche così.
    peccato leggere da più parti di presunti aiuti arbitrali (a mio avviso il rigore incriminato di wesley sneijder non c’è….ma è una mia opinione) o di gol annullati per far battere poi il rigore, l’arbitro aveva chiaramente fischiato prima che l’udinese segnasse, ma tantè…
    andiamo avanti così, le prossime tre gare di campionato sono se non decisive, fondamentali, oltre genova e catania, si va a palermo che ad oggi è in forma strepitosa, ma per ora pensiamo al genoa e la champions!
    Forza Inter!

  17. Franco Interista // 1 marzo 2010 a 13:46 // Rispondi

    Caro Gianluca, grande vittoria a Udine! – Supermario formidabile- sono solo perplesso del rendimento di Eto’o – può essere che i compiti di rientro e copertura che gli ha affidato Mourinho gli tolgano lucidità e presenza in zona gol?- il campione non si discute, solo che il suo rendimento complessivo sinora mi sembra inferiore ai suoi colleghi di reparto.
    Saluti Nerazzurri Franco Interista

  18. andrea gnoli // 1 marzo 2010 a 14:18 // Rispondi

    Ragazzi,
    tutto bene, ma porca paletta ieri dopo il 2-3 ho passato davvero mezz’ora di panico!
    Pero’ almeno per una volta, siamo stati fortunati. Non parlo del rigore ma della traversa all’ultimo secondo. Se avessi perso 4 kg. anziche’ 4 anni di vita, sarebbe stato meglio. Adesso avanti col Genoa, e speriamo che Milan e Roma perdano entrambi. Ah no? Non e’ possibile perche’ giocano contro? eh eh eh.. Vabbe’ allora un bel pareggino. Chi e’ daccordo, dica “IO”.

  19. Scusa l’intromissione, ma è l’unico spazio che mi permette di fare questa considerazione:
    premesso che l’Inter è una grande squadra, sicuramente la più forte in campo anche se l’ambiente deve ancora imparare a vincere, però noto un silenzio assordante tanto quanto il casino che è stato fatto una settimana fa e nei giorni seguenti, sul rigore non dato all’Udinese e sulla mancata ammonizione di Balotelli sul rigore dato.
    Bisogna pensare che quando si applica rigorosamente il regolamento è perchè c’è un complotto anti-Inter, e che quando l’Inter viene favorita è tutto normale?
    Con rinnovata stima
    Rino

    • Caro Rino
      e’ evidente che nn conosci la regola per quanto riguarda i falli di mano.
      La regola dice che un giocatore deve essere ammonito quando tocca il pallone di mano volontariamente,e nn mi sembra il caso di Balotelli,visto che quando salta,alza si il braccio ma e’ completamente girato di spalle,quindi il tocco nn si puo’ considerare volontario (situazione spiegata ieri sera da Ravezzani su QSVS).
      Per quanto riguarda il presunto rigore nn dato all’Udinese,ti dico che poteva anche starci,ma visto il tuffo carpiato del giocatore dell’Udinese (nn ricordo chi era) dopo essere stato appena sfiorato da Snejder,credo che l’arbitro sia caduto in inganno.
      Detto questo,mi sembra che ieri il regolamento sia stato applicato rigorosamente a Udine e un po’ meno in altri campi.
      Con rispetto e simpatia.

      • Franco Banear // 1 marzo 2010 a 21:03 // Rispondi

        Fra,
        l’ammonizione non ci stava. Punto. Il rigore dato è inutile, tanto avremmo segnato istess. Il rigore di Snejider ci stava tutto, lascia stare il tuffo carpiato, Snejider lo tocca, non lo sfiora.
        Detto questo ieri ha vinto la squadra più forte. Ripunto. E le polemiche sul rigore non dato alla mia squadra sono la cosa più inutile dell’universo. Come quelle su Mejuto Gonzales. Come quelle sulle Vostre due espulsioni di sabato l’altro, che c’erano e basta.
        Ha ragione GL, come sempre, oh mio Vate, per alcune squadre notoriamente la legge ale di più che per altre;non è solo il calcio, è la vita.
        Ai tifosi dell’Inter, cui rinnovo la stima e l’affetto, condita dal fatto che sarà l’unica squadra per cui “terrò” in Europa, dico solo una cosa… Vi han fatto qualche torto qui e là, a cominciare da Ronaldo-Iuliano, etc… Non dico che facciate male a lamentarVi, dico solo che dovreste pensare ai tifosi delle squadre per cui questa è regola e non norma.
        Grande Mou.

        • Cancianeddu
          se i tifosi “avversari” fossero tutti come te,passerei giornate intere a confrontarmi e discutere di ogni minima azione,solo per il piacere di parlare civilmente di calcio e annessi.
          Complimenti per la sportività,davvero.
          Saluti

      • Quindi secondo te in barriera basta girarsi e si puo saltare con le braccia alzate perche tanto secondo te non è rigore?????spero che i giocatori dell,inter ti ascoltino così beccate un rigore sacrosanto ogni domenica.

        • Mauri
          io nn ho mai detto che se salti con le braccia alte,quando sei in barriera,e colpisci il pallone con le mani nn e’ rigore. (solo un matto potrebbe pensarlo)
          Io rispondevo al fatto che Balotelli nn sia stato ammonito in quel episodio,e il motivo della nn ammonizione e’ perche’ in area di rigore il tocco di mano deve essere volontario.
          Mi scuso se prima nn sono stato abbastanza chiaro nel spiegarmi,anche se rileggendo il mio commento nn mi sembrava cosi difficile da capire.
          P.S. GLR ho visto il video di domenica su YouTube,sul gol di Maicon sei stato davvero uno spasso.
          Saluti

    • Sul fatto che l’ambiente debba ancora imparare a vincere, sono d’accordo con te. E’ un mio cruccio, questo. Vorrei una società meno schizofrenica e più capace di gestire, senza isterismi, i momenti meno felici (che, nell’arco di un campionato, non mancano mai).
      Detto questo, gradirei che anche gli altri imparassero ad accettare la superiorità dell’Inter senza spiegarla sempre e soltanto con la questione arbitrale o con il presunto “potere” che avrebbe oggi la società di Massimo Moratti. In campo vanno i giocatori… e i nostri, spiace per gli altri, sono di primissima qualità.
      Con Stima e rispetto.

  20. gianluca rossi nel suo editoriale dice che dopo il baccano arbitrale in questa giornata si è tornati al trend di sempre…….e il rigore per l’Udinese? ah, questo sarebbe il trend di sempre….chiedetelo ai dirigenti dell’Udinese se sono d,accordo? se fosse successo il contrario avreste scatenato un putiferio….o no?

    • Visto che mi chiami in causa, ribadisco la definizione di trend arbitrale di sempre in Italia, anche se pensavo di esserle stato chiaro. In Italia il trend arbitrale di sempre, per sommi capi, prevede da che il calcio è calcio favori alle grandi, a tutte le grandi e torti alle piccole. Per farti un esempio è più facile che i nostri arbitri siano più di manica larga con Inter, Milan e Juventus piuttosto che con Atalanta, Livorno e Chievo. Non dico sia giusto, ma è così da sempre. Tant’è che in generale, ho sempre avuto più rispetto per le le proteste delle piccole che per quelle delle grandi. Il problema è stato che per un mese l’Inter è compeltamente uscita da un trend che non sarà certamente poco edificante in astratto, ma assolutamente reale nella storia della Serie A. Spero di essere stato chiaro. In generale si fischia un rigore sacrosanto più a Inter, Juve e Milan, in rigoroso ordine alfabetico che a tutte le altre.
      Ti sfido a dimostrarmi il contrario nella storia della Serie A. E anche al di là del calcio, l’Italia è il Paese delle sudditanze, tant’è che l’avvocato Prisco per fare un esempio di sudditanza psicologica raccontava sempre che quando arrivava in tribunale con la sua Smart e la piantava in seconda fila, il posteggiatore con lui chiudeva un antro, mentre gli altri li mandava via.
      GLR

    • Caro Mauri. Da quello e da come scrivi, deduco che sei o milanista o juventino. Un consiglio: prima di sputare sentenze sulla lealtà e la correttezza sportiva, nonchè sulle “protezioni” arbitrali prova a pensare alla storia della tua squadra del cuore. Sono convinto che scopriresti di avere due sole opzioni: stare zitto oppure andare a chattare sui blog dei tuoi compari. Senza rancore. Marco

  21. marco isabella // 1 marzo 2010 a 17:50 // Rispondi

    CIAO GLR! IERI E’ STATA DURA! PERO’ ABBIAMO VINTO
    TI SCRIVO UNA PREGHIERA MASAI, CHE SECONDO ME, RISPECCHIA LA NOSTRA INER: GRAZIE SIGNORE PER LE BATTAGLIE CHE HO COMBATTUTO E VINTO!
    GRAZIE SIGNORE PER LE BATTAGLIE CHE HO COMBATTUTO E PERSO! MA SOPRATTUTTO GRAZIE SIGNORE PER AVERMI DATO LA FORRZA E IL CORAGGI DI POTER COMBATTERE.
    SEMPRE E SOLO FORZA INTER! E CHE LA SORTE CI ASSISTA ANCHE IN COPPA!

  22. c’è solo una parola per descrivere la prestazione dei ragazzi di ieri:STRAORDINARIA…e aggiungo una cosa…ma perché quando l’Inter gioca bene non lo sottolinea mai nessuno????l’Inter ha giocato un primo tempo da brividi coronato da un secondo goal da antologia del calcio!!!!!forza Inter!

  23. Caro Gian Luca,
    parlando di mercato futuro e lasciando perdere per un attimo la nota storia della “minestra riscaldata”: quanto ti sembra peregrina l’idea di un possibile ritorno di Adriano (Roma o Inter per lui pari sono, ipse dixit…)?
    Tutti sappiamo poi perchè 10 anni fa Panucci dovette (in pratica…) andarsene dall’Inter. Da allora ha sempre fatto bene, è integro ed è ancora un buon giocatore. Si è appena liberato dal Parma e teoricamente potrebbe essere messo sotto contratto da chiunque e in qualsiasi momento.
    Ovviamente non dipende nè da me nè da te, ma non credi che potrebbe far comodo, vista la penuria di difensori (tra infortuni e continue squalifiche, giuste o meno che siano) e i molteplici impegni che per fortuna l’Inter ancora ha tra Coppa, coppetta e campionato?
    Chiudo con una considerazione: domenica c’è Inter-Genoa, e anche in questa i 3 punti sono d’obbligo. Dopo lo 0-5 dell’andata (considerando che si era all’inizio della stagione) ti eri sbilanciato mica poco, pubblicando una certa vignetta…
    Beh, mi auguro che tu sia un tipo… “lungimirante”! 😉
    Un caro saluto, Roberto

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili