1C: Bologna-Inter 0-0

Commento alla partita Bologna Inter 0-0Pareggio senza reti a Bologna, ma con sensibili miglioramenti rispetto alla Supercoppa Europea persa con l’Atletico Madrid. E non ci voleva granché, per la verità. Al Dall’Ara, dopo un primo tempo bruttino, nella ripresa Viviano, portiere di comproprietà dell’Inter, ha vissuto forse la miglior serata della sua carriera parando tutto. Ovviamente il risultato non è dei migliori, non è stato minimamente condizionato dall’arbitro Valeri, ma col passare dei minuti la squadra ha cominciato a rispondere: Sneijder è tornato quello che conosco, come Eto’o. Perfino Milito, in evidentissimo ritardo di condizione, ha dato segnali di risveglio, mentre Mariga ha dimostrato di poter essere una alternativa credibile per il centrocampo. Per chi crede ai corsi e ricorsi storici giova ricordare che per il quarto anno consecutivo l’Inter ha esordito in campionato con un pareggio, trovandosi puntualmente ad inseguire alla prima sosta della stagione, ma ha poi sempre vinto il campionato. Nel finale gli innesti di Coutinho per Pandev e di Biabiany per Milito non hanno inciso, ma c’è tempo, soprattutto per il giovane brasiliano, ancora piuttosto acerbo. Continuo ad avere la sensazione di una forma fisica ancora precaria e, soprattutto, di un certo appagamento psicologico e non a caso tra i più tonici  è parso Mariga, uno che il Triplete l’ha visto dalla panchina. Giusto non promuovere la squadra, ma nemmeno bocciarla come a Montecarlo. Al momento sono tutti più o meno rimandati, alla ripresa del torneo tra due settimane. Dopo l’intervallo l’Inter però è cresciuta, segno che Benitez, certamente camomilloso in panchina, soprattutto in relazione agli show di Mourinho, qualcosa di forte negli spogliatoi deve averla detta. Gli storiografi raccontano che il segreto della finale vinta a Istanbul dal Liverpool stesse proprio in quel che Rafa aveva detto ai suoi all’intervallo dopo il triplice vantaggio del Milan nel primo tempo. Lui non ha mai confermato il racconto, ma nella ripresa  i reds fecero tre gol andando poi a vincere la Champions nella finale più rocambolesca della storia. Cose passate, a cui l’Inter non è più abituata a guardare, anche perché non credo che i grandi giocatori abbiano poi bisogno di chissà quali discorsi tra un tempo e l’altro: se hanno giocato male, sono i primi a saperlo e i primi colpevoli se poi non riescono a cambiare marcia. Intanto domani il mercato finalmente chiude e il silenzio dell’Inter resta tombale, anche se due rinforzi dovrebbero essere annunciati. Ne parliamo domani, tanto mancano poche ore. Se ho la sensazione del grande colpo? A fine partita mi è arrivato un sms, al quale non credo. Ma io da sempre alle cose di calcio credo solo quando le vedo. Per ora non ho nemmeno visto Inler, figuratevi il resto. In passato, l’Inter di scudetti estivi ne ha vinti talmente tanti che potrebbe addirittura fregiarsi di una ipotetica stella, la stella della chiacchiera. Solo che in quegli anni, sempre più lontani, si ritrovava puntualmente con un pugno di mosche in mano. Gli scudetti veri, secondo l’Albo d’Oro, si vincono al termine della stagione. Si lasci dunque pure il titolo estivo ai cugini, con tanto di fragoroso can-can mediatico, visto che in ogni caso Ibrahimovic resta il colpo dell’estate per definizione. Solo una doverosa precisazione su quanto detto da Zlatan, ormai in fotocopia ciclostilata ad ogni trasferimento. E’ qui per vincere tutto, ci mancherebbe altro. Ha però aggiunto che prima di lui l’Inter non aveva vinto niente. Vero, ma si è dimenticato di ricordare quello che l’Inter ha vinto dopo di lui. Pubblico la vignetta dell’amico Stefano giusto per rinfrescargli le idee.

26 Commenti su 1C: Bologna-Inter 0-0

  1. Io non sono in grado di giudicare se l’Inter ha davvero giocato da schifo le ultime due partite (meglio contro il Bologna, è vero, ma era appunto il BOLOGNA!) a causa di una condizione non ottimale. Ma se così fosse mi chiedo: perchè questo ritardo? Forse non si sapeva che il calendario imponeva importanti impegni ravvicinati a fine agosto? E allora i preparatori atletici cosa ci stanno a fare? E non mi si venga a raccontare la favoletta che bisogna essere in forma “nei momenti che contano”, perchè la SuperCoppa Europea e i 2 punti persi al Dall’Ara non ce li restituirà mai nessuno!

    • …beh, meglio iniziare in sordina con una preparazione soft con tanta corsa con la palla, piuttosto che massacrarsi in palestra ed essere falcidiati dagli infortuni nel momento clou della stagione, come è successo a certe altre squadre in questi anni…ti darei ragione se la stagione si esaurisse nella Supercoppa, che sarebbe stato molto meglio vincere, però…

      • Il campionato, la Champions League e la Coppa Italia sono tutte competizioni che si giocano nell’arco di 9 mesi e pertanto c’è tutto il tempo per rimediare a eventuali passi falsi, effettuare richiami di preparazione da qualche parte del mondo, ecc. La SuperCoppa, invece, era una partita secca che in 90′ assegnava un trofeo mai vinto e che non si sa se e quando avremo un’altra occasione di provarci. Per tutte queste ragioni dovevamo conquistarla AD OGNI COSTO. Missione fallita, senza nessuna giustificazione.

  2. Bentornato Ibra! Grazie per averci fatto vincere qualche titolo e averci fatto divertire!
    Sarà ancora più bello batterti nel derby!

  3. Amen.
    Ormai abituati ai proclami di vittoria anticipata di qualsiasi competizione di chi fa mercato per propaganda, non dovremmo spaventarci degli acquisti altrui, specie se sono fatti attraverso prestiti di giocatori provenienti da annate fallimentari o comprati a prezzi assurdi per aver fatto da comparsa nell’ultimo, orribile Mondiale.
    Eppure l’autolesionismo interista continua ad emergere, gridando a gran voce la crocifissione di Benitez, di Branca, di tutti, immemori di quanto accaduto negli anni passati. Che magari quest’anno non accadrà, certo, ma vale la pena stare a guardare, prima. E di quanto accadrà in futuro, quando entrerà in vigore per davvero il tanto decantato fair-play finanziario.
    Certa gente non meritava i risultati ottenuti da questa squadra, dico io…
    Intanto buon lavoro anche per quest’anno, GLR! :)

  4. Gianni Ghilardi // 31 agosto 2010 a 07:51 // Rispondi

    Primo tempo non giudicabile. Secondo tempo buono, mi sembra la squadra cresca. Mi è piaciuto Mariga e anche Coutinho, buona personalità anche se ancora fragile fisicamente. Continuo ad avere un opinione assai negativa di Pandev che mi sembra non sia un giocatore di livello. Buono anche il secondo tempo di Eto.
    io sono moderatamente ottimista, ricordiamoci che questa squadra è composta per buona parte da giocatori di prestanza fisica che, giocoforza, non entrano in forma subito.
    Keep it up !!
    cheers,G.

  5. Alessia Cattaneo // 31 agosto 2010 a 08:09 // Rispondi

    Ciao GLR: Considerazioni:
    -pareggio come gli ultimi anni. Anche in Spagna si critica Mou per uno 0-0 (fotocopia di quello interista, con tante occasioninel secondo tempo), ma perchè cambiare tradizioni beneauguranti?
    -Benitez vuole rinforzi? Averlo accontentato trattenendo Maicon è già un bel rinforzo. Sulle voci Madrid, Aguero è ancora extracomunitario, Forlan è il capitano trascinatore, che ieri ha fatto ancora doppietta, di una squadra con grandi ambizioni, piena di entusiasmo …Per quest’anno va bene così, pensiamo a svecchiare la squadra che i botti li abbiamo fatti l’anno scorso.
    -Ibrahimovic: rivederlo in Italia per me bellissimo, grazie Milan!
    Alessia
    INCAVOLATISSIMA per la sconfitta della partita mai giocata per la coppa mai vinta !

  6. Ciao Gianluca, sottoscrivo in toto quanto hai detto….Ieri, nella ripresa, mi è sembrato di vedere a tratti l’Inter dell’anno scorso, con una piccola differenza: mancava un cambio in grado di scompigliare le carte, un giocatore che saltasse l’uomo come balotelli. Ecco, l’unica cosa che non capisco di questo mercato del’Inter è non aver sostituito Mario con un giocatore di talento. Detto questo sono fiducioso che con il rientro di thiago motta, santon e maicon la beneamata tornerà tranquillamente ai suoi livelli.
    ciao
    stefano

  7. Ciao Gian Luca. visto il mariga di ieri c’è da chiedersi se valga la pena spendere per un centrocampista che non sia un vero crack: un ledesma (o simili) non porta un valore aggiunto tale da giustificare un acquisto oneroso dell’ultim’ora. So che odi lo scambio di figurine ma viste tante auto targate germania dalle parti di appiano (che entravano e uscivano dal cancello della pientina, intendo) mi chiedevo se il botto non possa essere Schweinsteiger. Il tedesco è il solo, a mio avviso modestissimo, che potrebbe avere un impatto decisivo sugli equilibri della squadra. recuperando la forma, il vero santon, il vero maicon, il vero milito e aggiungendo uno schweinsteiger nel motore resteremmo molto, molto competitivi a tutti i livelli.

  8. Secondo me ha ragione l’utente che nell’editoriale precedente citava gli esempi dei grandi cicli passati del milan e della juve. Anche il nostro, come i loro, si è molto probabilmente concluso con un triplete fantastico, probabilmente irripetibile, e che ci ha visti riconfermare in Italia e soprattutto raggiungere finalmente l’agognata champions. I giocatori li vedo ormai senza molte motivazioni (quantomeno in campionato, dove vinciamo ormai da 5 anni), scarichi mentalmente, più che fisicamente, dopo una stagione altamente impegnativa e stressante come quella passata (senza dimenticare che per molti c’è stato di mezzo anche il mondiale). La società questo l’avrebbe dovuto capire, avrebbe dovuto pretendere, a parer mio, solamente il completamento del ciclo di vittorie, con la conquista delle tre coppe rimanenti, e per il resto delle competizioni accontentarsi di quello che viene, ponendo le basi per un futuro ciclo di vittorie, con giovani (magari italiani, tanto per accontentare anche gli ultimi criticoni). Purtroppo non ci siamo riusciti, secondo me per grandi demeriti dell’allenatore, e chissà semmai ricapiterà un’occasione del genere. La coppa lasciataa a Montecarlo brucia ancora, e leggendo i vari post mi pare di capire che non sono il solo.
    Un’ultima cosa: fantastica la vignetta!

  9. Il primo tempo di ieri è stato a tratti vergognoso, il secondo tempo già un pochino meglio, ma la società si sta dimostrando fiacca e adagiata sugli allori, in questa squadra ci sono mancanze ben evidenti, che già erano visibili l’anno scorso, ma era l’anno buono e tutto passava in secondo piano, ora tutti i nodi vengono al pettine, chivu è assolutamente improponibile come terzino, a centrocampo manca un uomo che da tempi e idee e in attacco non ci sono alternative a milito, eto’o e pandev, tutti gli altri spendono e spandono, nessuno si preoccupa di questo fantomatico fair-play finanziario tranne noi.

  10. Ciao, Gianluca
    L’esercito dei parolai è sceso in campo con una solerzia che mi era sconosciuta anche nei momenti di crisi dell’Inter di Mourinho. Siamo alla prima giornata e non c’è UN giornale che non si prodighi in sviolinate funebri per la caduta degli dèi. Non esiste più la benchè minima briciola di realismo. Inoltre il sistema è cambiato: con Mourinho si dedicavano alla critica acida ed effervescente, con Benitez sono passati alla commiserazione e alla tumulazione anticipata, che, se possibile, da ancora più fastidio.

  11. bob zaguri // 31 agosto 2010 a 11:53 // Rispondi

    so di essere fuori dal coro, ma essendo tifoso bolognese a me il pareggio va strabenissimo, seppure molto fortunoso……il migliore in campo è stato Viviano, anche lui dell’Inter…..e se mi permettete di dirla tutta, nella serata di Bologna si è vista la mancanza di Maicon, …..quello in forma pero’, non quello dell’inizio stagione.
    Un’ultima considerazione….io avrei fatto esordire prima il francesino al posto di Pandev e magari in seguito Couthino.

  12. Ieri abbiamo giocato senza Maicon e questo fa capire quanta spinta perde l’Inter senza il pazzo brasiliano…il capitano giustamente non può garantire quella spinta e non ha il piede per fare quei cross precisi che solo Maicon sa fare…
    Per fortuna che è rimasto a Milano…non si poteva sostituire un giocatore cosi…essere pessimisti è sicuramente esagerato dopo 1 prestazione e mezza senza convincere…diamo tempo al tempo…
    Gianluca qual’è il nome che ti è stato detto per sms?siamo curiosi :)..

  13. pasquale somenzi // 31 agosto 2010 a 12:34 // Rispondi

    Non e’ certo abitudine per l’Inter restare a secco di gol alla prima di campionato,
    non capitava dal 1987 Inter-Pescara 0-2
    non capitava in trasferta dal 1986 Empoli-Inter 1-0
    non capitava uno 0-0 dal 1981 Inter- Ascoli 0-0
    non capitava uno 0-0 in trasferta dal 1976 Foggia-Inter 0-0
    Nel 2010 era gia’ capitato di fare 2 gare consecutive senza segnare,
    il 14 e 20 febbraio (NAPOLI e SAMPDORIA) ma la partita seguente
    arrivo’ la vittoria sul Chelsea 2-1

    Quest’ anno in Europa si e’ verificata una cosa che non e’ proprio normale
    e non so se era gia’ successo prima. Nelle principali federazioni calcistiche
    tra tutte le squadre che arrivano da un campionato vinto, non ce n’e’ una
    che sia ancora imbattuta in gare ufficiali e siamo solo al 30 agosto, o meglio
    dopo la sconfitta di venerdi’ di Inter e Bayern M. potevamo dire e siamo solo
    al 27 agosto: unica eccezione il Twente che in 5 gare ufficiali ha ottenuto
    3 vittorie e 2 pareggi, 8 gol fatti e 0 subiti, ma sfido chiunque a dirmi al
    volo il nome di 5 giocatori del Twente
    ciao. pasquale.

  14. Gianclaudio Moretti // 31 agosto 2010 a 12:44 // Rispondi

    Credo sia stato un errore non seguire l’esempio di Mourinho, ovvero : impostare il rinnovamento senza perdite di tempo. Allenatore giovane, affamato, tipo Mihajolivic : fare cassa con quelli che ‘hanno dato’ e pronti per essere competitivi tra due anni. Tanto quest’anno il campionato non si vince non foss’altro per la legge dei grandi numeri. La stessa legge che ha fatto vincere la Champions 2010.

  15. Caro GLR buon giorno. Quella di Bologna non mi è sembrata un’ Inter molto diversa da quella di Venerdi sera. La squadra ha fatto qualche tiro in porta (Punizione di Sneijder, tiro di Sneijder e tiro di Eto’o sotto misura deviato da Viviano con la faccia sulla traversa), ma cavolo si giocava contro il BOLOGNA!!!!. Se tre conclusioni verso la porta rossoblu devono farci pensare positivo, mi chiedo cosa debbano pensare i tifosi dell’Athletico che non ci ha fatto vedere boccia o i tifosi del Bologna stesso che ci ha portato via 2 punti senza soffrire più di tanto. La squadra ha problemi contingenti e strutturali. I primi si risolveranno non appena i giocatori raggiungeranno una forma accettabile, ma i secondi purtroppo non possono risolversi da soli. Ribadisco il concetto che la rosa a centrocampo è risicata e consumata dall’usura. Mou aveva risolto il problema giocando con le 3 punte + Sneijder mossa che in campionato ci ha quasi fatto perdere un campionato già vinto a gennaio.
    A questi problemi si aggiungano la partenza del tecnico portoghese e l’addio di Balotelli. Mariga unica alternativa a centrocampo e nessun attaccante di ruolo in panchina. E rimane il solito problema del terzino sinistro. Da un Presidente che a Lippi ha comprato Macellari, Brocchi, Domorau e Vampeta mi sarei aspettato almeno un rinforzo dei 2/3 richiesti da Benitez.

  16. Vincenzo Asta // 31 agosto 2010 a 13:54 // Rispondi

    Caro Gianluca,
    ma il tuo filtro per i tifosi interisti che se non fanno gli sfigati non vivono è ancora in vacanza?
    Leggo frasi e sento toni definitivi; Vengono emesse sentenze passate in giudicato.
    In tempi non sospetti su questo spazio avevo scritto che la tifoseria interista era ed è chiamata a far un salto di qualità. Beh siamo ancora lontani.
    Quanto alla squadra io rimango fiducioso e so che nel calcio, come nella vita, sono più numerose le sconfitte che le vittorie, ecco perchè vincere da soddisfazioni immense.
    Quanto alla sorpresa di alcuni sui titoli di oggi, vorrei ricordare che l’hanno scorso era opinione, da me condivisa, di GLR che il “sistema” tifava contro. Ora a questi non sembra vero di poter scrivere peste e corna, e qui torniamo al punto: se amiamo l’inter, e l’amiamo, non dobbiamo cadere nel circolo vizioso della critica senza fondamento. Agli irriducibili chiedo di tornare a seppellirvi dove eravate mentre facevamo il poker. Non siete interisti.
    Forza Inter e grarie GLR
    Vincenzo Asta
    Milano

  17. A mio parere il modulo 4-2-3-1 va bene solo quando la condizione fisica lo permette, oppure nelle gare a eliminazione diretta di Champions, in cui tutti i giocatori hanno grandi motivazioni e danno quel qualcosa in più per il bene della squadra.
    In campionato con gare così ravvicinate non si può sempre essere al massimo e questo modulo non va bene, non sempre gli attaccanti esterni possono fare pressing e tornare per dare una mano a centrocampo e difesa.
    L’Inter negli ultimi anni ha sempre vinto i campionati con il rombo a centrocampo, modulo meno spregiudicato e più compatto, con migliore tenuta difensiva e poi qualcosa lì davanti gli attaccanti combinano. Mancini giocava principalmente con questo modulo con Stankovic trequartista, Mourinho al primo anno ha cambiato dall’iniziale 4-3-3 con Quaresma e Mancini larghi ad un modulo simile a quello di Mancini, così come all’inizio del secondo anno Mourinho nel girone di andata ha sempre giocato con Snejider dietro Milito ed Eto’o, e ha cominciato a perdere colpi in campionato quando ha provato a disegnare una squadra che poteva essere più adatta a farsi strada in champions.
    Detto ciò l’unico acquisto che serve all’Inter è un centrocampista centrale che detti i tempi di gioco che possa giocare con Cambiasso ed eventualmente dargli il cambio per farlo rifiatare, Inler potrebbe essere l’uomo giusto. La formazione base dell’Inter secondo me dovrebbe essere questa:
    Julio Cesar; Maicon,Lucio,Samuel,Santon(Chivu);Cambiasso,Zanetti,Thiago Motta(Inler);Snejider;Milito,Eto’o.

  18. Ciao GLR,
    volevo solo dire ai fratelli di tifo interisti che tutti gli anni iniziamo sempre in sordina, come tu hai giustamente scritto nell’articolo. vorrei suggerire solo di non farsi prendere dalla voglia di competere con il Milan in materia di calciomercato; è vero, hanno preso un giocatore eccezionale, ma è anche vero (come tu hai lasciato intendere più volte) che le squadre hanno degli equilibri molto delicati. il nostro gruppo è consolidato, mentre vedremo fra qualche mese se Ibra riesce a fare la prima donna in una squadra con tanti senatori a mio avviso non intenzionati a “servire” il nuovo arrivato.
    comunque, si preannuncia uno splendido campionato.
    e, cosa più importante, non si può non avere fiducia nell’Inter, indipendentemente dai risultati che arriveranno; quello che è stato fatto negli ultimi anni è quasi unico nella storia del calcio.

  19. esordio come negli ultimi anni poco convincente. certo il bologna è più scarsa di bari, sampdoria e udinese con cui avevamo pareggiato gli altri anni. sono imballati e ci sta, mentalmente mi sembra che mou gli abbia tolto il sangue e anche questo un pò ci sta. l’anno scorso partite così andavano fino alla fine incavolati con la faccia di chi sa che la porta a casa, ieri come in supercoppa europea mi sembrano innervositi quando le cose non girano e questo è sintomo di non sicurezza nei propri mezzi.
    quello che non ci sta è un signore di cento chili con la faccia da mr. bean che sembra non capisca cosa sia lì a fare. sintomatico che a un certo punto materazzi e stankovic abbaiavano con l’arbitro e il ciccio pizzo li guardava inebetito cercando di dare spiegazioni in modo inglese. non ci siamo. se poi borriello va alla roma quest’anno arriviamo quarti se va bene, ma credo che tra napoli, fiore e palermo qualcuna ci supererà. così anche moratti sarà contento di aver risparmiato e in champions non ci andremo per demeriti sportivi e non di bilancio.

  20. Le parole di ibra e dei dirigenti milanisti dovrebbero essere un bel propellente per i giocatori dell’inter.

  21. Ok abbiamo iniziato la stagione in sordina, anche se la Supercoppa Italiana è già un titulo che gli “altri” avrebbero strombazzato ai quattro venti, forse qualche nuovo innesto servirebbe anche a noi ma comprare tanto per comprare non è certamente positivo e poi volevo ricordare che se gli “altri” comprano le “ciliegine”…. la torta la stiamo ancora mangiando noi………e ai cari cugini giova ricordare che lo scorso anno di questi tempi il Real comprava a destra e a manca ma a maggio era in poltrona e guardava solamente……
    Saluti e FORZA INTER CAMPIONE D’EUROPA 2010…….

  22. Forse mi accontento di poco, ma il secondo tempo di Bologna non mi è dispiaciuto, sempre paragonandolo alle prestazioni che la squadra ha offerto nella prima metà della gara e soprattutto per come si era espressa in quel di Montecarlo. La squadra è chiaramente ancora in rodaggio e non sono d’accordo con chi vorrebbe a tutti i costi degli innesti solo per rispondere ai pezzi da novanta acquistati dal Milan. O si prendono giocatori in grado di cambiare il volto della squadra, altrimenti ci si arrangia con quello che passa il convento. Visto che non è stato possibile l’acquisto del campione (ora che la campagna è chiusa possiamo ben dirlo) da parte mia sarei curioso di vedere all’opera, magari uno alla volta e di tanto in tanto, quella batteria di giovani molto interessanti che si sono visti in pre-campionato. A mio parere qualcuno di loro é già un campioncino: ci vuole solo un po’ di coraggio nell’inserirli piano piano nell’intelaiatura della squadra. Questo anche perchè, con la politica del fair-play, l’Inter, da come sento, ha bisogno di sistemare il bilancio. Anzi a questo punto, vista la mia ignoranza in materia, sarei grato a chi potesse spiegarmi come realmente stanno le cose, perchè sento dire “Tanto c’è Moratti che ripiana i debiti”, ma subito dopo qualcuno parla di bilancio tremendamente in rosso. Grazie.

  23. Abbiamo pareggiato la prima e ci danno già tutti per morti…calma!
    I conti con l’oste si fanno sempre alla fine…..

  24. marco ferrara // 1 settembre 2010 a 09:43 // Rispondi

    Carissimo Gian Luca, riprendo a scriverti dopo il periodo estivo, trascorso tra il mare della mia sicilia, e la sempre splendida londra!! Se devo essere sincero mi sarei aspettato di trovare la nostra amata inter un pò diversa!! Non sono troppo deluso dalla sconfitta in supercoppa contro l’atletico; anche se era una finale da dover vincere, per conquistare un trofeo che manca nella nostra bacheca, un passo falso può sempre capitare, in particolare per una squadra che si trova ad affrontare numerosi impegni, certo, forse il modo in cui si é giocato non é stato dei migliori, tant’é…!! Non mi riferisco nemmeno al pareggio della prima giornata contro il bologna; é vero anche qui si poteva fare di più, considerando anche la forza dell’avversario (peraltro senza allenatore), ma si sa, l’inter parte ogni anno con “il freno a mano tirato”, salvo inserire tutte le marce e non fermarsi più fino al traguardo, speriamo ovviamente sia così anche in questa stagione!! Un pò deluso (come tanti) invece lo sono per il mercato, non pretendevo i vari messi o cristiano ronaldo, tanto per intenderci, ma qualche acquisto importante si!! In primis un sostituto di balotelli, il quale l’anno scorso non avrà giocato molto per i motivi che sappiamo, ma quando lo ha fatto é stato spesso decisivo, togliendoci alcune volte anche dai guai, e, un terzino sinistro, visto che chivu e santon per diversi motivi non convincono!! In conclusione un accenno a benitez; non mi sembra giusto metterlo in croce dopo le prime partite (e lo dice uno come il sottoscritto a cui non é mai completamente piaciuto), anche lui ha bisogno di ancora un pò di tempo per capire il calcio italiano, e di conoscere ancora meglio la squadra, se ci pensiamo neanche il mitico mou iniziò alla grande!! Certo, non é che poi in nostro nuovo mister goda all’estero di grande fama, proprio in inghilterra, parlando con alcuni ragazzi, tutti, dopo avermi fatto i complimenti per la stagione eccezionale dei nostri, mi auguravano con un pizzico di sarcasmo buona fortuna per avere in panchina il tecnico spagnolo, cerchiamo di farli ricredere!! Ti abbraccio e….SEMPRE FORZA INTER!! Marco

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili