Corso

Mario Corso, nato a San Michele Extra, in provincia di Verona, il 25 agosto 1941. Un talento puro amato dai tifosi, adorato da Angelo Moratti e sopportato da Helenio Herrera. Soprannominato il Piede Sinistro di Dio e inventore della punizione a foglia morta, ha giocato nell’Inter per 16 stagioni dal 1957-58 al 1972-73, collezionando 502 gare con 94 reti. Con l’Inter ha vinto tutto: 4 Scudetti (1962-63, 1964-65, 1965-66, e 1970-71), due Coppe dei Campioni (1963-64 e 1964-65), e due Coppe Intercontinentali (1964 e 1965). Poi ha fatto l’allenatore e oggi fa l’osservatore. Grande Marietto, uno dei più grandi battutisti del calcio. Una volta era mio ospite in diretta a TL, passo una telefonata e uno dice: “Pronto? Sono Adam!”. E Marietto prontissimo: “Fai parte della famiglia del telefilm?”. Era il periodo del primo film sulla famiglia Addams e ovviamente scoppiarono tutti a ridere. Le altre meglio non raccontarle!
Foto scattata il 16 maggio 2001 a Palazzo Marino alla presentazione della finale di Champions League a Milano tra Bayern e Valencia

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili