SI: Juventus-Inter 0-1. All’Inter la Supercoppa Italiana 2005!

glrSI05Ero a San Siro il 29 novembre 1989 quando l’Inter di Giovanni Trapattoni, campione d’Italia in carica, battè 2-0 la Sampdoria con reti del compianto Enrico Cucchi e di Aldo Serena, aggiudicandosi la seconda edizione di una manifestazione inventata da Paolo Mantovani sul modello dello Charity Shield inglese tra la squadra campione di Lega e la vincitrice dalla Coppa nazionale. L’ex presidente doriano allora aveva proposto che l’incasso della partita fosse devoluto ogni anno al calcio minore, perché già allora si discuteva di mutualità, ma poi nessuno lo ha mai fatto. Scusate l’excurcus storico, buono solo per capire se la mia memoria ‘gira’ ancora e per dire che l’Inter è tornata a conquistare un trofeo che mancava da sedici anni. Dallo stesso tempo manca anche lo scudetto, ma questa è un’altra storia, ancora tutta da scrivere. Torno al presente e dico che l’Inter di Roberto Mancini ha vinto due Coppe su tre, e che in due mesi il Mancio è già, trofei alla mano, l’allenatore interista più vincente dai tempi del Trap! Tutti sappiamo che sono due Coppe minori ma, fossero state perse, apriti cielo! Invece l’Inter ‘che non vince mai’ nei cori di scherno dei tifosi avversari, ha lasciato il posto all’Inter ‘che ora vince qualcosa’, e la cantilena, messa così, suona male. E’ presto per dire se si è aperta una nuova era, ma sicuramente se n’è chiusa una vecchia e disgustosa. Tra i tanti difetti, mi sforzo di avere il pregio dell’obiettività, o almeno ci provo, e ammetto che l’Inter è stata assai più fortunata della Juventus, alla quale è stato annullato, tra l’altro, un gol regolarissimo dal distratto guardalinee Copelli, ma troppe volte in passato è successo l’esatto contrario. glrBeccaSI05In realtà, l’Inter dell’anno scorso, visto che il Mancio ha giustamente schierato solo i vincitori della Coppa Italia, è riuscita a tener testa alla nuova Juve di Vieira e Capello non potrà nemmeno dire che l’Inter abbia giocato duro, visti i falli sistematici su Martins fin dal primo minuto e la suola intenzionale di Ibrahimovic sulla caviglia di Materazzi. Se guardate bene il replay tra i due ‘gentlemen’ del contrasto, vedrete che Ibra si è rifatto con gli interessi del fallo cattivo subito a Napoli dal collega. Materazzi, accusato di killeraggio da Capello al San Paolo, ha dovuto lasciare il campo e, uscendo, ha grugnito qualcosa verso don Fabio, che aveva già la mascella nervosa. In difesa la squadra balla ancora, ma i nuovi devono ancora inserirsi e mi sono lustrato gli occhi con un Pizarro straordinario nel finale. Adriano, sottotono per tutta la gara, ha avuto il merito di aprire a Veron la strada del gol, di classe e potenza, che ha spiazzato Chimenti nei supplementari. E così un’altra Coppa è nerazzurra! Qualcosa è cambiato? A guardar gli ultimi mesi, verrebbe da crederci, ma l’Inter deve regalare ben altro ai suoi tifosi per saldare il conto. Intanto Beccalossi ed io, in visita alla sede di via Durini, siamo stati immortalati con la Supercoppa da un gruppo di tifosi di Taranto, che ringrazio, nelle foto qui pubblicate.

1 Commento su SI: Juventus-Inter 0-1. All’Inter la Supercoppa Italiana 2005!

  1. Marco Vitali, Milano // 21 gennaio 2010 a 17:12 // Rispondi

    Caro Gian Luca…questa è una sera nella quale è veramente bello essere interisti…vincere in casa della Juve con un gol loro buono, ma negato, vedere Galliani con volto scuro, incazzato e bagnato come un pulcino premiare i ragazzi beh…vuol dire iniziare bene la stagione… Quest’anno sono c…..per gli altri!
    Marco

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili