Mourinho chiuda i cantieri!

La grande partita e poi il calo: come dopo Roma-Inter il timore di Mourinho è che ora l’Inter fletta per qualche gara. Quella persa in casa con il Panathinaikos trilla come un allarme forte e chiaro. Al pari di un medico che abbia indovinato la diagnosi alla vigilia, Mourinho deve ora avviare la terapia, che non può che essere conservativa, nel senso che, almeno in campionato, è meglio bloccare qualsiasi esperimento e chiudere i cantieri una volta per tutte. Ci sarà tempo per recuperare Figo e Quaresma, per rilanciare gli esterni e tentare ancora col 4-3-3: ci saranno partite migliori di quella con il Napoli. La soluzione migliore, e lo ha ribadito anche Massimo Moratti come augurio, sarebbe confermare modulo e uomini della gara con la Juventus. In fondo non cambiare nulla è certamente più facile che cambiare tutto. Mourinho resista alla tentazione di innovare ad ogni costo per dimostrare a Moratti che non certi soldi non sono stati spesi a vanvera.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili