AndFCI: Roma-Inter 0-2

Il primo dei due atti di Coppa Italia va in archivio con un brillante 2-0 alla Roma, e con un Adriano straordinario mattatore all’Olimpico. Dopo un inizio moderatamente sofferto, l’uragano Adriano ha cominciato a soffiare senza pietà sulla squadra di Bruno Conti: prima un gol di testa annullato da Collina, quindi in una manciata di minuti le due raffiche che hanno abbattuto la Roma. Averne di calciatori che, avanzando palla al piede poco oltre il centrocampo, trovano il coraggio di tirare in porta da quasi 40 metri. E, soprattutto, di metterla dentro! Il primo gol resta forse il più bello tra quelli realizzati dall’Imperatore con la maglia dell’Inter, dopo quello in dribbling a San Siro contro l’Udinese in campionato. Imperioso anche il suo stacco aereo nel secondo gol, con Matteo Ferrrari ridicolizzato oltre ogni limite. Stupisce di Adriano la capacità di violare le leggi della logica: quando l’Imperatore vola da un capo all’altro del globo terracqueo e sarebbe lecito aspettarselo stanco, ecco che invece gioca le sue migliori partite, mentre sembra meno ispirato quando non ha impegni transoceanici. Se questi sono i risultati, consiglio all’Inter di mettere Adriano sul volo Milano-Rio de Janeiro ogni settimana! Per il resto si è vista una squadra matura che comincia a sapere quello che vuole, trascinata ancora una volta da quello straordinario leader silenzioso del centrocampo che è Esteban Cambiasso. Da applaudire anche Francesco Toldo che, dopo essere stato salvato dal palo di Cassano ad inizio gara, ha dato alla difesa la sicurezza che vorremmo sempre. E bravi anche Mihajlovic e Materazzi, che hanno ormai imparato a giocare in coppia dopo le difficoltà di inizio stagione, ma la gara è stata ben interpretata da tutta la squadra. Roberto Mancini temeva moltissimo la sosta dalla fine del campionato alle finali di Coppa Italia ma è riuscito a far ripartire l’Inter da dove l’aveva lasciata: in crescita esponenziale, in termini di gioco e personalità, per un futuro che mi convince molto di più del recente passato. Tra tre giorni a San Siro, ore 20.45, l’atto conclusivo della Coppa Italia, dove l’Inter avrà parecchi assenti, tra cui Adriano, Cambiasso e Javier Zanetti, ma basta che sia presente la giusta umiltà. Il Presidente di Lega e vicepresidente del Milan Adriano Galliani è pronto a consegnare con entusiasmo il trofeo alla squadra vincitrice!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili