Piazza Giacinto Facchetti

Da oggi in Italia esiste una piazza intitolata a Giacinto Facchetti, scomparso poco più di due anni fa. L’idea, subito accolta dalla Prefettura di Milano e realizzata a tempo di record, è venuta a Paolo Vaghi, interista doc e sindaco di Cesano Maderno, comune a nord di Milano. All’inaugurazione sono intervenuti, tra gli altri, in rappresentanza della famiglia Facchetti, il fratello Luigi e i figli Gianfelice e Luca. Poi Bedi Moratti, gli ex Luisito Suarez, Aurelio Milani e Giovanni Lodetti con Javier Zanetti e Esteban Cambiasso, tra i calciatori dell’Inter più legati a Giacinto. Zanetti è il capitano di oggi e magari Cambiasso avrà questo ruolo in futuro, ma al momento è difficile immaginare qualcuno capace di raccogliere l’eredità sportiva del capitano di ieri, Giacinto Facchetti. Nel ringraziare il Sindaco di Cesano Maderno, che ha pensato a me per coordinare gli interventi dal palco d’onore in una giornata unica, confesso di aver provato una certa emozione nel momento solenne in cui sono state scoperte la stele e la targa con l’iscrizione ‘Giacinto Facchetti uomo di sport 1942-2006′. Credetemi, ci sono situazioni in cui anche chi è abituato da tempo a parlare in pubblico, non sfugge alla commozione. Se capitate a Cesano Maderno, al di là della simpatia calcistica di ognuno di voi, fermatevi un attimo in questa piazza perché fa bene al cuore. Nessuno più di Giacinto ha saputo essere uomo di sport, come recita l’iscrizione, quanto mai azzeccata.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili