E’ anche il derby dei mister

Il derby 268 è particolare per tante ragioni. Più che la partita stavolta contano i rispettivi obiettivi delle due milanesi: il titolo per l’Inter, un posto in Champions per il Milan. Ma questo derby è anche il decimo confronto tra due allenatori che si stimano: Carlo Ancelotti e Roberto Mancini. Il bilancio tra i due, dall’avvento del Mancio sulla panchina nerazzurra nella stagione 2004-05, è in perfetta parità: 4 vittorie per Ancelotti, di cui una a tavolino nel derby di Champions, 4 di Mancini e un pareggio, 0-0 la prima volta che si sono incontrati da allenatori delle milanesi. Chi vince, tra i due mister, volge il bilancio a suo favore. All’inizio la spuntava regolarmente Carlo Ancelotti, poi Mancini ha invertito la tendenza vincendo 4 volte su 5. Gli ultimi 3 derby consecutivi hanno parlato nerazzurro. Due quelli particolarmente ricchi di gol: l’andata della stagione 2005-06 con cinque reti, 3-2 per i nerazzurri con gol decisivo di Adriano a tempo scaduto e, soprattutto, l’andata della stagione 2006-07 con addirittura sette gol, 4-3 per l’Inter in casa dei rossoneri. Ancelotti ha vinto l’ultimo derby nell’aprile 2006 per 1-0 con gol decisivo di Kaladze. Fu un derby assai poco spettacolare, giocato di venerdì, con la curva dell’Inter in sciopero per l’eliminazione dei nerazzurri dalla Champions per mano del Villarreal. Guardando i tabellini marcatori più recenti vi sono assenti illustri da una parte e dall’altra, come Ronaldo tra i rossoneri e Ibrahimovic tra i nerazzurri. Presenti comunque Kakà e Cruz, goleador di razza nelle ultime stracittadine e c’è attesa per il duello tra i babies Pato e Balotelli, con l’interista che pare abbia più possibilità del brasiliano milanista di cominciare la gara. Vinca il migliore: Ancelotti e Mancini, non mancherebbero di augurarselo. E chissà che per uno dei due questo non possa anche essere l’ultimo derby da allenatore. State tutti pensando a Mancini, ma il calcio è strano. Parlo di derby anche con un’intervista a www.ilsussidiario.net, sezione sport in data 30 aprile 2008.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili