Juventini ricordate la Bismarck

Pubblicato su Il Giornale venerdì 21 novembre 2008

Marcello Chirico mi ha sempre giurato che la Juventus non ha mai rubato nulla. Invece lo sta facendo ancora. Questa volta ci sta scippando il ruolo, la parte nel cast, direbbe un regista. Già, perché una volta erano gli interisti a straparlare prima del derby d’Italia. Ora i chiacchieroni indossano la maglia bianconera. Non passa giorno che non ci sia un avviso ai naviganti, per dirla alla marinara, alla Cobolli Gigli insomma. Prima la storia dell’Inter portaerei affondata dalla corazzata Juventus, quando le guerre traboccano di corazzate colate a picco, la tedesca Bismarck su tutte, altro che portaerei! Poi il pronostico: 2-1 per la Juventus con tanto di marcatori. Mourinho settimana scorsa aveva detto che Inter e Juventus non si sarebbero affrontate con gli stessi punti in classifica, ma c’era una ragione: all’epoca i nerazzurri avevano giocato una gara in meno dei bianconeri. Moratti infatti ha scelto il profilo basso, limitandosi a celebrare Ibrahimovic e Del Piero. Dall’altra parte invece, fuoco a ripetizione da Camoranesi e Iaquinta, pronto ad ammonire che a San Siro la Juventus si esalta. Che paura! Roba da non giocare neppure! Invece io non vedo l’ora di cominciare e di rispondere. Dopo la partita, però.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili