Copenhagen

A 1.450 km da Milano, fuso orario 0
28-29 marzo 2009

TViaggio
Seconda e ultima parte del Nordic Tour 2009
La valigia persa dalla Sas e recuperata con un guizzo eludendo la sicurezza aeroportuale di Kastrup. Alloggio al caratteristico Admiral Hotel in Toldbodgade e i ristoranti Sars e Cape Horn in Nyhavn. Sigarette a 40 corone al pacchetto, 5 euro e mezzo, una follia! Stupido internet betting a Kastrup.

29 luglio-9 agosto 1988
Viaggio con Ricky in Panda 30 per la vacanza più lunga della mia vita: 42 giorni dal 23 luglio al 2 settembre 1988 tra Svizzera, Germania, Belgio, Danimarca, Francia e Spagna per un totale di 8.200 km.
Terza parte del Europe Tour 1988
Arrivo in auto all’alba dopo 45 minuti in traghetto da Puttgarden in Germania a Rødbyhavn, il porto più a sud della Danimarca, distante 200 km da Copenhagen. Alloggio in ostello, autentica istituzione danese per la pulizia e poi in appartamento segnalato da un’agenzia che sbagliò però la data di rientro dei legittimi proprietari che, tornando in anticipo ci trovarono in casa in nove, mentre gli bevevamo le pregiate bottiglie di vino, che avremmo comunque ricomprato il giorno dopo. Non facemmo una bella figura e ci ritrovammo in ostello anzitempo. All’epoca mi colpì la disponibilità dei danesi che lasciano le loro case ai turisti con tutti i comfort, dall’impianto stereo al frigorifero fornitissimo, nella speranza, vana nel nostro caso, che nulla venga toccato. All’epoca mi colpì pure il prezzo delle sigarette in corone, la moneta nazionale, pari a 5.400 lire al pacchetto, quando in Italia te la cavavi con meno di 3.000 lire.
A Helsingör indimenticabile la visita al castello e la foto con la scolaresca danese!
Prosegue a Lubecca, in Germania, quarta parte del Europe Tour 1988

Copenaghen (ab.1.100.000), detta ‘città delle torri verdi’ per via del rame ossidato che riveste i campanili, sullo stretto Oresund, è la capitale della Danimarca (ab.5.500.000) e detiene il record di premi Nobel per le scienze

Aeroporto
Kastrup

Highlights

  • Aree Latino, Østerbro, Nørrebro, Vesterbro, Fredericksberg
  • Aree Gammel Strand, Kongens Nytorv, Quartiere Latino, Christiania
  • Strøget
  • Radhus Pladsen con Municipio, Torre e Statua Hans Christian Andersen
  • Vesterbrogade con Giardini Tivoli
  • Cattedrale Vor Frue Kirke
  • Langelinie St. con Langelinie Outlet e Statua Sirenetta
  • Canale Nyavn con Porto
  • Palazzo Amalienborg e Statua Federico V
  • Castello Rosenborg
  • Piazza Kultorvet
  • Churchillparken con Danish Resistance Museum

Memento
La Strøget è la strada pedonale più lunga d’Europa, mentre la Lille Havfrue o Sirenetta è il simbolo cittadino. Il cuore della città è la Rådhuspladsen con il Municipio, la Torre alta 106 m., la colonna con due suonatori di Lur, strumento musicale risalente all’età del bronzo e la Statua Hans Christian Andersen che guarda verso I Giardini di Tivoli, parco-divertimenti noto anche per l’esibizione della Guardia di Tivoli, giovani che suonano musica da parata. Il Palazzo di Amalienborg è la Residenza invernale dei reali di Danimarca con il Cambio della Guardia a mezzogiorno. Davanti all’imponente statua equestre del re Federico V. Ai Giardini di Tivoli, splendidi giardini-parco, sono sulla Vesterbrogade. Qui da non perdere la cosiddetta. La stazione Ferroviaria appare quasi con le forme di un Castello. L’antico canale di Nyhavn, fiancheggiato da case colorate a timpano e ristorantini: al 67 visse il noto scrittore H.C Andersen e nel famoso bar Nyhavn 17 sono stati girati molti film. Il Castello di Rosenborg conserva i gioielli della Corona. In Gammel Strand, il porto più vecchio della città, si svolgeva il mercato del pesce. Meritano una visista le chiese FrederiksKirken sulla Bredgade e GarnisionsKirken su SktAnnæPlads. A Christiansborg c’è il Parlamento. Nel quartiere Christianshavn, accessibile dal ponte Knippelsbron, c’è Christiania, dove negli anni ’70 si realizzò il sogno di una comunità interamente hippy. Nella Ravhuset o Casa dell’Ambra c’è la goccia d’ambra più grande del mondo, che pesa ben nove chili

Dintorni
45 km a nord di Copenhagen, ecco Helsingör (ab.60.000)

Highlights

  • Kronborg Slot o Castello di Amleto
  • Sankt Mariae Kirke
  • Sankt Olai Domkirke
  • Stengade e Axeltorv Square

Memento
Il Kronborg Castle è patrimonio Unesco. Stengade è la via pedonale che arriva in Axeltorv Square dove si trova la statua di Re Enrico di Pomerania.

1 Commento su Copenhagen

  1. Avevo sempre sentito parlar bene di Copenhagen, ma la prima volta che ci sono stato sono rimasto abbastanza deluso. Per carità, una città carina e “pulita”, ma niente di straordinario. Mi sono rimaste impresse solo due cose: grande divertimento con gli amici al parco dei Giardini di Tivoli (avevo l’albergo lì vicino) e poi i bellissimi castelli ad Helsinborg e dintorni, a 30-40 km dalla città, raggiungibili in treno, di Copenhagen ben poco. Poi ognuno ha i suoi gusti, a molti miei amici piace molto.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili